Salone di Ginevra 2019: ecco la Pininfarina Battista

All'esposizione svizzera è stata svelata in anteprima mondiale la prima automobile realizzata dal marchio italiano, noto per il design, Pininfarina. Il nome Battista è un tributo al fondatore del marchio, mentre dal punto di vista tecnico, stiamo parlando di una hypercar elettrica in grado di sviluppare una potenza di 1.900 CV e 2.300 nm di coppia

Al salone di Ginevra 2019, tra le tante novità che hanno affollato l'evento svizzero, una delle più interessanti riguarda uno storico marchio italiano noto sino ad oggi come uno degli studi di design per vetture più apprezzato e conosciuto nel mondo. Da questa firma, è recentemente nata una nuova società il cui scopo è quello di realizzare veicoli ad altissime prestazioni mossi da propulsione elettrica.

Ecco dunque che la prima creazione di Automobili Pininfarina, la Battista, nome che celebra il fondatore del marchio, Battista "pinin" Farina, è una hypercar elettrica che ha saputo lasciare tutti i presenti a bocca aperta non solo per l'eleganza e la bellezza delle sue armoniose linee, ma anche, e soprattutto, per i numeri di cui questo veicolo è capace.

Scheda tecnica alla mano, parliamo di un'automobile che, grazie a quattro motori elettrici collocati in prossimità di ciascuna ruota, è in grado di erogare una potenza complessiva di ben 1.900 CV e 2.300 nm di coppia: a conti fatti, la Battista risulta essere l'auto da strada più potente mai prodotta in Italia. Sì perchè Pininfarina produrrà la sua esclusiva vettura presso lo stabilimento torinese di Cambiano, dove a partire dal 2020 tecnici specializzati realizzeranno a mano i 150 esemplari previsti, destinati ai 4 principali mercati mondiali.

Tornando alle qualità dinamiche, la Battista accelera da 0 a 100 km/h in meno di due secondi, mentre da 0 a 300 km/h in meno di 12, raggiungendo una velocità massima, autolimitata, di 350 km/h. Merito dei quattro motori elettrici e della batteria da 120 kWh che, secondo la casa, riesce a garantire fino a 450 km di autonomia se si tiene il piede leggero sull'acceleratore. La macchina è anche equipaggiata con ben 5 radiatori che tengono sotto controllo l'elevatissime temperature che questa vettura può raggiungere.

Anche internamente, il veicolo stupisce grazie a una plancia moderna e tecnologica che sfrutta ben tre display digitali dai quali poter controllare e configurare ogni singolo parametro del veicolo. Non mancherà, poi, un avanzato sistema di infotelematica che offrirà ai conducenti della Battista il meglio dell'intrattenimento e della navigazione oggi disponibile nel mondo automotive.

A Ginevra, il veicolo era esposto in tre diverse colorazioni: Bianco Sestriere, Blu Iconica e Grigio Luserna. L'auto sarà comunque personalizzabile a seconda dei gusti dei clienti con colori opachi, finiture in alluminio e parti esterne in fibra di carbonio a vista. Il prezzo di questa vettura straordinaria non è stato comunicato, anche se è verosimile aspettarsi che raggiunga o superi almeno il milione di Euro. Tra i primi che si sono interessati alla Battista, anche l'ex campione del mondo di Formula 1 Nico Rosberg che sembrerebbe averne già ordinato un esemplare da poter mettere nel proprio garage.

  • shares
  • Mail