Hyundai i30 1.6 CRDi: prezzi, foto e prova su strada

Hyundai i30 1.6 CRDi Sport: abbiamo provato la tre porte coreana nella sua variante più sportiva, ecco com'é e come va.

a:2:{s:5:"pages";a:3:{i:1;s:0:"";i:2;s:35:"Hyundai i30 3 porte: Listino Prezzi";i:3;s:34:"Hyundai i30 3 porte: tutte le foto";}s:7:"content";a:3:{i:1;s:8063:"

Hyundai i30 3 porte: prova su strada

La Hyundai i30 cinque porte è una segmento C di buon livello proposta ad un prezzo d’ingresso interessante se paragonato a quello delle rivali: 16.900 euro. Tuttavia il marchio coreano ha deciso di proporla in Italia anche nella variante più sportiva, e meno costosa, a tre porte, che abbiamo deciso di provare per saggiarne le doti di abitabilità, di comfort e di praticità in confronto alla sorella con due porte in più. La Hyundai i30 3 porte ha un listino che parte da 16.050 euro e propone tutte le motorizzazioni, GPL esclusa, disponibili in gamma.

Anche le dimensioni esterne risultano invariate e l’unica differenza è l’assenza delle portiere posteriori che riduce l’accessibilità al divano a fronte di una linea più accattivante e sportiva della fiancata. Ciò potrebbe mettere i clienti di fronte ad un dubbio: è meglio la più economica, e sportiva, Hyundai i30 tre porte, oppure la più pratica, ma costosa, Hyundai i30 5 porte? Scopriamolo insieme nella nostra prova su strada.


Hyundai i30 3 porte: com’è e come va

Hyundai i30 3 porte: prova su strada

Rispetto alla sorella a cinque porte, la Hyundai i30 tre porte non cambia di molto, riproponendone tutte le principali caratteristiche con un tocco di sportività in più. Questo sia a livello visivo, con la tre porte che risulta più snella, filante ed accattivante nella fiancata grazie alla portiera più lunga ed a linee più pulite, sia dal punto di vista della guidabilità. Certo non stiamo parlando della maggiore rigidità strutturale del telaio, che praticamente non si nota, ma delle modifiche apportate alla variante Sport, il particolare allestimento del nostro esemplare. Hyundai propone infatti alla sua clientela più esigente la possibilità di acquistare la Hyundai i30 anche nell’allestimento Sport, leggermente più rigido d’assetto e con qualche piccola modifica che enfatizza la dinamica di guida.

La Hyundai i30 1.6 CRDi Sport che abbiamo provato ci è sembrata immediatamente un po’ più rigida rispetto alla versione cinque porte. Questa modifica ha portato ad un netto aumento della guidabilità della vettura, più divertente e reattiva, a fronte di un minimo, se non quasi nullo, peggioramento del comfort. Su qualsiasi tipo di strada asfaltata il comfort è di buon livello, con la Hyundai i30 che isola bene dalle sconnessioni stradali, ma patisce un po’, soprattutto al posteriore, quando si incontrano buche o dossi particolarmente alti. Questo effetto si acuisce quando si viaggia carichi o con dei passeggeri posteriori: in questi casi è meglio rallentare e godersi la fluidità del quattro cilindri a gasolio.

L’unità da 1.6 litri risulta infatti particolarmente elastica e piacevole da guidare, salvo per qualche vibrazione di troppo, soprattutto a freddo, e per il rumore che, pur essendo abbastanza isolato, penetra in maniera sensibile nell’abitacolo, particolarmente quando si marcia nella parte alta del contagiri. Alla Hyundai i30 1.6 CRDi la potenza non manca: i suoi 128 cavalli e 260 Nm sono ben bilanciati rispetto alla vettura che pesando 1.496 chilogrammi riesce ad esprimersi in un’accelerazione da 0 a 100 chilometri orari coperta in 11.5 secondi ed in una velocità massima di 197 chilometri all’ora.

Hyundai i30 3 porte: prova su strada

Questi dati presi da soli non sono di certo esaltanti, ma tenendo in considerazione anche il consumo, che la casa coreana dichiara essere pari a 4.1 litri per 100 chilometri, il 1.6 appare davvero interessante. Durante i nostri test non siamo tuttavia riusciti ad ottenere un’efficienza simile, fermandoci attorno ai 5.5 litri per 100 chilometri. Questo per via della configurazione dell’auto che risulta abbastanza coinvolgente invitando il guidatore a spingere sul pedale destro ed a divertirsi tra le curve. Le sensazioni di guida sono piacevoli, con il 1.6 CRDi che ha una buona spinta nella parte alta ma che non risulta affatto pigro in basso. Tuttavia è sempre meglio stare al di sopra dei 2.000 giri al minuto, così da avere una buona reattività ad ogni andatura.

Per fare questo si è però costretti ad affrontare un cambio che risulta tutt’altro che sportivo, un vero peccato. Gli innesti sono poco contrastati e non troppo precisi, con le cambiate che risultano fluide e confortevoli, ma quasi mai rapide e coinvolgenti. Buona invece la frizione, comunicativa ed abbastanza precisa, facile da dosare ma dalla corsa piuttosto lunga. Divertente anche lo sterzo che, pur non essendo precisissimo né brillante per la sua reattività, si rivela un discreto compromesso tra sportività e comfort grazie al tasto del Flex Steer che permette di impostare tre diverse modalità: Comfort, Normal e Sport come anche sulle altre versioni.

A fronte di una maggiore piacevolezza di guida, la Hyundai i30 1.6 CRDi tre porte presenta una configurazione ben diversa rispetto alla tradizionale variante cinque porte. Gli interni sono praticamente gli stessi, con particolari ben rifiniti, semplici ma funzionali, e con un buon livello di dotazioni tecnologiche di serie. L’assenza delle due porte posteriori migliora il look dell’auto, ma rende anche più difficoltoso l’accesso al divano posteriore. Certo i sedili anteriori si inclinano e si spostano in avanti, ma salire e scendere dai posti posteriori non è facilissimo per via dello scarso spazio a disposizione tra il montante centrale ed il sedile. Quando si è seduti si ha però uno spazio abbastanza comodo, soprattutto per le gambe, un po’ meno per la testa.

Hyundai i30 3 porte: prova su strada

Se si viaggia principalmente da soli, o in due, questo potrebbe tuttavia non essere un problema, con il bagagliaio che risulta molto capiente, con una volumetria di 378 litri che può estendersi fino a ben 1.316 litri abbattendo gli schienali posteriori. Pensando che la Hyundai i30 3 porte è lunga 4.3 metri, larga 1,78 ed alta 1,47, questo dato risulta ancor più sorprendente, anche se c’è da dire che la soglia di carico non è tra le più basse sul mercato. Come per tutti i modelli del marchio coreano c’è però da tenere conto che gli allestimenti sono molto ricchi di accessori, con Hyundai che offre ai propri clienti la possibilità di avere un impianto di infotainment con videocamera di retromarcia, particolarmente utile su un modello come questo che non presenta una buona visibilità posteriore per via della conformazione dei montanti.

Se si è alla ricerca di una segmento C dal design sportiveggiante, con buone doti di guida e consumi ridotti, la Hyundai i30 1.6 CRDi tre porte potrebbe rivelarsi una proposta interessante. Se invece avete necessità di accedere facilmente ai sedili posteriori, questa non è l’auto che fa per voi, meglio ripiegare sulla più comoda, ma meno emozionante variante a cinque porte, decisamente più pratica anche se leggermente più costosa.


";i:2;s:371:"

Hyundai i30 3 porte: Listino Prezzi


Hyundai i30 1.4 Classic 100 cv 3 porte 16.050 €
Hyundai i30 1.4 Sport 100 cv 3 porte 18.050 €
Hyundai i30 1.4 CRDi Classic cv 3 porte 17.975 €
Hyundai i30 1.6 CRDi Sport 110 cv 3 porte 20.675 €
Hyundai i30 1.6 CRDi Sport 128 cv 3 porte 21.275 €
Hyundai i30 1.6 CRDi Sport Aut. 128 cv 3 porte 22.475 €

";i:3;s:444:"

Hyundai i30 3 porte: tutte le foto

Hyundai i30 3 porte: prova su strada








";}}

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: