Volkswagen Touareg: 4 ruote sterzanti per una grande agilità

La tecnologia dell'asse posteriore sterzante arriva per la prima volta sul SUV di punta della marca tedesca. Manovrabilità e stabilità migliorano notevolmente

volkswagen-touareg-2018-6.jpg

La tecnologia delle quattro ruote sterzanti sta diffondendosi sempre di più su auto di un certo pregio, non esclusivamente supercar. Ora anche la nuova Volkswagen Touareg si è dotata dell'asse posteriore sterzante a controllo elettronico. Grazie a tale sistema, anche un SUV di grandi dimensioni come questo diventa molto agile e facile da guidare nelle curve strette, quasi al livello di una vettura compatta.

Spieghiamo in breve di cosa si tratta. Esistono due situazioni principali di funzionamento, sempre trasparenti per il guidatore, cioè continuamente attive senza bisogno del suo intervento. A velocità inferiori a 37 Km/h le ruote posteriori sterzano con un angolo opposto a quello delle anteriori; il termine tecnico è controfase. L'angolo massimo di sterzata dell'asse posteriore è di 5 gradi.

In questo modo viene notevolmente facilitata la manovrabilità, perché il raggio di sterzata si riduce da 12,19 a 11,19 metri; un vantaggio cospicuo nei parcheggi. Il controllo elettronico è integrato col sistema di assistenza alle manovre con rimorchio, un altro importante valore aggiunto.

Quando il veicolo supera i 37 Km/h le ruote posteriori sterzano in fase, cioè nella stessa direzione di quelle anteriori. Questo migliora in modo sostenuto la precisione nelle curve veloci, quindi su statali e autostrade; ancora più importante, migliora la stabilità nei cambi di corsia, nei sorpassi rapidi e nelle manovre improvvise. Le quattro ruote sterzanti della nuova Volkswagen Touareg fanno parte di un pacchetto optional che include sospensioni adattive, regolazione dell'altezza e controllo elettronico dell'assorbimento.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 9 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO