Citroen DS3 2014: primo contatto su strada

La Citroen DS3 si rifà il look ed introduce i nuovi fanali "Xeno Full Led" ed altre tecnologie per la sicurezza. Ecco com'è e come va.

a:2:{s:5:"pages";a:4:{i:1;s:0:"";i:2;s:31:"Listino Prezzi Citroen DS3 2014";i:3;s:31:"Scheda Tecnica Citroen DS3 2014";i:4;s:36:"Tutte le foto della Citroen DS3 2014";}s:7:"content";a:4:{i:1;s:8462:"

Citroen DS3 2014: prova su strada

Citroen ha deciso di rinnovare la compatta della gamma DS, la Citroen DS3, senza però stravolgere le linee tanto apprezzate da più di 300 mila clienti. Dal 2009 ad oggi il Double Chevron ha infatti venduto ben 300 mila esemplari di Citroen DS3, 20 mila dei quali in Italia, ma dopo cinque anni è arrivato il momento di aggiornare la segmento B. Visto il successo di questo modello Citroen non ha voluto cambiarne radicalmente l’impostazione, aggiornando solo alcuni piccoli, ma importanti, particolari dell’estetica, ed introducendo novità tecniche e tecnologiche capaci di rivitalizzare l’intera gamma. L’esempio più lampante sono i nuovi gruppi ottici che caratterizzano il muso della vettura, chiamati da Citroen Xeno Full Led in quanto combinano un sistema di illuminazione a Led ed un proiettore bi xeno.

Vista la tecnologia alla base di questi nuovi fari, Citroen ha deciso di consentire ai clienti di sceglierli su alcuni allestimenti, come il So Chic dove vengono proposti a 700 euro insieme ai fanali posteriori a Led, proponendoli di serie sulle versioni di alta gamma ed escludendoli dalle opzioni disponibili per le varianti entry level Chic. I nuovi fari Xeno Full Led però non sono l’unica novità introdotta dalla Citroen DS3 2014. Il marchio francese ha infatti fatto debuttare sulla compatta del neonato brand DS il sistema Active City Brake, disponibile con un sovrapprezzo di 450 euro, che è in grado di frenare per evitare eventuali tamponamenti al di sotto dei 30 chilometri orari. Oltre a questi accessori la gamma di Citroen DS3, che ora parte da 16 mila euro, si è inoltre arricchita di un 1.6 diesel Euro 6 proposto nelle varianti potenza da 99 e da 120 cavalli che si è così andato ad unire ai 1.2 PureTech da 82 e da 110 cavalli, al 1.6 THP da 165 cavalli ed ai diesel 1.4 HDi da 70 cavalli, 1.6 e-HDi da 90 cavalli ed alla bifuel 1.4 VTi a GPL da 95 cavalli.

Citroen DS3 2014: com’è e come va

Citroen DS3 2014: prova su strada

Non appena la si guarda, di sera, la differenza rispetto al modello di derivazione è notevole. I nuovi fanali hanno riportato grinta ad un frontale ormai praticamente invariato da cinque anni, donando nuova linfa vitale ad un modello che dal punto di vista del design ha retto davvero bene il passare del tempo. Tutto il resto rimane praticamente invariato con Citroen che ha confermato tutte le principali caratteristiche che hanno portato al successo questo modello. Dimensioni compatte, con 3.95 metri di lunghezza, un bagagliaio capiente da 285 litri ed una buona abitabilità globale per una vettura omologata per il trasporto di cinque persone. Proprio lo spazio interno, nonostante le dimensioni compatte, non manca. Per essere una segmento B la Citroen DS3 si rivela comoda e piuttosto spaziosa davanti, con i passeggeri posteriori che devono fare però i conti con l’accessibilità tipica delle tre porte ed uno spazio per le gambe non eccessivo.

Sedendosi sul sedile lato guida si percepisce immediatamente un’atmosfera piuttosto sportiva, con una posizione di guida ben tarabile, fatta eccezione per lo schienale a scatti che non risulta molto pratico. Anche il volante permette buone regolazioni, con il guidatore che trova così facilmente una posizione di guida ottimale, apprezzando fin da subito le doti di comodità dei morbidi, ma avvolgenti, sedili anteriori. La visibilità anteriore è buona, con i montanti anteriori che non infastidiscono eccessivamente la vista e con gli angoli del muso che, pur non essendo ben visibili, sono facilmente intuibili nelle manovre. Non così bene la visibilità posteriore: bisogna affidarsi ai supporti tecnologici come la videocamera di retromarcia o abituarsi ad utilizzare per bene gli specchi esterni.

Proprio la visibilità è il tema sul quale Citroen ha voluto puntare maggiormente. Il nostro test drive è infatti avvenuto di sera, con il marchio francese che ha voluto farci provare i nuovi fari Xeno Full Led nel loro effettivo ambito d’utilizzo. Purtroppo la città di Milano ha in parte rovinato l’esperienza: strade illuminate e luci in ogni angolo non ci hanno permesso di apprezzare appieno l’effettiva potenzialità dei nuovi proiettori. Detto questo, le differenze rispetto ai normali fanali sono comunque notevoli: ci si accorge subito che l’illuminazione è diversa, più potente e chiara rispetto ad altri modelli. I fanali sono infatti composto da un proiettore allo xeno che funziona come anabbagliante. A questa unità si aggiungono tre elementi a Led che vengono utilizzati come luci di posizione e, in abbinata al proiettore xeno, anche come abbaglianti. La grande luminosità di questi fanali ha inoltre permesso a Citroen di non dover montare un complesso sistema lavafari. Le innovazioni dei nuovi fari Xeno Full Led però non terminano qui. Oltre alle funzioni di illuminazione i fari della nuova Citroen DS3 dispongono di indicatori di direzione dinamici. Una serie di Led si accende gradualmente indicando con un movimento simulato dalla luce la direzione di svolta, rendendo più sicura la vettura visto che gli altri automobilisti possono intuire ancor più facilmente le intenzioni del guidatore, sia più affascinante nell’utilizzo notturno.

Proprio i nuovi fari Xeno Full Led sono disponibili di serie sugli allestimenti ai vertici della gamma come la Citroen DS3 Sport Chic, che propone prezzi a partire da 21.800 euro, e la Citroen DS3 So Irresistible, che parte da 23.300 euro. Con 700 euro si possono poi montare i nuovi fanali anche sulle varianti meno accessoriate della vettura come la Citroen DS3 So Chic, che parte da 17.250 euro, ma non sul modello d’ingresso gamma, la Citroen DS3 Chic che, con il suo prezzo d’attacco di 16 mila euro, non dispone della possibilità di montare i nuovi proiettori. Proprio come i nuovi fanali, anche la disponibilità di motorizzazioni varia a seconda dell’allestimento con Citroen che ha sviluppato una gamma piuttosto articolata per quanto riguarda la nuova DS3.

Tra le novità introdotte dall’aggiornamento stilistico vi sono anche le nuove unità 1.6 BlueHDi 100 e 1.6 BlueHDI 120, rispettivamente accreditate di 99 e 120 cavalli. Durante la nostra breve prova abbiamo provato quest’ultima versione, percorrendo anche qualche chilometro a bordo della Citroen DS3 1.2 PureTech da 82 cavalli a tre cilindri. Il motore a gasolio risulta piuttosto pronto e reattivo anche ai bassi regimi, dimostrando buone doti di potenza nel traffico cittadino pur non brillando eccessivamente in allungo. Le riprese sono buone per merito della coppia di 300 Nm che, se sfruttata a dovere con le giuste cambiate permette prestazioni niente male senza dover sfruttare eccessivamente l’arco d’erogazione del quattro cilindri. Nonostante la potenza decisamente più modesta, anche il tre cilindri 1.2 PureTech da 82 cavalli si dimostra piuttosto pronto e reattivo, non presentando la corposità del 1.6 a gasolio, pur permettendo una guida semplice e rilassata, sia nel traffico cittadino, sia quando si spinge un po’ di più sul pedale dell’acceleratore, peccato solo per il cambio a cinque rapporti che risulta migliorabile vista la lunga corsa e gli innesti un po’ troppo contrastati dei rapporti.

Tirando le somme la nuova Citroen DS3 conferma le buone doti dinamiche del modello di derivazione, evolvendosi in maniera intelligente con nuove unità pensate per l’efficienza di marcia e nuove dotazioni orientate a migliorare la sicurezza.




";i:2;s:57:"

Listino Prezzi Citroen DS3 2014


";i:3;s:59:"

Scheda Tecnica Citroen DS3 2014

";i:4;s:233:"

Tutte le foto della Citroen DS3 2014








";}}

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: