BMW 530d xDrive: prima prova

La prova della BMW 530d xDrive, la berlina a trazione integrale della casa di Monaco. Ecco prezzo e scheda tecnica.

La BMW 530d xDrive è uno dei cavalli di battaglia nella gamma della BMW Serie 5, arrivata alla settima generazione. Insieme alla 530D, la versione a trazione integrale rappresenta infatti il 51% delle vendite in Italia della berlina bavarese. Negli ultimi anni, il numero di chi sceglie una vettura xDrive è in crescita: nel 2016 ha incontrato le preferenze del 40% dei clienti BMW in Italia. Ma che utilità ha scegliere una trazione integrale su una vettura di questo tipo? L’ascesa delle versioni xDrive si può riassumere così: trazione disponibile in qualsiasi condizione del terreno e al tempo stesso maggiore stabilità che si traduce quindi in una maggiore versatilità di utilizzo.

Non a caso la prima prova della BMW 530d xDrive si svolge nei pressi di San Candido, sulle Dolomiti, il quartier generale delle attività BMW xDrive Experience e sede del BMW xDrive Village. Nonostante le strade sgombre di neve, il meteo già primaverile e le temperature diurne intorno ai 10°C, si incontrano diversi tratti in cui il sistema xDrive entra in funzione. Nei circa 40 km alla guida della BMW 530d xDrive in allestimento M-Sport abbiamo sperimentato asfalto bagnato e fondo scivoloso ma anche sassolini lungo il percorso. Immancabili un paio di escursioni su neve fresca, rigorosamente con pneumatici invernali, per capire come si comporta la vettura.

BMW 530d xDrive, la trazione (quasi) integrale


Ma come funziona l'Xdrive BMW? In condizioni di guida normali, il sistema di trazione integrale permanente distribuisce la coppia in rapporto 40:60 tra l'assale anteriore e quello posteriore. Quando il DSC rileva una perdita di aderenza, il sistema devia la forza propulsiva sull’asse con la trazione migliore e la ripartizione della coppia può arrivare fino al 100% su un singolo asse. L’operazione è svolta dalla frizione elettronica a lamelle: in 100 millisecondi gestisce l’apertura o la chiusura delle frizioni interne alla scatola degli ingranaggi che azionano la ripartizione di coppia.

Dopo la BMW Serie 7, infatti, la BMW Serie 5 è stata la prima auto ad avere la trazione integrale che lavora insieme al controllo di stabilità. Quindi l’xDrive di BMW non si rivela utile solo sulla neve o in situazioni di scarsa aderenza ma anche in curva. Proprio nei tratti più guidati si coglie l’importanza del sistema xDrive e dell’Integral Active Steering ottimizzato con le ruote posteriori sterzanti (circa 3 gradi) che aiutano la percorrenza specie sui tornanti. Affrontandoli a buon passo, con una velocità superiore ai 40 km/h, si ha effettivamente la sensazione di mantenere il piacere di guida tipico della trazione posteriore per una guida briosa e sportiva ma con una bella dose di sicurezza in più grazie alla trazione integrale (o quasi).


BMW 530d xDrive, attenzione ai consumi


Neanche una partenza con un asse completamente sulla neve o con un lato e le due ruote su un terreno innevato riescono a mettere in crisi la vettura. Si può dunque premere l’acceleratore in tranquillità anche su fondo scivoloso e in salita. Grazie al DSC, inoltre, vengono corretti comportamenti dinamici anomali come il sottosterzo o il sovrasterzo. In questo modo anche i guidatori meno esperti potranno guidare la BMW 530d xDrive in modo allegro e senza preoccuparsi. Uno dei fiori all'occhiello della vettura resta il motore 3.0 da 265 cavalli: silenzioso e docile quando è basso di giri ma su richiesta sfoggia tutta la sua potenza. La vigorosa coppia di 620 Nm regala spunti brucianti dai 2000 giri e permette un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 5,4 secondi. Per una berlina che pesa quasi 1700 kg è un valore notevole. A questi risultati contribuisce il cambio Steptronic a 8 rapporti, dalla fluidità e velocità notevoli, e un coefficiente aerodinamico di 0,24 cx.

VOTO 9 Primo contatto

La scheda tecnica di BMW sottolinea come sulla BMW 530d xDrive il ripartitore di coppia funzioni a rendimento ottimizzato, riducendo i consumi rispetto a una tradizionale trazione integrale. Vero ma non abbastanza per avvicinare il dato di consumo dichiarato di 5,0 l /100 km nel ciclo NEDC. Con frequenti accelerazioni e diversi passaggi nella modalità di guida Sport non siamo scesi sotto i 13 l/100 km ma bisogna considerare il percorso tortuoso con un dislivello elevato e le condizioni dell'asfalto. In modalità Eco Pro, provata per qualche km, i cambi di ritmo sono più delicati e consentono di rimanere su consumi intorno ai 10 l/100 km. Niente di cui preoccuparsi perché la BMW 530d berlina a trazione posteriore, provata durante l'anteprima italiana, ha raggiunto i 5,5 l/100 km in autostrada. L’idea di unire una berlina di lusso alla sportività si conferma azzeccata: agilità, stabilità e comfort si coniugano con la tecnologia anche se i puristi rimpiangono il piacere di guida del passato dove i controlli elettronici lasciavano maggiore spazio alle doti del guidatore. Il passo, però, ormai è avviato da tempo e il livello di guida semi-automatizzata che offre la BMW Serie 5 impressiona. Livrea e qualità degli interni sono sempre d'impatto ma resta qualche limite, come abbiamo riscontrato nella nostra prima prova.


Le vendite Xdrive in crescita


Molti hanno scoperto i vantaggi della trazione integrale durante la BMW xDrive Experience a San Candido, attiva fino al 5 marzo, dove è possibile svolgere le attività di test drive su strada e sul Parcour (con prove di pattinamento, doppia pendenza laterale, ponte con auto hold): per la prima volta il programma si è svolto lungo tutto l’arco alpino dalla Val Pusteria fino a Courmayeur, passando per Plan de Corones, Pozza di Fassa, Bormio, San Pellegrino Terme e Pré-Saint-Didier. Secondo i dati diffusi da BMW, il 96% delle oltre 1.500 prove effettuate ha visto protagonisti clienti italiani di cui un terzo proviene da marchi premium della concorrenza.

Circa 800 sono stati invece i test drive con la flotta di vetture dotate della trazione integrale BMW xDrive presso i centri QC Terme: l’82% di essi non era cliente BMW. In totale sono state effettuate 2300 prove fino al 21 febbraio, i numeri dell’intera stagione precedente. Segnali che porteranno probabilmente nuovamente a una leggera crescita delle BMW xDrive in Italia: il 70% delle SAV, la X Family, finora vale il 35% dei volumi complessivi a trazione integrale, mentre sulle carrozzerie berlina è del 35% e sulle Touring del 31%. A farla da padrone la BMW X1 con più di 5.000 modelli venduti.

BMW 530d xDrive, prezzo e scheda tecnica


La BMW 530d xDrive M-Sport è proposta a un listino di 72.950 euro, con la trazione integrale che ha un costo di 2.700 euro in più rispetto allo stesso allestimento con trazione posteriore. La gamma della nuova BMW Serie 5 parte invece da un prezzo di 50.800 euro, con una versione BMW 530d che dribbla il Superbollo da 249 CV e proposta a 8.000 euro in più.

BMW Serie 5 2017: listino prezzi by Blogo Motori on Scribd

Per la BMW 530d xDrive Touring M-Sport bisognerà aspettare il Salone di Ginevra 2017 e l'uscita sul mercato entro l'estate 2017.


BMW Serie 5 2017: scheda tecnica by Blogo Motori on Scribd

  • shares
  • Mail