Automobili Storiche

Nel nostro paese viene considerata automobile storica (o d’epoca) una vettura che abbia superato il 20° anno di vita. Il proprietario deve tuttavia iscriverla in uno fra i club federati ASI (Automotoclub Storico Italiano) o in uno fra i registri storici dell’ASI, suddivisi in funzione del marchio. Per procedere con l’iscrizione è necessario presentare un certificato di rilevanza storica e collezionistica, nel quale devono essere riportati i dati anagrafici del possessore, la data di costruzione e di prima immatricolazione (se disponibile) del veicolo, i dati generali e identificativi, le caratteristiche tecniche e l'indicazione delle eventuali parti sostituite.

Ciascuna vettura dev’essere poi sottoposta a revisione biennale, procedimento da svolgere presso gli uffici della Motorizzazione civile oppure presso centri autorizzati. Sono coinvolti tutti i veicoli storici, anche quelli costruiti prima del 1 gennaio 1960. La procedura di revisione corrisponde a quella destinata alle vetture di più recente introduzione. Non tutte le compagnie assicurative offrono polizze ridotte per automobili storiche. Per usufruirne – secondo Repubblica – è necessario presentare un documento fra l'attestato di storicità, il certificato di rilevanza storica e la carta di identità della vettura.

L’ammontare del bollo varia invece fra un minimo di 25.82 euro ad un massimo di 60 euro (in Toscana). Investitori e collezionisti hanno negli ultimi anni indirizzato le rispettive attenzioni verso modelli dal nobile passato. Le quotazioni hanno in tal modo raggiunto picchi a 10 cifre. Nell’ottobre 2013 una Ferrari 250 GTO del 1963 ha cambiato garage previo assegno da 38 milioni di euro (è il record assoluto), mentre più di recente una Ferrari 250 Testa Rossa è andata all’asta per 29 milioni di euro .

I 30 anni del motore FIRE

Ancora qualche giorno ed il motore FIRE spegnerà 30 candeline. Noi lo ricordiamo così. Continua...

Venduta per 16.3 milioni di euro la Ferrari 250 GT California Spyder di Alain Delon

L'auto risale al 1961 e venne comprata usata da Alain Delon, che nel 1971 la vendette all'imprenditore francese Roger... Continua...

Come si costruisce la replica di una Ferrari 250 GTO

Rod Temporo lavora in Nuova Zelanda e costruisce repliche di automobili d'epoca. L'ultima sua proposta è una... Continua...

Mercedes, Porsche e altre vetture storiche a Retromobile Parigi 2015 Live

Mercedes e Porsche avevano un loro stand a Retromobile 2015, ma tanti collezionisti hanno esposto esemplari... Continua...

Le vetture all’asta a Retromobile 2015 Live: c'è anche una Ferrari 275 GTB

Le vetture all'asta sono una parte fondamentale di Retromobile 2015: presenti Ferrari, Mercedes e Bugatti valutate oltre... Continua...

Peugeot Tipo 163 a Retromobile Parigi 2015 Live

La storia di questa Peugeot Tipo 163 è davvero particolare e tinta di giallo. La vettura è stata ritrovata murata a... Continua...

All'asta una Lancia Delta HF Turbo Martini 5 guidata per soli 50 chilometri

L'automobile risale al 1991 e da allora ha percorso appena 50 chilometri. Questo giustifica la valutazione, che potrebbe... Continua...

Mandarini 1100 Sport: fascino italiano

Mandarini 1100 Sport: una vettura artigianale, nata dalla grande passione per le auto di Renato Mandarini. Scoprite la... Continua...

I 60 anni del marchio Autobianchi

Quest'oggi compie 60 anni un marchio forse dimenticato, ma a cui va riconosciuto il merito di aver esteso il concetto di... Continua...

In vendita la prima Corvette C2

E' la prima Corvette a montare i quattro freni a disco, nonché la prima di sempre con volante in legno ed antenna... Continua...