Spazio ai lettori: l'Alfa GT ed il restyling che mai sarà

alfa gt restyling

Le rivelazioni fatte ieri da Luca De Meo riguardo il futuro di Alfa Romeo hanno scatenato un vespaio di reazioni, sia positive sia negative: quando si parla di Alfa, gli automobilisti e gli appassionati italiani non riescono proprio a non dire la loro. Il numero di segnalazioni, commenti e proposte si mantiene sempre molto alto in questi casi.

Venendo nello specifico all'intervista di ieri, una parte del pubblico non ha gradito quanto detto dall'ad del Biscione riguardo alcune scelte, come la nascita del crossover su base 159 o l'ennesimo rinvio per la 169 e quindi per il fatidico ritorno alla trazione posteriore.

Qualcuno ha anche notato che i modelli più in linea con la filosofia sportiva del marchio sono proprio i più anziani attualmente sul mercato: la 147 e la sua derivata coupè, la GT. Quest'ultima in particolare sembra destinata a non avere eredi, nonostante i suoi tanti pregi, come il prezzo ragionevole, la guida divertente e l'indubbia versatilità di utilizzo.

Il nostro lettore Luciano, soddisfatto possessore della coupè milanese, ci ha scritto per esprimere il suo rammarico nel non trovare una nuova GT nei piani futuri dell'Alfa, interpretando certamente il sentimento di tanti che la vedono come lui.

Per il solo gusto di "vedere l'effetto che fa", ha quindi deciso di buttare giù questa ricostruzione di come sarebbe la GT dopo un eventuale restyling ispirato ai dettami stilistici di 8C e MiTo. Aggiungendo infine che il prossimo 1.8 turbo da 230 CV della MiTo GTA, sarebbe un motore perfetto per questo modello. Come non essere d'accordo?

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO