Commette incidente mentre telefonava: via lo smartphone

La ragazza è stata condannata a trascorrere almeno 90 giorni in prigione ed a passare due anni in libertà vigilata, periodo al termine del quale scadrà l’obbligo di non poter utilizzare lo smartphone.

Il giudice della Corte Distrettuale di Clinton County (Michigan) ha condannato una 23enne al divieto assoluto di utilizzare un qualsiasi apparecchio portatile di comunicazione, dopo che la ragazza ha investito ed ucciso una ciclista mentre utilizzava il proprio smartphone alla guida.

La sentenza – ha spiegato Stewart McDonald – può essere ritenuta anticostituzionale o troppo assolutistica, ma servirà da monito per prevenire eventuali episodi simili. “Non penso che utilizzare uno smartphone rappresenti un diritto – il parere del giudice –, quanto piuttosto un privilegio”. I fatti risalgono a settembre. Mitzi Nelson investì vicino a DeWitt la 35enne Jill Byelich, nonostante quest’ultima indossasse il casco ed un giubbino catarifrangente. Gli inquirenti hanno stabilito che Nelson guidava con il telefono in mano.

La ragazza è stata condannata a trascorrere almeno 90 giorni in prigione, a passare due anni in libertà vigilata, a 150 ore di servizi per la comunità ed a tenere alcune lezioni in merito ai pericoli della guida distratta. A ciò si aggiunge il divieto di possedere ed utilizzare un telefono cellulare o qualsiasi altro strumento portatile di comunicazione, obbligo che scadrà al fine del periodo di libertà vigilata.

Ultime notizie su Notizie

Tutto su Notizie →