Mercedes-Benz C112: la concept car in mostra al MAUTO di Torino

Per festeggiare i 40 anni di Auto&Design, la concept car Mercedes-Benz C112 sarà offerta al piacere del pubblico in visita alla nuova mostra allestita al Museo Nazionale dell'Automobile di Torino.

La Mercedes-Benz C112 sarà messa in vetrina nell'ambito della mostra "Auto&Design - Il Progetto Raccontato", che andrà in scena fino al 10 novembre 2019 al MAUTO, Museo Nazionale dell'Automobile di Torino. I visitatori potranno conoscere da vicino questa concept car del 1991, giovandosi di informazioni sulla sua genesi, che si lega alla Sauber-Mercedes C11 scesa in pista nel Campionato Mondiale Sport Prototipi del 1990. Di quel bolide da gara rappresenta, in qualche molto, l'interpretazione stradale.

L'esposizione in Piemonte della supercar tedesca prende forma nell'ambito dei festeggiamenti per i 40 anni della rivista Auto&Design, che ha sempre riservato un posto di riguardo allo stile della casa di Stoccarda.

Icona di sportività e sintesi di forma e funzione, la Mercedes-Benz C112 è il frutto degli slanci creativi della "stella", in una prospettiva visionaria che ha anticipato alcune soluzioni poi applicate sui modelli di serie del marchio. Fra i suoi elementi estetici spiccano le porte ad ali di gabbiano, legate alla tradizione più nobile di famiglia, essendo un prezioso richiamo a quelle della leggendaria 300 SL.

Banco di test nello sviluppo di sistemi per il controllo dinamico delle future generazioni di vetture, questa sportiva nacque con l'obiettivo di trasferire alle auto di listino parte del know-how tecnologico acquisito nelle corse. Cuore pulsante della Mercedes-Benz C112 è un motore V12 da 6 litri, con 408 cavalli di potenza, disposto in posizione centrale. Notevoli le sue performance, non solo in relazione ai parametri dell'epoca: la velocità massima è di 312 km/h, mentre l'accelerazione da 0 a 100 km/h richiede solo 4"9 secondi.

Innovativo il sistema di controllo della stabilità che prevede le sospensioni intelligenti Active Body Control (ABC), monitorate da sensori gestiti da un centralina, che assicura il loro ottimale funzionamento, conciliando i più alti livelli di sicurezza e comfort. Su questa vettura furono messi alla prova anche i sistemi ABS ed ASR.

La regolazione elettronica dell'alettone posteriore, che lo rende efficace anche nelle frenate di emergenza, è una prova dell'attenzione dei tecnici per l'aerodinamica attiva, che interviene anche sul setup dello spoiler frontale, assicurando un grande equilibrio tra minima resistenza aerodinamica e massima deportanza. Un'auto, quindi, molto innovativa: alcune delle soluzioni lanciate dalla Mercedes-Benz C112 appartengono oggi al patrimonio tecnico delle moderne supercar della "stella" e...non solo.

  • shares
  • Mail