Mercedes-Benz: in arrivo nuove motorizzazioni per le compatte?

La versione diesel 180d delle varie Mercedes-Benz Classe A, Classe B, CLA, GLA e GLB dovrebbe adottare il motore 2.0d da 116 CV di potenza.


Dopo la fine dell'alleanza con Renault, le vetture di dimensioni compatte della Mercedes-Benz potrebbero adottare nuove motorizzazioni. L'aggiornamento riguarderà la hatchback Classe A, la berlina Classe A Sedan, la monovolume Classe B, la berlina coupé CLA, la station wagon CLA Shooting Brake, la SUV coupé GLA e la SUV a sette posti GLB.

La prima novità dei modelli compatti di Mercedes-Benz dovrebbe essere rappresentata dalla nuova versione 180d, con lo stesso motore diesel 2.0d delle declinazioni 200d da 150 CV e 220d da 190 CV, ma depotenziato fino a 116 CV di potenza e 280 Nm di coppia massima, nonché proposto in abbinamento al cambio manuale a sei marce oppure al cambio automatico a doppia frizione 8G-DCT a otto rapporti. Sostituirà, senza alcun sovrapprezzo, l'attuale propulsore 1.5d della Losanga di pari potenza, mentre la versione 160d da 95 CV uscirà definitivamente di scena.

Tuttavia, la stessa operazione di sostituzione dovrebbe essere adoperata da parte di Mercedes-Benz con il motore a benzina 1.3 Turbo a quattro cilindri, anch'esso fornito da Renault per le varie declinazioni 160 da 109 CV, 180 da 136 CV e 200 da 163 CV delle compatte della Stella, senza dimenticare l'unità da 160 CV di potenza per la versione 250e a propulsione ibrida Plug-In.

In tal caso, le declinazioni 180 e 200 delle compatte di Mercedes-Benz potrebbero adottare il propulsore a benzina 1.5 Turbo a tre cilindri di origine Volvo da 129 CV e 163 CV di potenza, anche perché il costruttore svedese è di proprietà del gruppo cinese Geely che detiene circa il 10% del colosso tedesco Daimler AG, di cui fa parte proprio la Casa della Stella.

  • shares
  • Mail