Citroen DS3 Cabrio Racing: prova su strada e caratteristiche

Citroen DS3 Cabrio Racing: la sportiva del Double Chevron diventa anche cabriolet, ma solo in serie limitata. Ecco la nostra prova e tutte le caratteristiche della vettura.

a:2:{s:5:"pages";a:4:{i:1;s:0:"";i:2;s:35:"Gli interni: sportivi ma non troppo";i:3;s:42:"Citroen DS3 Cabrio Racing: guida su strada";i:4;s:41:"Citroen DS3 Cabrio Racing: Scheda Tecnica";}s:7:"content";a:4:{i:1;s:2621:"

Citroen DS3 Cabrio Racing: prova su strada e caratteristiche

Un modello sportivo, diventa ancor più esclusivo. Stiamo parlando della nuova Citroen DS3 Cabrio Racing, un’edizione speciale a tiratura limitata della compatta più performante della gamma DS. Citroen ha previsto infatti una produzione numerata di soli 250 esemplari e ci ha lasciato provare una di queste vetture che probabilmente non vedremo con facilità nel nostro paese, dove Citroen non dovrebbe importarla ufficialmente, ma solo su esplicita richiesta di un cliente. Vista l’esigua produzione gli appassionati del modello si sono già fatti sotto in tutta Europa così da poter possedere una vettura estremamente particolare, sia per l’unicità, sia per le sue caratteristiche.

La base di partenza è infatti una fusione delle modifiche tecniche che hanno permesso la nascita dell’originale Citroen DS3 Racing con un telaio della DS3 Cabrio. Il risultato è una sportiva a cielo aperto da 207 cavalli con un peso di soli 25 chilogrammi maggiore rispetto alla sorella con tetto rigido. L’allestimento particolare comprende infatti numerosi particolari in fibra di carbonio, con Citroen che ci tiene a specificare che sulla Citroen DS3 Cabrio tutto quello che sembra carbonio è proprio fibra di carbonio. Così dalla cornice del kit estetico che copre anche i passaruota, alle finiture degli interni ed alla calandra, la Citroen DS3 può fregiarsi di particolari in materiale composito che ne nobilitano l’animo apportando anche leggere migliorie estetiche ed in termini di masse.

Assetto rigido, particolari rinforzati ed un quattro cilindri che ha tutto, o quasi, per far divertire anche i più esigenti. La Citroen DS3 Cabrio Racing ci è piaciuta, ma ha saputo anche lasciarci un po' d’amaro in bocca. Ecco perché.


    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. È disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

";i:2;s:3486:"

Gli interni: sportivi ma non troppo

Citroen DS3 Cabrio Racing: prova su strada e caratteristiche

La nuova Citroen DS3 Cabrio Racing coniuga il fascino della versione cabriolet della Citroen DS3 con la sportività della Citroen DS3 Racing. Aprendo le portiere e guardando nell’abitacolo si notano immediatamente i richiami al mondo delle corse: sedili sportivi, particolari in carbonio ed una vistosa fascia rossa sul cruscotto. Poche le differenze rispetto alla Citroen DS3 Racing, con la Cabrio che viene equipaggiata con gli immancabili tasti per l’azionamento del tetto in tela elettrico e che riprende nella totalità l’impostazione della sorella con tetto fisso.

I sedili sono molto avvolgenti ma comodi: nonostante i fianchetti pronunciati i sedili anteriori si configurano come compagni adatti anche alla guida quotidiana, permettendo di salire e scendere dall’auto con facilità. Nonostante questo, il supporto in curva è di ottimo livello, con il corpo che rimane quasi immobile: merito anche del rivestimento in Alcantara di seduta e schienale. L’imbottitura non è né troppo rigida né troppo morbida, una giusta via di mezzo, così come la seduta che permette di contenere le corporature più differenti senza problemi di sorta.

Buono anche lo spazio interno, con la Citroen DS3 Cabrio Racing che vanta una buona abitabilità unita ad uno spazio interno che sulla fila anteriore non è niente male, ma che logicamente viene meno, viste la compattezza dell’auto, sul retro. Le buone doti di regolazione di seduta e volante permettono di trovare una posizione di guida comoda ma sportiva, potendo facilmente estremizzarne le caratteristiche ai due opposti, magari per l’utilizzo in un track day, o per un lungo spostamento autostradale.

Di serie Citroen propone un allestimento speciale per la Citroen DS3 Cabrio Racing, vista l’esclusività della vettura. Si parte dalle finiture in fibra di carbonio per passare ai cerchi in lega da 18 pollici ed arrivare al navigatore satellitare. Sedili sportivi con rivestimenti in Alcantara con cuciture rosse a contrasto e particolari in tessuto Trami Mistral. Loghi Citroen Racing sulle sellerie e sui montanti esterni dell’auto si abbinano ad un unico colore, il Matte Moondark Grey con tetto nero in tessuto. I clienti possono poi scegliere di personalizzare la vettura con una finitura nera lucida dei cerchi e con delle borchie con contorno rosso e logo Citroen DS.

Le particolarità che caratterizzano la Citroen DS3 Cabrio sono riproposte anche su questa versione sportiva. Bisogna dunque abituarsi alla stretta apertura del profondo vano bagagli che non permette di inserire all'interno del bagagliaio oggetti di grandi dimensioni o alcuni tipi di valige rigide per via della sua bocca bassa e larga. Il tetto in tela, come già evidenziato durante le nostre prove della Citroen DS3 Cabrio, è di ottima fattura e fornisce un buon isolamento dai rumori esterni. L’azionamento è facile ed abbastanza rapido, con la presenza di un frangivento anteriore apribile che migliora notevolmente il comfort dei passeggeri anteriori quando si viaggia en plein air.

";i:3;s:3719:"

Citroen DS3 Cabrio Racing: guida su strada

Citroen DS3 Cabrio Racing: prova su strada e caratteristiche

La parola Racing che identifica questo particolare allestimento fa pensare all’attività sportiva di Citroen, con impegni su più fronti, che spaziano dal Mondiale Rally al Turismo, con Sebastien Loeb che quest’anno sarà impegnato nel WTCC. Proprio dal motorsport i tecnici Citroen hanno preso spunto per realizzare questa vettura che in alcuni casi risulta davvero divertente da guidare, come nel misto veloce, pur non convincendo appieno nella guida quotidiana. Ma va bene così, è un modello a tiratura limitata ed è giusto estremizzarne le doti.

Dopo questa affermazione, che ci è venuta in mente anche sulle sconnessioni stradali durante la prova, abbiamo però notato che la Citroen DS3 Cabrio Racing non è poi così estrema. L’assetto è molto rigido ma non comporta eccessive perdite di comfort se non nei tratti più dissestati, lo sterzo è diretto e contrastato quel tanto che basta per sentirlo ma non per farlo diventare pesante ed il motore c’è, peccato che non si senta. Le prestazioni si percepiscono eccome, con il 1.6 turbo che spinge vigorosamente, ma da un modello così esclusivo ci saremmo aspettati un suono ben più marcato ed incisivo, qualcosa di coinvolgente, quasi fastidioso per i non fanatici della guida. Purtroppo le legislazioni moderne hanno imposto ai tecnici Citroen, che con il cuore e la passione avrebbero voluto far scatenare la voce del quattro in linea anche nella sua variante stradale, di silenziare lo scarico in maniera importante, facendogli perdere in parte la grinta: un vero peccato.

Fatta eccezione per questi difetti, la Citroen DS3 Cabrio Racing si dimostra un’auto davvero divertente, ma per guidarla avvicinandosi ai suoi limiti, bisogna avere delle discrete capacità. In accelerazione il torque steering si fa sentire e tende a far chiudere il muso dell’auto in maniera abbastanza nervosa. L’interasse corto non aiuta, anche se c’è da dire che il posteriore non si alleggerisce facilmente, rimanendo abbastanza stabile, soprattutto nel misto veloce. Nelle curve più strette e prese a bassa velocità, l’esuberanza del propulsore genera sottosterzo, con l’auto che tuttavia risulta facile da controllare e davvero molto reattiva.

Merito delle sospensioni sportive che, essendo rigide ed abbastanza secche, su asfalto buono permettono grandi doti di grip e tenuta di strada. Ottimo anche lo sterzo, intuitivo, abbastanza comunicativo e dal giusto contrasto: consente di guidare con facilità impostando traiettorie precise senza doverle correggere. Bene anche la posizione di guida, regolabile a piacimento ed abbastanza sportiva, così come il cambio che non tende quasi mai ad impuntarsi ed ha una buona rapportatura accoppiata a distanze ridotte tra gli innesti.

Il punto forte è però il motore, con il 1.6 THP da 207 cavalli, il quattro cilindri sedici valvole turbo da 1.598 centimetri cubi. Citroen ha scelto di utilizzare un sistema di alzata delle valvole fissa così da renderlo ancor più cattivo, portandolo fino a 207 cavalli a 6.000 giri e ad una coppia massima di 275 Nm disponibile già a 2.000 giri al minuto. Cerchi da 18 pollici con pneumatici 215/40 ed una rapportatura del cambio che predilige l’accelerazione consentono uno scatto da 0 a 100 chilometri orari in 6.5 secondi, un ottimo risultato per una compatta di questo segmento.

";i:4;s:515:"

Citroen DS3 Cabrio Racing: Scheda Tecnica


Dimensioni

Lunghezza: 3.962 mm
Altezza: 1.443 mm
Larghezza: 1.717 mm
Passo: 2.464 mm

Motore
Tipo: 4 cilindri 16 valvole Turbo
Alimentazione: Benzina
Cilindrata: 1.598 cc
Potenza massima: 207 cv / 149 kW a 6.000 rpm
Coppia massima: 275 Nm a 2.000 rpm
Consumo medio: 6.4 l/100 km
Emissioni CO2: 149 g/km

Prestazioni
0-100 km/h in 6.5 secondi
Chilometro da fermo in 26.5 secondi

";}}

  • shares
  • Mail