Lo stand Porsche al salone di Detroit 2015 Live

Porsche toglie i veli alla 911 GTS 4 Targa e mette in esposizione la gamma GTS, dalla Boxster alla Panamera. A Detroit viene esposta anche la Cayenne Turbo S.

a:2:{s:5:"pages";a:3:{i:1;s:0:"";i:2;s:70:"Porsche 911 GTS Targa e Cayenne Turbo S al salone di Detroit 2015 Live";i:3;s:23:"Porsche Cayenne Turbo S";}s:7:"content";a:3:{i:1;s:2236:" Porsche 911 GTS Targa e Cayenne Turbo S

Porsche completa la gamma GTS e presenta al salone di Detroit l’allestimento su base 911 Targa. La stessa caratterizzazione – che arriverà anche sulla Macan – è disponibile anche per le Boxster, Cayman e Panamera, tutte esposte durante la rassegna statunitense. Le due sportive adottano entrambe il sei cilindri boxer da 3.4 litri, aggiornato nella parte tecnica e modificato per offrire prestazioni superiori rispetto all'unità destinata alle varianti S: in questa configurazione sviluppa 330 CV sulla spyder e 340 CV sulla coupé.

La trasmissione è affidata ad un manuale a 6 rapporti o al doppia frizione PDK. Porsche dichiara un tempo sullo 0-100 km/h di 4.7 secondi per la Boxster e di 4.6 secondi per la Cayman, ma questi dati – relativi alle versioni con cambio manuale – possono migliorare scegliendo il PDK ed attivando la modalità Sport Plus. L’ammiraglia impiega un motore V8 aspirato da 4.8 litri (440 CV), che le permette di raggiunge i cento all’ora con partenza da fermo in 4.4 secondi e di sfiorare i 290 km/h.

Nel nostro paese è in vendita a poco meno di 129.000 euro, mentre le Boxster GTS e Cayman GTS si attestano rispettivamente a 75.350 euro e 79.300 euro. Al salone di Detroit è presente anche la Cayenne Turbo S, nuovo allestimento top di gamma su base Cayenne. Si posiziona sopra la versioni Turbo e GTS, quest'ultima equipaggiata con un motore V6 biturbo da 3.6 litri e 440 CV. Accelera da 0 a 100 km/h in 5.2 secondi e tocca la velocità massima di 262 km/h.



";i:2;s:2361:"

Porsche 911 GTS Targa e Cayenne Turbo S al salone di Detroit 2015 Live

Porsche 911 GTS Targa e Cayenne Turbo S

Sono due le novità a cui Porsche toglie i veli durante la rassegna statunitense. Entrambi i modelli sono di complemento ed occupano il vertice dei rispettivi listini, in ragione di elementi tecnici esclusivi. La 911 Targa 4 GTS, ad esempio, richiama l’allestimento già disponibile per le Coupé e Cabrio e prevede un nuovo fascione anteriore, carreggiate e parafanghi posteriori maggiorati (+ 22 mm) e nuovi gruppi ottici anteriori.

A livello estetico si segnalano anche gli specchietti retrovisori specifici, i cerchi in lega da 20” monodado ed il sistema di scarico sportivo, dotato di elettrovalvola allo scarico: in questo modo il conducente può scegliere quale profondità sonora riconoscere al sei cilindri da 3.8 litri. Il boxer raggiunge quota 430 CV/440 Nm e si interfaccia con una trasmissione manuale, ma in opzione è previsto l’automatico PDK. La trazione è integrale. L’altra novità è su base Cayenne, presente al salone di Detroit nell’allestimento Turbo S. Il SUV guadagna 20 CV e 50 Nm rispetto alla versione pre-aggiornamento, per merito delle novità introdotte sul V8 biturbo: il 4.8 sviluppa ora 570 CV e ben 800 Nm.

L’accelerazione 0-100 km/h viene portata a compimento in 4.1 secondi, la velocità massima è pari a 284 km/h e per un giro del Nurburgring bastano 7:59.74 minuti, tempo che nessuna vettura ad assetto rialzato può al momento avvicinare. La Cayenne Turbo S offre di serie l’impianto frenante Porsche Composite Ceramic Brakes (PCCB), che si avvale di dischi in materiale carbo-ceramico da 420 mm e 370 mm. All’anteriore, per la prima volta, sono montati ben dieci pistonicini (al posteriore sono quattro).




";i:3;s:2404:"

Porsche Cayenne Turbo S

Porsche Cayenne Turbo S 2015

Porsche completa l’aggiornamento della famiglia Cayenne e ne introduce la versione dai contenuti più esclusivi. La Turbo S monta l’otto cilindri da 4.8 litri, biturbo, potenziato di 20 CV e con 50 Nm di coppia in più rispetto alla versione pre-aggiornamento. Qui sviluppa 570 CV ed 800 Nm, valori che danno origine a prestazioni da sportiva: l’accelerazione 0-100 km/h viene portata a compimento in 4.1 secondi, la velocità massima è pari a 284 km/h e per un giro del Nurburgring bastano 7:59.74 minuti, tempo – stando a quelli raccolti da Nurburgring Lap Times – di poco migliore rispetto alla prestazione della Mercedes C 63 AMG Coupé.

Il tempo costituisce un record per il settore dei SUV. Le modifiche al V8 hanno permesso di limare 0.4 secondi nel passaggio 0-100 rispetto alla vecchia serie. La Cayenne Turbo S offre di serie l’impianto frenante Porsche Composite Ceramic Brakes (PCCB), che si avvale di dischi in materiale carbo-ceramico da 420 mm e 370 mm. All’anteriore, per la prima volta, sono montati ben dieci pistonicini (al posteriore sono quattro). La dotazione di serie include anche il controllo attivo del telaio Porsche Dynamic Chassis Control (PDCC). Il Porsche Torque Vectoring Plus (PTV Plus) migliora invece la stabilità e la maneggevolezza, mentre il Porsche Traction Management (PTM) gestisce la ripartizione della coppia e privilegia il retrotreno.

Nella dotazione standard rientrano i cerchi in lega da 21 pollici, i fanali full-LED, i rivestimenti estesi in pelle ed alcuni particolari in fibra di carbonio, mentre il pacchetto stilistico è completato dalle prese d’aria anteriori in nero lucido (stesso colore destinato alla metà inferiore degli specchietti), dallo spoiler al tetto e dall’arco sui passaruota in tinta carrozzeria. Optional il terminale di scarico sportivo, mentre debutta qui l’accostamento interno nero/crema. Il SUV tedesco è presente al salone di Detroit.

";}}

  • shares
  • Mail