BMW 745e al Salone di Ginevra 2019

L'ultima generazione dell'ammiraglia BMW arriva al Salone di Ginevra con una motorizzazione ibrida: ecco a voi la nuova 745e.

C'è anche la nuova Serie 7 BMW al Salone di Ginevra e c'è nella sua versione tecnologicamente più avanzata: la 754e, cioè l'ammiraglia di Monaco di Baviera elettrificata ibrida plug in. BMW ha portato la nuova Serie 7 ibrida sia in versione standard che a passo lungo (745Le), anche con trazione xDrive (745Le xDrive).

Se c'è un'auto che da anni ormai rappresenta il concetto stesso di ammiraglia premium è proprio la Serie 7, ormai punto di riferimento nel segmento lusso. La nuova 7 è stata già annunciata e svelata, con tutte le sue novità in fatto di design e allestimenti. Quel che è nuovo a Ginevra, però, è il sistema ibrido che la muove.

Il motore a benzina a sei cilindri in linea e Il motore elettrico offrono in totale una potenza combinata di 290 kW/394 CV (con la modalità SPORT attivata). Rispetto al vecchio modello, la capacità della batteria sale leggermente portando l'autonomia in 100% elettrico fino a 58 chilometri per la BMW 745e, a 55 chilometri per la BMW 745Le e a 54 chilometri per la BMW 745Le xDrive.

Consumi ed emissioni dichiarati sono pari a 2,1 l/100 km e 48 grammi di CO2 (745e), 2,3 l/100 km e 50 grammi di CO2 (745Le) e 2,6 l/100 km e 52 grammi di CO2 per la 745Le XDrive.




La nuova BMW Serie 7 ha un design più imponente della precedente: all'anteriore è più alta di 50 millimetri e presenta una calandra BMW più grande del 40 per cento e fari più sottili, mentre il posteriore è stato ridisegnato con una striscia luminosa sotto la barra cromata che collega le luci posteriori, a loro volta più sottili rispetto alla versione precedente.

All'interno il lusso è totale: tra gli optional troviamo anche il rivestimento in pelle Nappa con trapuntatura estesa. Venendo al quadro strumenti, invece, esso è formato da un sistema di schermi ed è gestito dal software proprietario BMW Operating System 7.0. Tra le funzionalità di guida assistita, infine, ora c'è anche il Reversing Assistant.

  • shares
  • Mail