Audi TT e TTS: foto, video e dati tecnici ufficiali

Design rinnovato, peso ridotto, motori più potenti ed un’ elevata tecnologia meccanica e di bordo: ecco la nuova TT

Audi toglie i veli alle nuove TT e TTS: la terza generazione della coupè tedesca, che sarà fra le protagoniste del Salone di Ginevra 2014, si presenta con un design aggiornato, specie nel frontale, ma in linea di continuità con i modelli che l’hanno preceduta. La calandra “Single-Frame”, ora esagonale, si fa più spigolosa, mentre i gruppi ottici diventano più sottili (a richiesta con tecnologia LED Matrix). La vettura misura 4.18 metri in lunghezza (come il modello precedente) e vanta un passo di 2.505 metri (+37mm) che garantisce sbalzi più ridotti. La larghezza è pari a 1.832 metri, mentre l’altezza è di 1.353 metri. In coda è invece presente il classico spoiler retrattile: fuoriesce alla velocità di 120 km/h per incrementare il downforce. Altro elemento distintivo della coda sono i due grossi terminali di scarico, che ricordano quelli presenti sulla prima generazione del modello. E per chi cerca uno styling ancora più dinamico, sarà disponibile da subito il pacchetto S-line exterior con fascione anteriore e diffusore posteriore specifico, mentre l’assetto della vettura si abbassa di 10 mm.

Modifiche consistenti anche all’interno, dove regna un tecnologico minimalismo: la strumentazione analogica è stata sostituita da un pannello digitale, che integra anche il sistema infotelematico MMI: il tutto prende il nome di Audi virtual cockpit (risoluzione di 1,440 x 540 pixels, 12.3 pollici di diametro e diverse le modalità di visualizzazione delle informazioni). Da sottolineare che i comandi dell’aria condizionata sono integrati direttamente a livello delle bocchette di aerazione. I sedili sono stati riprogettati ed integrano ora i poggiatesta: sono posizionati più in basso rispetto al modello precedente e pesano 5 chilogrammi in meno. A richiesta i sedili sportivi S-line. Optional anche l’impianto audio Bang&Olufsen. Il vano bagagli assicura una volumetria utile di 305 litri (+13).

Il telaio della nuova TT continua ad essere costituito da una costruzione in alluminio (Audi Space Frame) ed acciaio. Il principio è quello del modello precedente: oltre a ridurre il peso, l’alluminio serve anche a migliorare la distribuzione dei pesi. Il pianale è realizzato con acciai ad alta ed altissima resistenza, così come la cellula passeggeri, che da sola costituisce il 17% del peso dell’intera struttura. Tetto, cofani e porte sono realizzati in alluminio. Tutto ciò si traduce in un peso complessivo ridotto di circa 50 kg rispetto al modello precedente: per esempio ora la TT 2.0 TFSI pesa 1230 kg. Le sospensioni anteriori prevedono uno schema McPherson con diverse componenti in alluminio, mentre al posteriore trova posto una configurazione a 4 bracci. Di serie sulla TTS, ed a richiesta per le altre TT, le sospensioni magnetoreologiche “Magnetic Ride”, arrivate alla loro terza generazione: sono più precise nel copiare la strada e prevedono tre modalità di guida (comfort – auto – dynamic). Di serie per tutte il nuovo sterzo elettromeccanico progressivo, che adatta la propria risposta a seconda della velocità e dell’angolo di sterzata. La sua taratura può essere ulteriormente modificata se presente il sistema opzionale Audi Drive Select che permette di modificare il feedback di motore e sterzo (di serie su TTS).

Disponibile in 11 tinte, la vettura sarà ordinabile al lancio con 3 motorizzazioni: si parte con la turbodiesel 2.0 TDI con cambio manuale e trazione anteriore, capace di erogare 184 Cv e 380 Nm di coppia motrice. Con questo “common-rail” che lavora a pressioni fino a 2000 bar, la TT accelera da 0 a 100 km/h in 7.2 secondi, tocca i 235 km/h e vanta un consumo medio di 4.2 litri/100km. Le emissioni sono limitate a 110 g/km (Euro 6). Si passa quindi al 2.0 TFSI turbobenzina da 230 Cv di potenza: esso abbina l’iniezione diretta del carburante a quella indiretta, il sistema di alzata valvole lato scarico “Valve-Lift” e collettori di scarico integrati nella testata. La coppia motrice assicurata da questa unità è di 370 Nm, erogati fra 1600 e 4300 rpm. Con questo propulsore, abbinato al manuale 6 marce ed alla trazione anteriore, la TT accelera da 0 a 100 in appena 6 secondi e si spinge fino a 250 km/h.

Questo motore è disponibile anche in abbinamento alla trazione integrale quattro ed al cambio doppia frizione S tronic: così equipaggiata la TT divora lo 0-100 in appena 5.3 secondi, si spinge ai 250 km/h con un consumo medio dichiarato di 6.8 litri/100 km ed emissioni di CO2 pari a 159 g/km. Il doppia frizione a 6 rapporti, oltre ad avere i paddles-shift al volante per la modalità di guida manuale, presenta anche la funzione di “veleggiata” che separa il motore dalla trasmissione quando il guidatore toglie il piede dal comando del gas. Al vertice dell’offerta la TTS: il suo 2.0 TFSI presenta le medesime tecnologie del suo fratellino da 230 Cv, ma eroga una potenza complessiva di 310 puledri ed una coppia motrice di 380 Nm fra 1800 e 5700 rpm. Con questo motore, unito alla trazione integrale quattro, disponibile con cambio manuale o doppia frizione (con funzione di launch control), la TTS brucia lo 0-100 km/h in appena 4.7 secondi e tocca i 250 orari autolimitati.

La trazione integrale permanente della nuova TT si basa su una frizione multidisco a controllo elettro-idraulico installata a livello dell’asse posteriore, con una pompa attuatrice più leggera di 1.5 kg. Il dispositivo di gestione elettronica della ripartizione della coppia è completamente nuovo e tiene conto delle condizioni ambientali e del tipo di guida del conducente, in modo da distribuire la cavalleria fra gli assali nella maniera più idonea. Mediante il sistema Audi Drive Select, sono disponibili 3 livelli di funzionamento del sistema quattro: in modalità “auto” la vettura garantisce una trazione ottimale e caratteristiche dinamiche bilanciate. In “dynamic”, la coppia è distribuita all’assale posteriore prima ed in maggiore percentuale, per una dinamica di guida più sportiva. In “efficency” la taratura del sistema quattro è studiata per limitare i consumi e, se possibile, scollegare l’assale posteriore. Il sistema frenante prevede dischi freno anteriori autoventilanti con diametro fino a 338 mm. La nuova TTS equipaggia nuove pinze freno fisse, realizzate in alluminio e 5 chilogrammi più leggere che in passato. Il sistema ESP può essere disattivato parzialmente o completamente. Presente anche il “Torque Vectoring”, che permette una migliora ripartizione della coppia motrice sulle ruote dell’assale anteriore; il sistema funziona anche sulle ruote posteriori in caso di TT con trazione integrale quattro.

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Annunci

Annunci, presentazione di nuovi modelli.

Tutto su Annunci →