Auto ibride Lexus: le novità al Salone di Parigi 2018

Lexus, brand del segmento lusso del gruppo Toyota, presenterà al Salone di Parigi le nuove RC Hybrid, LC Yellow Edition, ES Hybrid e UX Hybrid.


lexus lc hybrid
Saranno molte le novità presentate da Lexus al prossimo Salone di Parigi, che aprirà i battenti il 2 ottobre. Il brand luxury giapponese del gruppo Toyota presenterà infatti le ultime evoluzioni dei veicoli della sua gamma di auto ibride.

Una gamma interamente basata su tre pilastri: un design avveniristico e attraente, dotazioni premium e motorizzazioni Self Charging Hybrid.

A far bella mostra nello stand Lexus al Salone di Parigi saranno la nuova coupé sportiva RC Hybrid (al suo esordio mondiale), la LC Hybrid in versione esclusiva Yellow Edition, la settima generazione della berlina di lusso ES Hybrid e il nuovo crossover compatto UX Hybrid.

Lexus RC Hybrid



In vendita dal 2014 la Lexus Hybrid RC si è ritagliata una buona posizione nel mercato delle coupé sportive grazie al design audace e al motore ibrido che abbassa consumi ed emissioni.

Da sempre presentata come un'auto "sportiva ma gentile", nella sua ultima versione aumenta il comfort e il piacere di guida.

La nuova versione di questa macchina ibrida, ispirata nel design alla "sorella cattiva" LC 500h, arriverà sul mercato italiano a inizio 2019.


Lexus LC Hybrid Yellow Edition



Per chi invece preferisce un'auto ibrida sportiva decisamente più appariscente, al Salone di Parigi Lexus presenterà la Yellow Edition della LC Hybrid: una special edition caratterizzata da una colorazione assolutamente particolare e inedita.

Il colore Giallo Race, infatti, è ottenuto grazie all'applicazione multistrato della vernice e di colori primer. Il risultato è un colore che va visto dal vivo, difficile raccontarlo con una foto.

Questa scelta di design viene replicata anche all'interno: l'abitacolo della Lexus LC Hybrid Yellow Edition riprende le stesse tinte degli esterni ed è caratterizzato dai colori bianco avorio, nero e giallo.

Tecnicamente, invece, la Lexus LC Hybrid Yellow Edition è dotata delle caratteristiche della LC Sport+


Lexus ES Hybrid



Il Salone di Parigi 2018 sarà anche occasione per il debutto europeo della settima generazione della Lexus ES Hybrid. Lunga 4.960 mm, larga 1.865 e alta 1.445 con un passo di 2.870 mm la ES è anche in quest'ultima generazione una berlina premium ibrida classica ed elegante.

Il nuovo design è caratterizzato da una linea del cofano bassa che rende più dinamico il look di questa auto ibrida.

La versione ES 300h porterà la sola trazione anteriore e motore a benzina quattro cilindri 2.5 aspirato a ciclo Atkinson particolarmente efficiente abbinato al motore elettrico.

La potenza massima combinata è pari a 218 cavalli (160 kW) mentre i consumi medi dichiarati sono pari a 4,7 litri per 100 Km.


Lexus UX Hybrid



Appena presentato in Italia alla Mostra del Cinema di Venezia, il nuovo crossover compatto ibrido Lexus UX Hybrid verrà esposto anche al Salone di Parigi 2018.

Questo nuovo SUV compatto Lexus si posizionerà tra il modello d'ingresso Lexus CT Hybrid e il best-seller Lexus NX Hybrid. Per la casa giapponese si tratta di un modello strategico: dovrà consentire al brand di raddoppiare i volumi entro il 2020.

Grazie all'UX Hybrid Lexus entra infatti nel ricco mondo dei cross-over premium, un segmento che non smette di crescere sia nel mercato italiano che internazionale.


La tecnologia Lexus Self Charging Hybrid



Buona parte del successo del brand Lexus è da ricercarsi nella tecnologia Self Charging Hybrid, sorella di quella che troviamo negli ibridi Toyota, che coniuga prestazioni di buon livello ed emissioni contenute grazie ad una efficienza del sistema termico-elettrico nettamente superiore rispetto al solo motore a benzina.

A differenza dei sistemi ibridi plug in la tecnologia ibrida Lexus non prevede alcune ricarica esterna: le batterie si ricaricano da sole 10 milioni fiat brasile,durante il tragitto.

A basse velocità, tipicamente nei percorsi cittadini, le macchine ibride Lexus viaggiano esclusivamente in elettrico con consumi di carburante ed emissioni pari a zero.

Quando si schiaccia l'acceleratore e si chiede più potenza al motore, entra in funzione il propulsore a benzina per fornire la potenza aggiuntiva richiesta. Quando l'auto è ferma (ad esempio al semaforo) entrambi i motori vengono spenti.

Elettrico e termico vengono alternati in continuazione dall'elettronica di bordo, che sceglie se fare andare l'auto solo in elettrico o con entrambi i motori in base alla potenza necessaria, mentre monitora costantemente la carica della batteria e ricaricandola sia quando si rilascia l'acceleratore che quando si schiaccia il freno, grazie al sistema di frenata rigenerativo

  • shares
  • Mail