Anteprima: Turchetti Raptus

Per il nostro cuore di appassionati, nomi come Stanguellini, Ermini, Paganelli, Giaur, Taraschi, Bandini, Stanga, Siata e un universo di tantissimi altri che non riusciamo a ricordare, presi dalla foga dell’immagine che vi proponiamo, sono balsamo per il cuore. Sono i rappresentanti di un’epoca perduta dell’automobilismo, quando con il motore di una Topolino, un telaio

di Ruggeri


Per il nostro cuore di appassionati, nomi come Stanguellini, Ermini, Paganelli, Giaur, Taraschi, Bandini, Stanga, Siata e un universo di tantissimi altri che non riusciamo a ricordare, presi dalla foga dell’immagine che vi proponiamo, sono balsamo per il cuore.
Sono i rappresentanti di un’epoca perduta dell’automobilismo, quando con il motore di una Topolino, un telaio tubolare, e una buona esperienza meccanica, tiravi su una macchina in quattro e quattr’otto; una piccola ma sgusciante barchetta che grazie a un peso scandalosamente ridotto e al suo motore vitaminizzato, poteva vincere la sua classe alla Mille Miglia. Non c’era industria, non c’era marketing, solo tanta passione e competenza.

Questo rievoca la Turchetti Raptus, sviluppata e costruita dagli amici di UkGarage su richiesta di un appassionato italiano. La macchina monta un motore (in posizione centrale-longitudinale) Alfa Romeo 2 litri preparato (ma il vano motore può ospitare altri propulsori) unitamente a un cambio sequenziale montato in blocco con il differenziale (tipico schema Transaxle). La vettura (telaio tubolare in acciaio, carrozzeria in fibra di vetro) pesa appena 750 chili.

Ultime notizie su Super Car

Ultime notizie sulle supercar più belle: foto e video, commenti.

Tutto su Super Car →