Golfperformancetour: la Volkswagen Polo R WRC

Il Golfperformancetour ha visto come protagonista anche la Volkswagen Polo R WRC, la compatta più performante della gamma Polo, che abbiamo portato con noi durante il nostro viaggio scoprendo il suo carattere da vera sportiva.

a:2:{s:5:"pages";a:3:{i:1;s:0:"";i:2;s:27:"Meccanica e guida su strada";i:3;s:36:"Scheda Tecnica Volkswagen Polo R WRC";}s:7:"content";a:3:{i:1;s:4469:"

Dal Mondiale Rally alle strade di tutti i giorni. La Volkswagen Polo R WRC è una delle compatte più estreme della storia del marchio di Wolfsburg. Trazione anteriore, 220 cavalli e un assetto derivato dal mondo delle corse: una vettura precisa, divertente ed estremamente veloce. La Volkswagen Polo R WRC è, infatti, la Polo stradale più performante della storia, una vettura creata per poter omologare la variante da gara per il WRC, immediatamente vittoriosa nelle competizioni e laureatasi Campione del Mondo con Sebastien Ogier.

Proprio come da regolamento FIA per il World Rally Championship, Volkswagen ha costruito 2.500 Volkswagen Polo R WRC: un’edizione a tiratura limitata nella sola variante a tre porte. Certo tra la variante utilizzata nel Mondiale Rally e la Polo R WRC stradale, le differenze sono molte, con quest’ultima che viene assemblata sulla stessa linea produttiva delle normali Volkswagen Polo, nella fabbrica di Navarra in Spagna. Nonostante ciò la Volkswagen Polo R WRC si caratterizza per un comportamento stradale estremamente aggressivo, con alcune similitudini alle vetture da corsa, soprattutto nell’erogazione e nella precisione di guida, garantita dal telaio irrigidito e dal nuovo assetto sviluppato appositamente.

Sotto al cofano non poteva che battere uno dei propulsori a quattro cilindri più performanti della storia del marchio tedesco. A Wolfsburg hanno infatti deciso di installare sotto al cofano della Volkswagen Polo R WRC il motore ad iniezione diretta di benzina. Questo motore sovralimentato garantisce alla Polo R WRC la straordinaria potenza di 220 cavalli a 4.500 giri al minuto e una coppia massima di 350 Nm tra i 2.500 e i 4.400 giri al minuto.

Interni: la Polo più sportiva


Volkswagen Polo R WRC interni

La Volkswagen Polo si è da sempre distinta per i suoi interni sobri ma completi, con tutto al posto giusto. Anche la nuova generazione della Volkswagen Polo non poteva che ricalcare queste linee guida, presentando una plancia lineare, elegante ma completa. La Polo R WRC riprende nella quasi totalità l’aspetto interno delle sorelle meno performanti, aggiungendo qualche pizzico di sportività che migliora, oltre al look, anche il feeling con l’auto.

Arrivano quindi nuovi sedili sportivi con alcune impunture che richiamano il blu di questo allestimento, con le cuciture a contrasto che vengono riprese anche sulla cuffia del cambio e sul volante. Proprio il volante è uno dei particolari più distintivi di questo particolarissimo allestimento. Rivestito con un particolare materiale morbido antiscivolo, si ispira ai volanti da corsa, sia per la sua particolarissima forma con fondo piatto, sia per la presenza di una striscia a contrasto nella parte alta, utilizzata per far capire immediatamente al pilota in quale posizione si trovano le ruote.

Nella razza inferiore del volante spicca il logo WRC, che viene ripreso anche sugli schienali dei sedili sportivi, oltre che in altri particolari della vettura. Per il resto, oltre ai pedali in alluminio, gli interni sono praticamente identici a quelli delle versioni più complete della Volkswagen Polo. Navigatore satellitare, climatizzatore automatico e tutti gli accessori necessari per viaggiare in totale comfort.

Rispetto alle altre Polo, la Volkswagen Polo R WRC si distingue all’interno anche per un’altra importantissima caratteristica: il suono del motore. La voce del 2.0 litri entra, infatti, in maniera soffusa nell’abitacolo ai regimi bassi, facendosi più incalzante e presente oltre la metà del contagiri. Tuttavia non sarebbe corretto parlare di ciò come un difetto: il quattro cilindri esprime le sue doti canore in maniera sostanziosa ma mai fastidiosa, coinvolgendo maggiormente il pilota durante la guida e permettendo un rapporto ancora più stretto tra l’uomo e la macchina, in un’intesa difficile da trovare su una compatta stradale.

[video sid='brightcove_0']

";i:2;s:4515:"

Meccanica raffinata e tanta potenza

Golfperformancetour: la Volkswagen Polo R WRC

La Volkswagen Polo R WRC è una versione più evoluta della Volkswagen Polo GTI. La base di partenza è la stessa, con un telaio irrigidito e delle sospensioni MacPherson all’anteriore accoppiate a un sistema a barra di torsione al posteriore. Identiche anche le carreggiate, con la Volkswagen Polo R WRC che presenta una larghezza di 1.445 millimetri all’anteriore e di 1.435 al posteriore. Alcune modifiche ai mozzi hanno però permesso di installare grandi cerchi in lega da 18 pollici che montano di serie pneumatici sportivi Dunlop SP Sport Maxx da 215/35.

Lo sterzo è di tipo elettromeccanico e risulta identico, anche come taratura, a quello della Volkswagen Polo GTI. L’assetto risulta invece dedicato a questo allestimento, con delle sospensioni rigide e perfette per la guida sportiva, sia su strada, sia in pista. Proprio per le sessioni di guida sportiva, il 2.0 litri turbo è stato dotato di un sistema di raffreddamento maggiorato, che consente di tenere a bada le alte temperature generate dalla guida sportiva. Il quattro cilindri è infatti caratterizzato da una cubatura di 1.984 centimetri cubi e si rivela particolarmente fluido agli alti regimi. Il 2.0 litri si spinge senza problemi anche fino a 7.000 giri, garantendo una spinta uniforme e vantando una certa velocità nelle risposte. La Volkswagen Polo R WRC risulta però più pesante di 54 chilogrammi rispetto alla Polo GTI, soprattutto per via del motore, ma la massa sull’asse anteriore non influisce in maniera sensibile sulla guidabilità dell’auto per via della particolare regolazione dell’assetto.

Guida su strada


Volkswagen Polo R WRC

Con uno 0-100 coperto in 6.4 secondi e una velocità massima superiore ai 240 all’ora ci si potrebbe aspettare una vettura scorbutica, difficile da gestire e da controllare. La Volkswagen Polo R WRC però è tutto l’opposto: pur avendo prestazioni eccezionali per il suo segmento, si dimostra fluida e semplice da guidare ad andature moderate, sfoderando i suoi artigli solo oltre la metà del contagiri. In Volkswagen hanno abilmente tarato l’erogazione per consentire una guida confortevole nell’utilizzo quotidiano, lasciando però al guidatore il compito di decidere se viaggiare comodamente oppure in maniera sportiva.

Due anime nella stessa vettura insomma, regolate dal pedale destro. Un comando del gas molto reattivo agli alti regimi, quasi senza filtri. Un feeling di guida non troppo distante da quello di una vera automobile da corsa, con la Volkswagen Polo R WRC che, al limite delle sue possibilità, si rivela estremamente divertente a patto di trattarla con le dovute maniere. Quando si spinge forte, il torque steering si sente in maniera abbastanza marcata: bisogna farci l’abitudine, ma una volta presa confidenza, la Volkswagen Polo R WRC diventa estremamente precisa in uscita di curva.

Giocando con il pedale destro ci si accorge di come l’ingresso e la percorrenza di curva possano essere interpretati in maniera diversa. Alleggerendo il gas il posteriore si apre leggermente, permettendo di pennellare traiettorie fluide e precise, che consentono di tenere la corda in maniera relativamente facile anche in prossimità del raggiungimento dei limiti di aderenza della vettura. Il sottosterzo è infatti poco presente, con l’asse anteriore che si aggrappa in maniera salda all’asfalto, scivolando in maniera progressiva e lineare solo quando trattato male.

Una vera sportiva messa su strada, un’auto precisa e veloce, non troppo difficile da gestire al limite e abbastanza comunicativa a livello di telaio, leggermente meno a livello di sterzo vista la presenza di un’unità elettromeccanica, ma comunque ottima anche per i track day più impegnativi. Uscendo dalla pista si può però apprezzare la sua buona abitabilità e le sue doti stradali che permettono di utilizzarla quotidianamente se si concede un po’ di pazienza in merito al rigido assetto.

";i:3;s:1714:"

Scheda Tecnica Volkswagen Polo R WRC


Golfperformancetour: la Volkswagen Polo R WRC

Volkswagen Polo R WRC
Motore: 2.0 TSI R-WRC

Motore, cambio, impianto elettrico

Tipologia di motore: 4 cilindri - Ciclo Otto
Cilindrata effettiva, cm3: 1.984
Potenza massima, KW (CV) a giri/min: 162/4.500
Coppia Massima, Nm a giri/min: 350/2.500-4.400
Cambio meccanico: 6 rapporti
Velocità massima, km/h: 243
Accelerazione 0-80 km/h, s: 4.9
Accelerazione 0-100 km/h, s: 6.4

Carburante: Benzina super senza Piombo
Urbano, l/100 km: 10.1
Extraurbano, l/100 km: 6.0
Combinato, l/100 km: 7.5
Emissione di CO2, g/km: 174
Classe di emissione: Euro 5
Capacità serbatoio carburante (l) : 45 ca.
Freni Anteriori: Disco
Freni Posteriori: Disco

Massa complessiva, kg: 1.670
Massa in ordine di marcia, kg: 1.324
Carico ammesso sul tetto, kg: 75
Rapporto Potenza/Tara: 122.36

Dimensioni esterne (mm)
Lunghezza: 4.000
Larghezza: 1.682/1.698
Altezza: 1.429/1.459
Passo: 2.457
Carreggiata anteriore: 1.445
Carreggiata posteriore: 1.437

Dimensioni interne (mm) :
Larghezza abitacolo sedili anteriori: 1.432
Larghezza abitacolo sedili posteriori: 1.393
Altezza abitacolo sedili anteriori: 974
Altezza abitacolo sedili posteriori: 943
Spazio per le gambe sedili anteriori: 1.042
Spazio per le gambe sedili posteriori: 824

Dimensioni vano bagagli (mm)
Profondità: 699
Profondità con schienali abbattuti: 1.371
Altezza: 412
Altezza fino al tetto: 672
Capacità*: 204/882

Volkswagen Polo R WRC Golfperformancetour";}}

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: