Nuova Nissan Qashqai: avviata la produzione a Sunderland

Nel Regno Unito, gli investimenti nella produzione di Qashqai superano i 500 milioni di sterline; l'organico di Sunderland oltrepassa i 7.000 dipendenti per la prima volta, per un totale di 40.000 posti di lavoro garantiti da Nissan in UK

Nissan Qashqai Premier Limited Edition

Al via la produzione della nuova Nissan Qashqai: completamente rivisitata, la nuova generazione della crossover giapponese continuerà ad essere prodotta a Sunderland (UK). Disegnato, progettato e realizzato nel Regno Unito, Qashqai è il crossover più venduto in Europa e il modello con il più alto numero di vendite in territorio europeo di Nissan. Il nuovo modello è in pieno regime di produzione, dove la Linea 1 fabbrica un veicolo Qashqai ogni 61 secondi: la catena di montaggio è infatti attiva 24 ore su 24 per rispondere alla domanda del mercato. Qashqai è anche il primo veicolo di serie Nissan, in Europa, costruito sulla nuova piattaforma CMF (Common Module Family) dell'Alleanza Renault-Nissan. Il prezzo in Italia partirà da 19.990 euro.

Per la prima volta in 28 anni di storia dello stabilimento, l’organico di Sunderland supera quota 7.000 dipendenti, contribuendo a un totale di oltre 40.000 posti di lavoro nel settore automotive del Regno Unito, incluse le aree di design, progettazione, produzione, marketing e vendite. L'impatto economico internazionale di Qashqai si diffonderà da Sunderland al resto del mondo, con 534 milioni di sterline investiti da Nissan nello sviluppo e nella produzione dei veicolo, a supporto di oltre 224 fornitori in 22 paesi e con esportazioni in più di 130 mercati globali.

Il primo ministro del Regno Unito, il Rt. Hon. David Cameron, ha detto: "E'una grande notizia che il nuovo modello Qashqai stia iniziando ad uscire dalla linea di produzione a Sunderland. Nissan assicura 40.000 posti di lavoro in tutto il Regno Unito, e quando a ciò si aggiunge l’investimento di mezzo miliardo di sterline che Nissan ha realizzato in questo paese per questo nuovo modello, questa è la dimostrazione di come il nostro piano industriale a lungo termine stia trasmettendo alle aziende la fiducia nell’investire e creare posti di lavoro in Gran Bretagna”.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: