Guida autonoma: tecnologia Baidu per Wallmart

Il gigante del retail Wallmart consegnerà la spesa con i furgoni a guida autonoma di Udelv, che montano tecnologia Apollo di Baidu.



Il gigante delle ricerche su Internet e dell'intelligenza artificiale cinese Baidu sbarca in USA grazie a un accordo tra Wallmart e Udelv per la consegna delle merci con furgoni a guida autonoma. L'inizio delle operazioni è previsto per febbraio e Wallmart sarà la prima società al mondo a sperimentare su strada, contemporaneamente, le tecnologie di guida autonoma di Baidu e di Google-Waymo.

Nel luglio dell'anno scorso, infatti, Wallmart ha stretto una partnership con Waymo, ma con un fine diverso rispetto all'accordo appena annunciato con Udelv: le Chrysler Pacifica con tecnologia Google verranno infatti usate in Arizona non per trasportare le merci, bensì per portare i clienti a ritirare la spesa nel punto vendita.

Udelv, invece, è una società specializzata nella consegna della merce (in pratica è un corriere) e non nel trasporto di persone. Tra gli azionisti di Udelv c'è anche il gigante giapponese Marubeni Corporation. L'accordo con Wallmart, di nuovo relativo all'Arizona (dove è legale sperimentare su strade aperte al pubblico veicoli a guida autonoma), prevede l'utilizzo di nuovi van denominati Newton e basati sulla piattaforma hardware e software Apollo 3.5 di Baidu.

guida autonoma wallmart baidu
I furgoni Newton sono studiati per le consegne nell'ultimo miglio, possono guidare autonomamente fino alla velocità di circa 96 chilometri orari e trasportare fino a 32 ordini in un solo viaggio.

Udelv prevede di acquisire nuovi clienti e di mettere su strada fino a 100 furgoni a guida autonoma per le consegne quest'anno. Oltre a Wallmart ha già nel portafoglio clienti XL Parts, una catena di distribuzione di ricambi auto attiva in diverse città americane.

Baidu, invece, lancerà a breve un servizio di robotaxi con 100 veicoli che si guidano da soli a Changsha, capitale dello Hunan in Cina dove molto si è investito nell'infrastruttura pubblica necessaria a favorire la diffusione della guida autonoma.

Tra i partner automotive di Baidu ci sono già BMW, Daimler Mercedes, Honda, Volvo e le cinesi FAW e BYD (con cui Baidu dovrebbe costruire in massa veicoli autonomi entro il 2020).

  • shares
  • +1
  • Mail