Toyota Aygo

Rinnovata nella carrozzeria, negli interni e sottopelle, la nuova Toyota Aygo rilancia la sfida al segmento A

Prime foto e dati tecnici ufficiali per la nuova Toyota Aygo: la piccola utilitaria giapponese, che condivide il telaio con Citroen C1 e Peugeot 108, è stata profondamente rivista nel design e negli interni. Lunga 3.45 metri (+25 mm), larga 1.61 ed alta 1.46 meri (-5 mm), la Aygo 2014 presenta un passo di 2.34 metri e carreggiate cresciute di 8 mm. E’ stata disegnata secondo i criteri del tema stilistico denominato ‘J-Playful’: ciò si traduce in un frontale più sportivo e sbarazzino, con architettura ad X, una fiancata più pulita e slanciata verso l’alto ed un posteriore caratterizzato da fanaleria a sviluppo verticale.

Il tema principale del design interno è offerto dalla console centrale di forma trapezoidale, il cui stile si ripropone nell’intero abitacolo in elementi quali le bocchette di ventilazione, il rivestimento delle portiere e la cornice della leva del cambio. Nonostante il passo sia rimasto invariato (2.340 mm), lo spazio a disposizione del passeggero è stato incrementato di 9 mm, con fianchetti dei sedili anteriori allargati di 20mm, che assicurano il massimo comfort ai passeggeri. Infine, la capacità di carico del bagagliaio è stata incrementata di 29 litri (per un totale di 168) e resa più fruibile grazie ad un aumento di 75mm nella distanza tra la soglia di carico e lo schienale dei sedili posteriori.

La nuova Toyota AYGO è equipaggiata con un’ampia gamma di sistemi di sicurezza attiva e passiva. La vettura dispone di serie di ABS (anti-bloccaggio della frenata), EBD (distribuzione elettronica della forza frenante), VSC (controllo della stabilità), airbag a tendina, ganci Isofix, controllo della pressione degli pneumatici e limitatore di velocità, oltre al nuovo Hill-start Assist Control (HAC) e al sistema di segnalazione della frenata d’emergenza. Gli equipaggiamenti di serie della nuova AYGO comprendono un sistema audio AM/FM con ingresso AUX e USB e di luci di marcia diurna a LED. La strategia di allestimenti della vettura si basa sul modello ‘x-play’, che diventa la piattaforma di partenza per le eventuali scelte di personalizzazione. Tra i dettagli esterni disponibili di serie figurano la griglia anteriore Piano Black a forma di “X” ed i cerchi in acciaio da 15”.

A bordo gli equipaggiamenti standard includono i comandi per il sistema audio sul volante in pelle, la funzione di regolazione in altezza del sedile lato guida ed il limitatore di velocità. L’offerta si completa con l’allestimento Entry, con griglia anteriore nero opaca e cerchi in acciaio da 14”. Il sistema infotelematico prende invece il nome di “x-touch”: il pannello strumenti del sistema dispone di un touch-screen da 7” integrato in plancia ed è il primo del segmento ad avere una telecamera posteriore disponibile di serie. Il menù principale del Toyota ‘x-touch’ possiede una struttura intuitiva, composta da 5 icone principali, che assicura una visualizzazione immediata delle funzioni.

I clienti che vorranno dare alla propria Aygo un tocco particolare senza ricorrere all’installazione personalizzata dei singoli componenti potranno scegliere uno degli Special Packs disponibili per gli esterni e per gli interni. Il primo pacchetto esterni offre la possibilità di modificare il colore della griglia anteriore ad “X” e degli inserti del paraurti posteriore; il secondo consiste di adesivi da applicare sull’intera lunghezza della vettura per sottolinearne il disegno della fiancata. Per quanto riguarda gli interni sarà possibile modificare il colore delle bocchette di ventilazione oppure cambiare gli inserti del pannello strumenti, della console centrale e della leva del cambio.

Nuova Aygo è disponibile anche in due versioni speciali, “x-city” e “x-clusiv”: la prima include carrozzeria Pop Orange, dettagli in Piano Black e cerchi in lega a doppia razza di colore nero lucido da 15”. La seconda propone invece una combinazione cromatica specifica tra la carrozzeria Midnight Black e i dettagli Super Chrome. Ad ogni modo tutte le parti intercambiabili dell’abitacolo possono essere sostituite, anche dopo l’acquisto. Sotto al cofano è presente una nuova versione del propulsore 3 cilindri da 1 litro di cilindrata su cui è stata migliorata l’efficienza di combustione. Il rapporto di compressione è stato incrementato da 11,0:1 a 11,5:1. La camera di combustione beneficia ora di un sistema di raffreddamento ulteriormente migliorato, con un collettore di aspirazione che assicura al cilindro una mix ottimale tra aria e carburante. Il sistema di fasatura variabile VVT-i è stato a sua volta sottoposto a diversi affinamenti.


Gli attriti interni sono stati ridotti grazie all’adozione di una catena di distribuzione dotata di un sistema tendicatena automatico. I nuovi alzavalvole in carbonio e la nuova coppa dell’olio a doppio serbatoio contribuiscono ulteriormente a ridurre gli attriti interni. Infine, l’adozione di una testata con collettore di scarico integrato, ha ulteriormente alleggerito quello che già era uno dei motori più leggeri della sua categoria. Il motore assicura maggiore potenza ed coppia: 51 kW (69 cavalli) a 6.000 giri/min e 95 Nm di coppia a 4.300 giri/min, buoni per uno 0-100 km/h coperto in 14.2 secondi (15.5 col cambio automatico) ed una velocità massima di 160 km/h. Una coppia di 85 Nm è disponibile già a partire da 2.000 giri/min. La nuova AYGO offre anche una variante più ecologica, che dispone di un quarto e quinto rapporto più lunghi, con pneumatici a basso coefficiente di resistenza al rotolamento e sistema Stop & Start. Il modello standard assicura a sua volta un miglioramento dei consumi, che scendono dai 4,4 fino a 4,1 l/100km, e che si traducono in un conseguente miglioramento delle emissioni (scese di 7 g/km, per un totale di soli 95g/km). La variante Eco offre risultati ancora più significativi, con consumi ed emissioni che si attestano rispettivamente a 3,9 l/100 km e meno di 90 g/km.

Toyota Aygo

La nuova AYGO sarà inoltre disponibile in combinazione con la nuova trasmissione x-shift. Questo cambio utilizza un controllo computerizzato per sincronizzare il funzionamento del motore, della frizione e del differenziale. I rapporti del cambio sono stati affinati per offrire un bilanciamento tra piacere di guida ed economia dei consumi. Selezionando una tra le modalità E (Easy), M (Manual) oppure R (Retro), è possibile utilizzare la trasmissione come un cambio automatico convenzionale. In modalità E, il sistema seleziona la marcia adatta alla velocità della vettura, alle condizioni di guida ed alla pressione dell’acceleratore. La trasmissione x-shift della nuova AYGO è equipaggiata con la classica funzione kick-down delle trasmissioni automatiche. La modalità M consente al cliente di cambiare manualmente le marce, sia dalla leva che dai paddle sul volante. Equipaggiata con trasmissione x-shift, la nuova AYGO assicura consumi ed emissioni pari rispettivamente a 4,2 l/100 km e 97 g/km.

Toyota Aygo

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Utilitarie

Le macchine utilitarie, pratiche con un costo contenuto: ecco l'attualità delle utilitarie, con le nostre prove su strada, le schede tecniche, i prezzi, le novità, le anticipazioni, le gallerie foto e i video.

Tutto su Utilitarie →