Dacia Dokker: prezzi, informazioni e prova su strada

La nostra prova su strada della Dacia Dokker, monovolume compatta (4.36 metri di lunghezza) e dall'abitacolo ampissimo. Prezzi da 9.900 euro.

dakia_dokker

Nessuno può certo mettere in discussione la concretezza della Dacia Dokker. È invece più legittimo discuterne l'appeal e l'apparenza, per quanto siano argomenti decisamente deboli e poco pertinenti. Per questo motivo ci ha sorpreso il livore con cui un passante – durante la nostra prova su strada – ha apostrofato la monovolume rumena, affibbiandole un aggettivo ben poco qualificante. Il passante ha evidentemente sbagliato mira. La Dokker potrà non piacere, ma non può certo essere giudicata per il solo aspetto stilistico. Più di altre automobili questa è una vettura che va provata. Certo non suscita immediate infatuazione e men che meno provoca capogiri, ma una volta concessale confidenza saprà ripagare con ben altra moneta.

Per accorgersene basta aprire una qualsiasi delle sei porte. L’abitacolo è infatti enorme, ariosissimo e modulare, mette a disposizione centimetri in abbondanza per tutti e cinque gli occupanti e riserva un vano bagagli ampio quanto un piazza d’armi. I tecnici Dacia hanno poi lavorato per renderlo estremamente sfruttabile. Il divanetto è frazionabile nello schema 2/3 - 1/3 e si può ripiegare a portafoglio contro i sedili anteriori, sono presenti vani porta-oggetti per 44.2 litri totali ed il sedile anteriore destro beneficia del sistema Dacia Easy Seat, tramite il quale può essere piegato a 90° o addirittura rimosso. In quest’ultima configurazione è possibile caricare oggetti lunghi fino a 3.11 metri, mentre altrimenti la lunghezza di carico resta di “soli” 2.42 metri.

Con tutti e cinque i sedili in posizione il vano bagagli misura 800-3.000 litri, volumetria che Dacia non fatica ad indicare quale migliore della categoria. Il bagagliaio offre poi un piano di carico piatto lungo 1.57 metri ed in cui è possibile stivare 3 metri cubi di oggetti. Numeri da furgone. Tuttavia da un furgone la Dacia Dokker non riprende che l’impostazione stilistica e la vocazione al sacrificio – il nome del resto non mente: Dokker trae origine dai ‘dockworker’, ovvero chi lavora al carico/scarico delle merci nei porti –, mentre le dimensioni sono prettamente cittadine: misura infatti 4.36 metri in lunghezza, 1.73 metri in larghezza, 1.82 metri in altezza e 2.81 metri nel passo, ovvero 10 centimetri meno della Logan MCV.









Interni: robusti e di sostanza


L’abitacolo riflette un’impostazione ‘ruspante’ e di contenuto. La Dacia Dokker non offre plastiche morbide al tocco, è priva di quei rivestimenti e di quei tessuti su cui le mani hanno piacere nello strusciarsi e si concede per di più alcune sbavature, come il telaietto non rivestito della clip sul montante in cui scorre la cintura di sicurezza. Gli stilisti Dacia non hanno concesso nulla all’estetica. Però tutto è al posto giusto, tutto è pratico e funzionale, tutto assolve perfettamente alla funzione per cui è stato progettato. Gli accoppiamenti sono precisi e non generano alcuno scricchiolio, le varie sovra-strutture della plancia non producono fastidiosi riflessi o vibrazioni e tutti i comandi sono nella posizione più ergonomica e facile da raggiungere, tant’è che non si trova alcuna difficoltà nell’ambientarsi a bordo.

L’esemplare oggetto della nostra prova su strada era poi munito dello schermo tattile LG (la diagonale è di 7 pollici), unica vera concessione all’apparenza. I cinque passeggeri hanno ovviamente spazio a volontà. I centimetri non mancano nemmeno al posteriore e nemmeno nella zona spalle, tant’è che il divano posteriore non fatica nell’accogliere tre adulti. Ci saremmo invece aspettati qualche centimetro in più fra seduta e pavimento. Il conducente è quindi obbligato ad adottare una posizione di guida leggermente costretta, con le gambe raccolte più del dovuto, senza che il sedile – regolabile in profondità e nell’inclinazione dello schienale – possa ovviare a questa imperfezione. Non è positivo nemmeno il giudizio sulla visibilità, danneggiata in coda dal portellone a doppio battente (il classico elemento singolo non è disponibile) e di lato dal montante collocato in posizione piuttosto infelice. Quest’ultimo appunto è valido tuttavia solo per il conducente e solo guardando a sinistra.








Motore e comportamento su strada


Il 1.5 dCi non dovrebbe più riservare sorprese. È un motore non più giovanissimo – fu introdotto nel 20o1 e da lì costantemente aggiornato –, ad otto valvole, insidiato dal più moderno e tecnologico 1.6 dCi. Eppure il quattro cilindri svolge un compito ancora egregio, che ne giustifica appieno l’utilizzo su vetture anche di maggior ambizione. Lo abbiamo provato nella versione da 90 CV e 200 Nm a 1.750 giri/minuto, per cui viene dichiarato un consumo medio di 4.5 litri ogni 100 chilometri e 118 grammi di CO2 ogni chilometro. È abbinato ad una trasmissione manuale a cinque rapporti. Questo motore sposa a dovere il carattere umile della Dacia Dokker e ne riflette la vocazione alla fatica, se è vero che garantisce riprese consistenti e fluide già da 1.250 giri/minuto: basta infatti premere sull’acceleratore e l’auto si muove con reattività, nonostante pesi 1.350 chili.

Non bisogna certo aspettarsi un allungo da VTEC – passati i 3.000 giri/minuto è consigliabile cambiar marcia –, ma è piacevole sapere che il dCi intervenga con prontezza ogni qual volta sia chiamato in causa. Frizione e leva del cambio si rivelano morbidi e tutt’altro che affaticanti. La marcia su strada è quindi soddisfacente, complice anche uno sterzo demoltiplicato ma non insensibile: la Dokker si inserisce in curva con inaspettata prontezza e facilità, infila senza incertezze il muso in curva e mantiene la traiettoria senza rivelare fenomeni di rollio o sottosterzo troppo evidenti. Provocano solo qualche fastidio i fruscii provenienti dagli specchietti laterali, avvertibili una volta oltrepassati i 70 km/h. L’assorbimento delle asperità risulta particolarmente curato, mentre non si può dire altrettanto dell’insonorizzazione: il motore – questo l’unico difetto – trasmette nell’abitacolo un rombo che avremmo preferito meno accentuato. Il pedale del freno va azionato con decisione, mentre il volante si riallinea in maniera piuttosto compassata.








Prezzi e dotazione


La Dacia Dokker viene proposta negli allestimenti Ambiance e Laureate e con i motori 1.6 MPI (85 CV), 1.2 TCe (105 CV) e 1.5 dCi (75 CV e 90 CV). Già nell’allestimento base offre di serie 4 airbag, ABS, sistema Isofix, cerchi in lega da 15 pollici con design Aracaju, paraurti bicolore, maniglie delle porte e modanature laterali di colore nero, porta scorrevole destra, pannelli interni e plancia bitono, sedile posteriore frazionato 1/3-2/3, sedili in tessuto e porta laterale scorrevole sul lato destro. La versione Laureate integra poi il computer di bordo, i retrovisori elettrici ed in tinta con la carrozzeria, la plancia bicolore, le sellerie specifiche, la seconda porta laterale scorrevole, gli alzacristalli anteriori elettrici, la chiusura centralizzata con telecomando, l’illuminazione del vano bagagli, la presa elettrica da 12V, il sedile ed il volante regolabili in altezza, i fendinebbia e le barre sul tetto.

In opzione vengono proposti quattro differenti pacchetti. Il Pack Clima&Sound costa 950 euro ed offre il climatizzatore manuale e l’impianto audio con radio, CD/MP3, connettività USB, Bluetooth e comandi al volante. Il Pack Clima&Nav è invece offerto a 1.050 euro e prevede la dotazione del pacchetto Clima&Sound con l’aggiunta del navigatore satellitare. I pacchetti Confort (650 euro) ed Elettrico (250 euro) sono invece riservati alla Ambiance. Il primo offre la porta scorrevole sul lato sinistro ed i sedili ed il volante regolabili in altezza, mentre il secondo prevede gli alzacristalli anteriori elettrici, la chiusura centralizzata con telecomando, l’illuminazione per il vano bagagli e la presa elettrica 12V.

Dacia Dokker Ambiance 1.6 MPI 85 CV: 9.900 euro
Dacia Dokker Ambiance 1.2 TCe 115 CV: ND
Dacia Dokker Ambiance 1.5 dCi 75 CV: 11.500 euro
Dacia Dokker Ambiance 1.5 dCi 90 CV: 12.00 euro
Dacia Dokker Laureate 1.6 MPI 85 CV: 11.100 euro
Dacia Dokker Laureate 1.2 TCe 115 CV: 12.800 euro
Dacia Dokker Laureate 1.5 dCi 75 CV: 12.700 euro
Dacia Dokker Laureate 1.5 dCi 90 CV: 13.200 euro













  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: