BMW Serie 4 2017: primo contatto

La prova della rinnovata Bmw Serie 4 nelle varianti Coupé e Cabrio, riviste nel look e nei contenuti.

BMW rinnova la Serie 4, declinata nelle 3 varianti Coupé, Cabrio e Gran Coupé, esprime in maniera diversa la sua esclusività rispetto alla Serie 3. Più bassa e slanciata della sorella “convenzionale”, la granturismo compatta della Casa dell’Elica ha riscosso un successo testimoniato dai ben 400.000 esemplari venduti nel mondo dal 2013. Adesso si presenta al pubblico in una veste ancora più affascinante per via delle modifiche estetiche, di un’interfaccia multimediale all’avanguardia, e di un assetto più raffinato.

Come è fatta la nuova BMW Serie 4


Tecnicamente la Serie 4 vanta un baricentro ribassato in confronto alla Serie 3, precisamente di 40 mm la Coupé, di 30 mm la Gran Coupé e di 20 mm la Cabrio, mentre la carreggiata è più larga di 14 mm all’anteriore e di 22 mm al posteriore. Numeri che suggeriscono una maggior agilità ed una reattività superiore. Pur mantenendo intatto il confort di marcia, i tecnici della BMW hanno reso più rigido l’assetto di Coupé e GranCoupé intervenendo sugli ammortizzatori e sulla taratura dello sterzo. Diminuisce così il rollio ed aumenta la precisione della guida in rettilineo, per performance che diventano ancora più sportive con le coperture ad alte prestazioni disponibili in opzione a partire dai modelli 430d e 430i.

Voto 8 Primo Contatto

A livello puramente estetico, oltre ai cerchi di nuovo disegno e 2 colorazioni inedite, snapper rocks blue e sunset orange, troviamo i proiettori bi-LED con gruppi ottici anteriori a cornice scura che mettono in evidenza la classica firma luminosa BMW ad anelli, mentre a richiesta sono disponibili i fari full-LED adattivi. Con i paraurti rivisti cambia l’immagine della coda, resa più importante dalla nuova grembiolatura e dalle luci full-LED con una sezione luminosa unica. La variante cabrio offre l’hardtop a scomparsa, che si apre e si chiude fino a 18 km/h, e rende ancora più visibile un abitacolo capace di offrire una nuova esperienza interattiva grazie al sistema di navigazione Professional (disponibile in opzione). Sistema di navigazione che, oltre ad essere totalmente configurabile in base alle esigenze del conducente, offre un’interfaccia nuova costituita da sei grandi simboli distribuiti su due schermate. Non mancano un sistema di ricarica wireless per gli smartphone attraverso un guscio induttivo (optional), ed un hotspot Wi-Fi che può essere sfruttato fino a 10 dispositivi mobili.

Chiaramente, il dialogo con gli smartphone Apple, ovvero gli iPhone, è garantito dalla possibilità di usufruire del sistema Apple Car Play. Inoltre, grazie all’app BMW Connected, si ha la possibilità di avere un assistente personale con cui collegarsi durante la guida per soddisfare le esigenze più disparate.

Come va la nuova BMW 440i Coupé


Oltre ad essere molto elegante, la nuova BMW Serie 4 Coupé riesce a trasmettere sensazioni positive alla guida, soprattutto con le motorizzazioni più potenti, come il 6 cilindri Twin Power Turbo della 440i, un propulsore di 3 litri capace di erogare 326 CV, ma soprattutto 450 Nm di coppia massima disponibili a soli 1.380 giri. Con questa unità la vettura ha un gran tiro ed un allungo importante, che non sempre vengono sfruttati al meglio, vista la rapidità del cambio automatico ad 8 marce. Di conseguenza, per gli amanti della guida vecchio stile, è disponibile (di serie) un cambio manuale a 6 marce. In ogni caso la velocità cresce rapidamente, grazie ad un’accelerazione da 0 a 100 km/h coperta in 5 secondi (5,2 secondi con il cambio automatico), ed arriva fino ad una punta massima di 250 km/h. Volendo, si può godere della sontuosità degli interni e viaggiare in relax sfruttando la modalità Comfort, mentre scegliendo la Sport, è possibile visualizzare sul display multifunzione (optional), in tempo reale, la velocità, il numero di giri e la potenza erogata.

In ogni caso, il sound del 6 cilindri in linea è sempre entusiasmante e le varie innovazioni tecnologiche introdotte negli anni, come il turbocompressore TwinScroll, l’iniezione diretta di carburante e la fasatura variabile delle valvole non hanno intaccato la purezza di un propulsore potente ed equilibrato; piuttosto hanno contribuito a mantenere i consumi dichiarati nell’ordine dei 7,4 l/100 km (6,6 automatica). In Italia questo modello è disponibile solamente con la trazione integrale xDrive, accoppiato unicamente al cambio automatico ZF ad 8 rapporti, mentre sui mercati esteri può essere scelto anche con la sola trazione posteriore e la trasmissione manuale a 6 marce.

Come va la nuova BMW 430i Cabrio


Più gentile a livello d’assetto e con una massa superiore dovuta ai rinforzi presenti nel corpo vettura ed al meccanismo del tetto retrattile, la BMW 430i Cabrio della nostra presa di contatto si è dimostrata meno impegnativa della sorella con il propulsore più potente. Infatti, sotto il cofano della scoperta, troviamo il 2 litri da 252 CV e 350 Nm di coppia in grado di spingerla fino a 250 km/h di velocità massima e di farla scattare da 0 a 100 km/h in 6,4 secondi (6,3 con cambio automatico ad 8 marce). Numeri che parlano di un’auto con un certo brio, piacevole da guidare, anche se bisogna riconoscere che l’allungo poderoso del 6 cilindri è un’altra cosa. Con le dovute proporzioni però, si può apprezzare l’erogazione corposa del 4 cilindri, anche se il sound non è all’altezza dell’unità con 2 cilindri in più.

In compenso, i consumi dichiarati diminuiscono, e così si hanno percorrenze di 6,6l/100 km (5,9l/100 km automatica). Rispetto alla Coupé, la Cabrio vanta un’abitabilità posteriore meno indulgente con i passeggeri di grande corporatura e presenta un volume di carico ridotto di 75 litri, con una capacità che scende a 370 litri contro i 445 litri della versione chiusa. Tutto questo chiaramente è dovuto alla presenza della capote a scomparsa, che costringe a ridurre drasticamente l’andatura per essere aperta o chiusa. Infatti, le operazioni citate possono essere compiute solamente fino ad una velocità di 18 km/h. Piacevole e perfettamente adatto all’indole della vettura il cambio automatico ad 8 rapporti, che scorre tra i rapporti in maniera fluida.

I Prezzi della nuova BMW Serie 4


bmw-serie4-10.jpg

Il listino della BMW Serie 4 è suddiviso in 5 allestimenti: Base, Advantge, Sport, Luxury ed MSport, con motorizzazioni che partono dal 2 litri turbodiesel da 150 CV della 418d, fino ad arrivare al 3 litri da 326 CV della 440i xDrive. La versione d’accesso, ovvero la 418d, sia nella variante coupé che gran coupé (che hanno listini speculari) parte da 42.450 euro, la più ricca, la 440 i xDrive MSport, arriva a 73.900 euro. Mentre la 420d Sport, una delle più richieste nel nostro mercato, comporta un esborso di 49.950 euro. Da segnalare, per gli appassionati di guida sportiva, la presenza dello sterzo ad assistenza variabile e dell’assetto sportivo M per le versioni Sport ed MSport (non in quelle abbinate alla trazione integrale xDrive).

Scheda Tecnica BMW Serie 4 Coupè 440i


BMW Serie 4 Coupé - 440i by Blogo Motori on Scribd


  • shares
  • Mail