Mazda CX-30 2022: prezzi, novità, motori, allestimenti

A poco più di due anni dall’esordio commerciale, il crossover di taglia compatta si aggiorna con una serie di upgrade a livello di dotazioni hi-tech e con l’arrivo di una serie speciale.

Pienamente in linea con le recenti anticipazioni, Mazda porta al debutto in Italia l’edizione aggiornata in chiave “Model Year 2022” del compact-crossover CX-30. Un progetto ancora giovane (aveva esordito in anteprima al Salone di Ginevra 2019, per essere poi inserito in lineup nei mesi successivi) e tuttavia sempre più “centrale” fra le strategie di riposizionamento da parte dei big player (e Mazda, in questo senso, non costituisce eccezione) relativamente all’incidenza dei modelli a ruote alte (crossover, appunto, ma anche Sport Utility, ed in special modo di fascia “medium” e “compact”) sul totale delle vendite in Europa.

Soltanto piccoli dettagli-novità

Per questo, le novità stilistiche sono minime (il corpo vettura è pressoché identico a quello che caratterizza l’attuale versione pronta a lasciare il testimone alla nuova gamma 2022), e si riflettono soprattutto nel ricorso ad alcuni dettagli estetici: su tutti, il debutto di una tinta carrozzeria Platinum Quartz alle otto varietà cromatiche finora proposte (Arctic White, Snowflake White Pearl, Jet Black, Deep Crystal Blue, Sonic Silver, Polymetal Grey, Machine Grey e l’ormai “famoso” Soul Red Crystal adottato da Mazda in ordine allo sviluppo delle più recenti definizioni della propria filosofia “Kodo Design”).

Nuova “special edition”

Da segnalare il debutto della serie speciale Homura, che propone un interessante discorso di abbinamento fra ricercatezza stilistica ed immagine sportiva del veicolo. Due atout che si concretizzano con l’adozione di finizioni esterne in nero lucido per i gusci degli specchi retrovisori, gli accenti della calandra ed i cerchi in lega da 18”, e che a loro volta si abbinano al nero (con cuciture rosse a contrasto) utilizzato per il tessuto dei rivestimenti interni. Mazda CX-30 Homura dispone altresì, di serie, del portellone ad azionamento elettrico.

Riflettori puntati sulla digitalizzazione

In ordine al rapido evolversi delle tecnologie di bordo, Mazda CX-30 2022 punta i propri riflettori su una sostanziale evoluzione dei contenuti multimediali e sull’adozione di una serie di funzionalità a controllo da remoto (“in car WiFi” e “Connected Services”) accessibili ed usufruibili attraverso l’applicazione dedicata MyMazda App, oggetto di un recente rinnovamento nella propria veste grafica anche in relazione ad una “user experience” ulteriormente migliorata dal punto di vista dell’intuitività e delle esigenze dei clienti.

Con la nuova edizione 2022, Mazda CX-30 offre ai propri possessori la visualizzazione, tramite App, delle informazioni “di servizio” che riguardano lo stato del veicolo (ad esempio il livello dei liquidi così come la pressione degli pneumatici) oppure provvedere al controllo della chiusura delle porte o del posizionamento della vettura in sosta, scegliere e inviare direttamente dal device portatile all’impianto di navigazione di bordo i dati di percorso prescelto e di destinazione, ed avere a disposizione i servizi di avviso di protezione del veicolo da remoto, di chiamata d’emergenza eCall e di richiesta soccorso stradale.

Ulteriori novità, anticipate in occasione delle notizie di anteprima, la presenza del dispositivo Mi-Drive per la selezione delle modalità di guida (con in più il programma “Offroad” per le versioni a trazione integrale), del sistema Qi di ricarica wireless a induzione per smartphone, i gruppi ottici anteriori ALH adattivi a Led ed il modulo di ausili attivi alla guida CTS-Cruise and Traffic Support.

Le motorizzazioni

La gamma delle unità motrici di Mazda CX-30 2022, tutte 2.0 a 4 cilindri unicamente a benzina SkyActiv-G e provviste di sistema mild-hybrid, offre tre step di potenza massima (122 CV, 150 CV, 186 CV) e si abbina al cambio manuale a sei rapporti, automatico (sempre a sei rapporti), nonché alla trazione anteriore e integrale a seconda delle versioni.

L’assortimento di gamma

Mazda CX-30 “facelift” è disponibile alle ordinazioni, con prezzi “chiavi in mano” che partono da 25.700 euro (più sotto il dettaglio completo degli importi di vendita). Il suo ingresso nelle concessionarie italiane è previsto per l’inizio del 2022. La lineup si articola su quattro livelli di allestimento (più la nuova serie speciale Homura):

  • Evolve;
  • Executive;
  • Exceed;
  • Exclusive.

Ecco quanto costa

  • Mazda CX-2 2.0 e-SkyActiv-G M Hybrid 122 CV. Evolve: 25.700 euro, Executive: 27.100 euro, Exceed: 29.550 euro, Exclusive: 31.400 euro;
  • Mazda CX-2 2.0 e-SkyActiv-G M Hybrid 150 CV. Evolve: 26.700 euro, Executive: 28.100 euro, Exceed: 30.550 euro, Exclusive: 32.400 euro;
  • Mazda CX-2 2.0 e-SkyActiv-G M Hybrid 150 CV AWD. Exceed: 32.750 euro, Exclusive: 34.600 euro;
  • Mazda CX-2 2.0 e-SkyActiv-G M Hybrid 186 CV. Executive: 30.300 euro, Exceed: 32.750 euro, Exclusive: 35.300 euro;
  • Mazda CX-2 2.0 e-SkyActiv-G M Hybrid 186 CV AWD. Exceed: 34.950 euro, Exclusive: 37.500 euro.

Versione speciale Homura

  • Mazda CX-2 2.0 e-SkyActiv-G M Hybrid 122 CV: 27.450 euro;
  • Mazda CX-2 2.0 e-SkyActiv-G M Hybrid 150 CV: 28.450 euro;
  • Mazda CX-2 2.0 e-SkyActiv-G M Hybrid 186 CV: 30.650 euro.

Ultime notizie su Crossover

La parola inglese crossover viene utilizzata in ambito automobilistico per indicare una vettura d’impostazione ibrida, realizzata a cavallo fra due segmenti e non ascrivibile ad alcuno dei due. Questa è la definizione più l [...]

Tutto su Crossover →