Automobili Storiche

Nel nostro paese viene considerata automobile storica (o d’epoca) una vettura che abbia superato il 20° anno di vita. Il proprietario deve tuttavia iscriverla in uno fra i club federati ASI (Automotoclub Storico Italiano) o in uno fra i registri storici dell’ASI, suddivisi in funzione del marchio. Per procedere con l’iscrizione è necessario presentare un certificato di rilevanza storica e collezionistica, nel quale devono essere riportati i dati anagrafici del possessore, la data di costruzione e di prima immatricolazione (se disponibile) del veicolo, i dati generali e identificativi, le caratteristiche tecniche e l'indicazione delle eventuali parti sostituite.

Ciascuna vettura dev’essere poi sottoposta a revisione biennale, procedimento da svolgere presso gli uffici della Motorizzazione civile oppure presso centri autorizzati. Sono coinvolti tutti i veicoli storici, anche quelli costruiti prima del 1 gennaio 1960. La procedura di revisione corrisponde a quella destinata alle vetture di più recente introduzione. Non tutte le compagnie assicurative offrono polizze ridotte per automobili storiche. Per usufruirne – secondo Repubblica – è necessario presentare un documento fra l'attestato di storicità, il certificato di rilevanza storica e la carta di identità della vettura.

L’ammontare del bollo varia invece fra un minimo di 25.82 euro ad un massimo di 60 euro (in Toscana). Investitori e collezionisti hanno negli ultimi anni indirizzato le rispettive attenzioni verso modelli dal nobile passato. Le quotazioni hanno in tal modo raggiunto picchi a 10 cifre. Nell’ottobre 2013 una Ferrari 250 GTO del 1963 ha cambiato garage previo assegno da 38 milioni di euro (è il record assoluto), mentre più di recente una Ferrari 250 Testa Rossa è andata all’asta per 29 milioni di euro .

I prototipi di Le Mans al Salone di Ginevra 2014

Gli amanti dell'automobilismo d'epoca non si lasceranno certo sfuggire i 20 gioielli esposti al salone di Ginevra. Continua...

Festa della Donna 2014: Auguri alla prima automobilista della storia

Per la Festa della Donna 2014 ecco la curiosa storia di Bertha Benz che la fece diventare la prima automobilista della... Continua...

Spot Fiat 128 del 1969 con Enzo Ferrari

Enzo Ferrari guida una Fiat 128. Ecco come la gloriosa berlina italiana veniva vista nel 1969 in questo storico spot... Continua...

Dal garage spunta la Ford GT40. Ma è senza motore...

Un appassionato californiano rispolvere dopo oltre trent'anni la Ford GT40 del 1966. E' senza motore, ma vanta un'altra... Continua...

Ferrari 335S comprata per 1.000 dollari venduta a 21 milioni

Spendere 1.000 dollari per un'auto che oggi ne vale 21 milioni? E' capitato con questa Ferrari 335S dalla storia... Continua...

Aston Martin: la DB4 era nascosta nel garage

Un facoltoso appassionato inglese decide finalmente di mettere in vendita la sua DB4. Peccato che non l'abbia finora... Continua...

Amarcord, spot Fiat Uno 1983 con Forattini

Un tuffo nella memoria di tutti i maggiori di 30 anni. Ecco la campagna pubblicitaria di lancio della Fiat Uno nel... Continua...

Tucker Torpedo: un viaggio del mondo per vedere gli esemplari rimasti

Uno scrittore australiano è andato alla ricerca delle 48 Tucker Torpedo rimaste. Si è fermato 'solo' a 25. Continua...

Bonhams: tutte le immagini dell'asta in corso a Parigi

I responsabili della casa d'aste Bonhams mandano all'incanto decine e decine di automobili d'epoca. Fra queste c'è... Continua...

Ferrari 250 Testa Rossa: un esemplare va all'asta per oltre 29 milioni di euro!

Un investitore di origini olandesi vende la sua Ferrari 250 Testa Rossa ad un anonimo appassionato. E' il secondo... Continua...