Nissan Leaf: prova su strada [video]

Più leggera, efficiente, spaziosa e con maggiore autonomia. Nissan Leaf si rinnova nella sostanza, mantenendo quasi invariati esterni ed interni. Ecco le nostre impressioni in video dell'elettrica più venduta di sempre.

Leading, Environmentally friendly, Affordable, Family car, in una parola LEAF: questo è il nome scelto da Nissan per la sua “auto familiare amica dell'ambiente”. Una berlina 2 volumi, 5 porte progettata per essere affidabile ed accessibile. Si tratta di una hatchback a propulsione elettrica pluripremiata, vincitrice anche del prestigioso titolo di Car of the Year nel 2011. La Leaf è anche il veicolo 100% elettrico di maggior successo nella storia dell’automobile: con circa 120.000 esemplari che viaggiano sulle strade di tutto il mondo. Lanciata nel 2011, Leaf si è aggiornata e rinnovata all’inizio del 2013, proponendo ben 100 migliorie rispetto alla prima versione. Tante modifiche volte alla funzionalità e all'efficienza, molte delle quali richieste direttamente dai proprietari, che hanno commentato e condiviso le proprie esperienze aiutando Nissan stessa a migliorare la propria vettura. Abbiamo messo alla prova Leaf sulle strade di Roma, ecco le nostre impressioni in video.

Nissan Leaf: la guida su strada


Nissan Leaf 2014

Come per tutte le elettriche, lo start a bordo di Leaf avviene tramite il classico pulsante in consolle che prepara il motore e avverte il pilota tramite un cicalino. Il silenzio in marcia è “di serie”, con il motore elettrico di Leaf, che si fa sentire con un leggero sibilo, coperto al crescere della velocità dal rotolamento dei pneumatici e qualche inevitabile fruscio aerodinamico. Globalmente Leaf è molto ben insonorizzata e confortevole, soprattutto nella versione Tekna in prova, praticamente full optional. Il lavoro su sospensioni e sterzo l'ha resa più precisa e gradevole da guidare, anche se lo sterzo ha un ritorno alle basse andature non sempre lineare. L'assetto è ancora morbido e più votato al comfort che allo sprint, ma è in piena sintonia con il carattere “ecoresponsabile” di Leaf.

Il motore elettrico da 110 CV e 254 Nm di coppia è sempre pronto, e al semaforo scatta con decisione, molto meglio di tante concorrenti da 4 metri e 50 con alimentazione tradizionale e potenze equivalenti. L'elettrico nello spunto da fermo è praticamente imbattibile. Le prestazioni dichiarate di 11,5 secondi per lo zero-cento e i 144 km/h di velocità massima sono decisamente alla portata, più incerta l'autonomia di 199 km. In realtà, come tutte le elettriche, Leaf è molto sensibile a diverse variabili; il “piede” del pilota, la situazione di carico, il percorso, la velocità media e la temperatura esterna. Più reale considerare 150 km di autonomia massima, ma anche questa spesso è una meta difficile da raggiungere.

Alla guida, ci aiutano il computer di bordo che informa costantemente sul nostro stile di guida e l'autonomia residua e il tasto Eco che limita la risposta del motore elettrico smussando accelerazioni e variazioni di carico sul pedale del gas. Il cambio è un “automatico” monomarcia con modalità Drive, Brake, quest'ultima aumenta il freno motore e il recupero dell'energia in frenata, una funzione utile nelle discese e alle alte velocità in cui con una guida accorta si può limitare ulteriormente l'uso del freno. Sulla m.y. 2013 è migliorato anche il feeling con questo comando, che prima risentiva dell'intervento del “freno motore elettrico” rendendo il pedale un po' pastoso, ora invece la frenata è più regolare ed incisiva.

Per apprezzare al massimo Nissan Leaf prima di tutto, un po' come con tutte le zev, bisogna re-imparare a guidare. Le auto elettriche infatti necessitano di una guida fluida, con accelerazioni leggere e lunghi rilasci che permettono di recuperare parte di ciò che si è speso nello slancio. La guida allora diventa rilassata e rilassante, avvolti nel completo silenzio della propulsione elettrica e dal comfort che questa berlina sa regalare. Anche l'ansia d'autonomia può essere sconfitta (non del tutto se si viaggia fuori porta!) con una condotta attenta, grazie anche ai sistemi informatici che ci guidano nel percorso più breve e ci segnalano costantemente stile di guida, autonomia e soprattutto la colonnina di ricarica più vicina.

Nissan Leaf è quindi una media matura, pronta ad affrontare le sfide urbane con contenuti a pari livello delle migliori della categoria con alimentazione tradizionale. Oltre l'80% degli europei percorre meno di 100 km al giorno ma ... il prezzo d'acquisto, l'autonomia media e le colonnine di ricarica non ancora così diffuse rimangono il limite più grande di un progetto valido e ormai più che collaudato.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 20 voti.  
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO