Nuova Peugeot 208: primo contatto con la segmento B

Abbiamo provato in anteprima la nuova Peugeot 208 di terza generazione, una vettura ricca di contenuti e dall'ottima presenza scenica.

Il segmento B è uno dei più attivi del mercato, nonché uno dei più ricchi di proposte. In questa particolare fetta di mercato, Peugeot ha sempre proposto delle auto di tendenza, che hanno scritto pagine importanti dell'automobile. Non si possono non ricordare la Peugeot 205, la 206, la meno fortunata 207 e le due generazioni di 208 che sono arrivate fino ai giorni nostri. Adesso però siamo pronti a dare il benvenuto alla 208 di terza generazione, che promette di lasciare il segno come e più delle sue antenate. Disponibile con motorizzazioni benzina, diesel ed elettrica, è pronta a graffiare la scena come un vero felino. Andiamo a conoscerla meglio.

Peugeot 208: com'è fatta


Partiamo subito dalle misure, la Peugeot 208 è lunga 4 metri e 5 centimetri, e utilizza la nuova piattaforma modulare CMP (Common Modular Platform), che ha consentito di ridurre il peso complessivo di 30 kg e di poter far spazio alla versione 100% elettrica. Esteticamente si vedono le affinità con le vetture di più alto rango della gamma francese, come la 508 che ha rivoluzionato il design delle ultime nate sotto il Leone. Ecco allora all'anteriore il tipico "graffio felino" a LED, che ben si sposa con i gruppi ottici, anch'essi full LED (opzionali). Bella la calandra molto ampia così come la sigla 208 che fa capolino sulla punta del cofano, proprio come accade sulla 508. Lateralmente si trovano invece delle somiglianze con la vecchia 208, anche se questa è molto più muscolosa in alcune sezioni, come i passaruota. Cerchi in lega disponibili da 16 o 17 pollici. Al posteriore il family feeling è più marcato con la gamma SUV del Leone, con la banda nera che raccorda i tre artigli (sempre a LED) per lato dei gruppi ottici. I nuovi colori aggiunti in listino sono: Giallo Faro, Blue Vertigo e Rosso Elixir.

Peugeot 208: gli interni


Bisogna ammettere che in Peugeot per la piccola 208 non hanno risparmiato sugli interni, perché essi sono molto raffinati e tecnologici, in cui si pone in risalto il nuovo Peugeot i-Cockpit, più avanzato ed ergonomico. Il quadro strumenti può essere totalmente digitale, a seconda dell'allestimento, e anche 3D, con le informazioni su due livelli di lettura. Le indicazioni sono dinamiche, arrivano allo sguardo del guidatore a seconda del loro grado di importanza o di urgenza.

Al centro della plancia si trova un touchscreen dell'infotainment nelle misure che vanno dai 5,7 ai 10 pollici in base all'allestimento previsto. A disposizione non manca la funzione Mirror Screen con compatibilità di connessione MirrorLink, Apple CarPlay e Android Auto. Disponibili anche la ricarica a induzione e fino a quattro prese USB (di cui una di tipo C), sempre a seconda dei pacchetti a disposizione. L'abitacolo è molto raffinato e la percezione della qualità degli assemblaggi è molto buona, così come quella dei tasti posti al centro, con effetto pianoforte. Lo spazio a disposizione è buono, anche se leggermente sacrificato per chi siede nei posti dietro. Il bagagliaio è di 265 litri, ma lo scalino può causare qualche noia di troppo.

Peugeot 208: motori


Fra le motorizzazioni tradizionali si trovano il 1.2 PureTech benzina con potenze di 75 CV (cambio manuale a 5 rapporti), 100 CV (manuale a 6 rapporti o EAT8 in optional) e 130 CV (con EAT8 di serie), e il diesel 1.5 BlueHDi 100 CV con manuale a 6 rapporti. Presente anche la grande novità rappresentata dalla versione elettrica, che utilizza una serie di batterie da 50 kWh (garantite 8 anni o 160.000 km), e possiede una potenza di 136 CV con 240 Nm di coppia e 340 km di autonomia secondo il ciclo WLTP.

Peugeot 208: come va su strada


Abbiamo provato la versione 1.2 PureTech da 131 CV con cambio automatico ad 8 rapporti, una vettura che fin da subito si dimostra pronta e brillante. Buono il motore nello spunto e nell'allungo. Il cambio è quanto mai efficace, sia nella modalità sequenziale che in quella automatica, un vero gioiello per questa piccola vettura di segmento B. Una novità è l'introduzione di 3 modalità di guida: Eco, Normal e Sport, che cambiano il comportamento della vettura, senza però stravolgerne le caratteristiche essenziali. L'assetto è un po' rigido sulle sconnessioni della strada, ma questo va a beneficio del comportamento più sportivo tenuto dalla macchina. Il confort a bordo non manca, ottimo lavoro anche dal punto di vista dell'insonorizzazione.

Peugeot 208: allestimenti e listino prezzi


L'allestimento entry level si chiama Like, previsto solo con il 1.2 a benzina con 75 CV (14.950 euro) e il 1.5 BlueHDi diesel (18.150 euro). Dispone di cerchi in lamiera da 15 pollici e di un display centrale di 5”, ma  di serie ha anche la frenata automatica d'emergenza, l'allarme anti-colpo di sonno, il mantenimento in corsia, il climatizzatore manuale, gli alzacristalli elettrici anteriori e fari ad accensione automatica. Salendo di categoria abbiamo la Active, che con 1.300 euro in più ha a disposizione, oltre ai motori già elencati, anche una serie di unità più potenti (escluso il 1.2 turbo da 130 CV, ma incluso quello elettrico, a 33.400 euro). Dispone di cerchi da 16 pollici, finiture interne più dettagliate e soprattutto e del touchscreen centrale da 7” con Apple CarPlay e Android Auto. Un ulteriore allestimento verso l'alto è Allure, più elegante e raffinato, di contro altare vi è lo sportivo GT Line, che aggiunge anche la retrocamera e i sensori di parcheggio anteriori. Tutte le versioni si possono avere anche con la formula di noleggio “tutto compreso” (bollo, assicurazione, manutenzione ordinaria e straordinaria) Free2Move.

Peugeot 208: in sintesi


La Peugeot 208 è una vettura brillante, moderna e davvero accattivante, sia per le sue forme che sul comportamento in strada. Sicuramente una delle segmento B pronte a prendersi la scena da assoluta protagonista. Ottimi gli interni, specie negli allestimenti più ricchi. Qualche problema nell'abitabilità posteriore, specie per le porte di ingresso piccole e per il bagagliaio non troppo voluminoso.

PRO

Dettagli: l'abitacolo è di assoluto pregio.

Brillantezza: l'auto è agile e il motore davvero brillante.

CONTRO

Abitabilità posteriore: un po' sacrificato lo spazio posteriore, difficoltà di ingresso ed uscita.

Bagagliaio: non troppo spazioso per la categoria.

Peugeot 208: scheda tecnica


Dimensioni:

Lunghezza: 406 cm
Larghezza: 175 cm
Altezza: 143 cm
Passo: 254 cm
Peso: 1158 kg
Capacità baule: 265-1106 litri
Motore e Trasmissione:
Alimentazione: benzina
Cilindrata: 1.199 cc
N. Cilindri: 3 cilindri in linea
Potenza: 131 cavalli a 3.500 giri
Coppia Max: 230 nm a 1.750 giri
Trazione: anteriore
Cambio: automatico a 8 rapporti
Prestazioni:
Velocità massima: 208 km/h
Accelerazione: 0-100 km/h in 9,6 secondi
Emissioni: 103 g/km
Consumo Medio dichiarato: 21,3 km/l

  • shares
  • Mail