Fiat 500X: la prova all'Abetone e dentro Casa 500

Per raggiungere Casa 500 abbiamo guidato una 500X 2.0 turbodiesel con trazione integrale e 140 CV.

Una 500X con casa al seguito, “Casa 500” per essere precisi: un modo davvero originale per vivere a 360° lo spirito della crossover Fiat, un’auto adatta alla famiglia, al tempo libero ma anche agli sport invernali. La vettura in questione e la sua roulotte hanno toccato le principali località invernali italiane, da Bardonecchia a Madonna di Campiglio, passando per l'Abetone. Località in cui è stato anche possibile effettuare test drive della 500X a trazione integrale col pacchetto Off-Road Look.

L’esterno della Casa prevede una doppia tonalità cromatica: la parte superiore è dello stesso rosso mentre la parte inferiore e la portiera presentano un motivo simil-legno. Si tratta di una roulotte degli anni ’80, profondamente restaurata da Fiat e airbnb, la piattaforma online per trovare ed affittare alloggi.

L’interno di Casa 500 è fatto per accogliere e coccolare i suoi fortunati inquilini: ci sono comodità come frigorifero, radio, stufa, letto matrimoniale ed un televisore flat screen. Insomma, un piccolo “bozzolo”, ideale per riprendersi dalle fatiche di una lunga giornata sulle piste da sci. E lo stile di alcuni dettagli è davvero unico, perfettamente in sintonia con lo spirito della 500X che fa da motrice.

Fiat 500 X: come va

Sulle strade montane limitrofe all’Abetone abbiamo guidato la Fiat 500X col motore 2.0 turbodiesel M-Jet da 140 CV, trazione integrale e cambio automatico a 9 marce, al top dell’offerta della crossover italiana: si tratta di una versione con un prezzo d’attacco di oltre 30 mila euro. L’abbinamento fra la verniciatura rossa della carrozzeria e le protezioni in plastica di paraurti e passaruota dona all’auto un aspetto davvero ricercato.

Le buone impressioni sono confermate anche all’interno, dove l’auto si distingue per una costruzione solida, con materiali di qualità ed uno styling che fonde le forme che hanno fatto la storia della 500 con le tecnologie divenute indispensabili su un’auto moderna; a cominciare dal sistema di infotainment “U-Connect” con touch-screen da 6.5”, rapido ed intuitivo.

La posizione di guida rialzata conferisce una certa sensazione di dominio sulla strada, ma ad appagare veramente è il comparto “motore-trasmissione”: il Multijet piace per la risposta pronta e progressiva e per la spinta notevole, assicurata dal valore di coppia motrice di 350 Nm; il cambio automatico risulta invece fluido e veloce, con qualche sussulto solo quando si va col gas a tavoletta.

Inoltre, fra i due sedili anteriore è presente un selettore che permette di impostare 3 modalità di guida, fra cui una più sportiva ed una studiata per i fondi a bassa aderenza. Quest’ultima è risultata particolarmente efficace sulle strade viscide e talvolta innevate che abbiamo percorso nei dintorni dell’Abetone. Nella modalità di guida più sportiva invece il comportamento dell’auto è risultato molto sincero ed equilibrato, nonostante uno sterzo un po’ vago in termini di comunicatività.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: