Smart

Smart viene fondata nel 1994 ed è un’azienda parte del gruppo Daimler, specializzata nella produzione di utilitarie. La sua nascita coincide con il lancio della società MCC (Micro Compact Car), frutto della joint venture fra Mercedes e Swatch. Una fra le massime personalità coinvolte nel progetto è Johan Tomforde. Già nel 1972 l’ingegnere teorizzava una microcar prettamente cittadina, ma al suo progetto non venne dato seguito. L’idea venne ripresa tre anni dopo, ma non riuscì a superare lo scoglio legato alle norme di sicurezza: i tecnici impegnati nello studio si dimostrarono incapaci di rendere sicura ed affidabile un’auto lunga appena 2.5 metri. Trascorrono una decina d’anni e gli uomini Mercedes sviluppano una Crash Box, denominata cellula Tridion, che garantisce l’incolumità dei passeggeri.

I tempi sono quindi maturi, a maggior ragione considerando l’interesse dell’amministratore delegato Swatch nel produrre un’automobile piccola, ecologica, economica e coloratissima. Nicolas Hayek cerca inizialmente di stringere rapporti con Volkswagen, ma le sue condizioni economiche – non certo floride – ed un certo scetticismo portano le due aziende ad un nulla di fatto. Il manager però non demorde e contatta Mercedes, anch’essa interessata a realizzare un’utilitaria prettamente cittadina. Nel 1993 vengono dunque presentate le concept Eco Sprinter ed Eco Speedster, prologo di quella che verrà poi indicata come Smart. Nel 1998 è avviata la produzione in serie, seppur con 12 mesi dopo rispetto alle previsioni iniziali: l’auto necessita di aggiornamenti all’assetto, alle sospensioni ed viene munita dell’ESP.

Questi interventi costringono i vertici della MCC ad aumentarne il prezzo fino a 18 milioni di lire. Nel frattempo Swatch si ritira dalla joint venture e l’onere resta tutto nelle mani di Mercedes. La Stessa decide quindi di ampliarne la gamma ed introduce le Roadster (2003) e ForFour, entrambe dagli scarsi risultati commerciali. C’è inoltre l’idea di produrre un SUV, ma l’ad Zetsche blocca qualsiasi piano. La gamma è oggi composta dalla sola ForTwo. Tutti gli aggiornamenti sul marchio tedesco.

Nuova Smart EQ 2020: d'ora in poi solo elettrica

Nuova Smart EQ 2020: d'ora in poi solo elettrica. Il restyling della piccola city car debutterà la prossima settimana... Continua...

Smart EQ Forfour: foto spia del facelift

Ultimo facelift "europeo" per la Smart Forfour, prima dell'addio ai motori endotermici e dello spostamento della... Continua...

smart EQ fortwo e forfour, la mobilità elettrica smart sbarca in Sardegna

smart EQ fortwo e forfour, la mobilità elettrica smart sbarca in Sardegna. La sinergia tra Edilfar Rent e Autoelegance... Continua...

smart: la versione speciale Final Collector's Edition #21

Tutte le caratteristiche della smart Final Collector's Edition #21, speciale declinazione in serie limitata per l'addio... Continua...

Auto elettriche: Smart costruirà una rivale di Ford Fiesta e Volkswagen Polo

Geely dopo aver acquistato il 50% di Smart ha concordato con Daimler la decisone di far produrre solo auto elettriche al... Continua...

La smart elettrica sarà cinese: JV Daimler-Geely

Accordo fatto tra Daimler e Geely: a fine anno smart passa in mano a una joint venture sino-teutonica e dal 2022 verrà... Continua...

Salone di Ginevra 2019: ecco la Smart Forease+

Smart era presente a Ginevra con il prototipo Forease+, veicolo elettrico e dallo stile originale e personale. Continua...

Daimler: gli obiettivi del 2019 di Mercedes-Benz e Smart [Video]

Gli obiettivi e le strategie del Gruppo Daimler per il 2019 illustrati nella Year End Press Conference. Continua...

smart: versione speciale superpassion per fortwo e forfour

Nuovo allestimento unico superpassion per le smart fortwo coupé, fortwo cabrio e forfour da gennaio del 2019. Continua...

Car sharing: a Bruxelles approvata la joint venture tra DriveNow e Car2go

DriveNow e Car2go, nasce la joint venture tra i due serivizi di car sharing Continua...