Renntech elabora la Mercedes Clk 63 Amg Black Series: obiettivo "coppia"

Renntech Mercedes Clk 63 Amg Black Series

È relativamente semplice costruire un motore dall’elevata potenza, specifica ed assoluta: non altrettanto ottimizzare l’accelerazione per renderla corposa e fulminea a qualsiasi regime. Gli acquirenti prediligono la possanza dei Newtonmetri piuttosto che mandrie di cavalli inutilizzabili perché troppo in alto. Ecco spiegata, nelle parole di Hartmut Feyhl, fondatore di Renntech, l’elaborazione al V8 6.3 della Mercedes Clk 63 Amg Black Series.

La volontà di rendere ancora più omogeneo il carattere del propulsore si concretizza in 43 cavalli aggiuntivi (si raggiunge quota 550), mentre la coppia aumenta di 80 Nm rispetto ai 620 d’origine: nessun cenno alle prestazioni, anche se è probabile un’ulteriore diminuzione nel tempo di accelerazione 0-100 km/h rispetto ai precedenti 4.3 secondi. Anche perché, vale la pena ricordarlo, nella stagione 2007 quest’auto era la Safety Car del Mondiale di Formula 1.

Renntech Mercedes Clk 63 Amg Black Series
Renntech Mercedes Clk 63 Amg Black Series
Renntech Mercedes Clk 63 Amg Black Series

Renntech Mercedes Clk 63 Amg Black Series
Renntech Mercedes Clk 63 Amg Black Series
Renntech Mercedes Clk 63 Amg Black Series

L’aspetto esteriore, elegante e senza eccessi, trae giovamento dallo spoiler anteriore più profilato e dall’ulteriore abbassamento di due centimetri del corpo vettura. L’ala posteriore in carbonio, invece, è l’unico simbolo evidente di un tuning discreto e calzante.

Renntech Mercedes Clk 63 Amg Black Series
Renntech Mercedes Clk 63 Amg Black Series
Renntech Mercedes Clk 63 Amg Black Series
Renntech Mercedes Clk 63 Amg Black Series

Via | World Car Fans

  • shares
  • Mail
25 commenti Aggiorna
Ordina: