Salone di Hannover IAA 2018: Le novità di Mercedes-Benz

Al Salone di Hannover 2018 Daimler presenta la sua idea di mobilità del futuro con il nuovo concept Vision URBANETIC, e rinnova la sua gamma con il nuovo Actros dotato di Mirror Cam, l'eSprinter e l'eCitaro.


All’IAA, il salone di Hannover dedicato ai mezzi commerciali Daimler il più grande produttore mondiale di Veicoli commerciali non perde l’opportunità per stupire e dirigere il mercato, presentando le nuove versioni dei già noti Actros, Citaro e Sprinter e il nuovissimo Vision URBANETIC.



Il Gruppo Daimler ha infatti inaugurato il salone con effetti speciali, invitandoci anche per la  per presentare  la nuova generazione di Actros, punto di riferimento nel segmento ‘Trucks’. Tanti i colpi di scena dal fronte ‘Vans’, col concept Vision URBANETIC capace di riflettere l’orientamento della casa della stella per la  strategia di mobilità rivoluzionaria del futuro. Tante le novità presentate al salone dei veicoli commerciali dal brand tedesco, ma andiamo a conoscerle meglio area per area.

Salone di Hannover 2018  - Il nuovo Mercedes Actros


Il salone di Hannover  2018 è stata l'occasione per presentare al mondo il nuovo Mercedes-Benz Actros il più emblematico Truck del mondo, giunto oggi alla terza generazione.

All'apparenza simile alla generazione precedente, il nuovo Mercedes Actros presenta oltre 60 innovazioni, derivanti principalmente dal Concept Truck Actros 2025 presentato 2 anni fa, e che tende alla guida autonoma. Tra le novità più importanti a bordo del prodotto di punta dei truck mercedes impossibile non citare il sistema Mirror Cam, che si annuncia come una delle novità più importanti per i veicoli commerciali pesanti.  Il sistema Mirror Cam è infatti composto da più telecamere, di cui due posizionate all'esterno della cabina al posto degli specchietti retrovisori, capaci di aiutare il conducente nelle manovre, mostrando tutti gli angoli nascosti alla vista e facilitando l'uso e la guida coi semirimorchi, mostrando già lo spazio di manovra. All'interno della cabina per visualizzare tutta l'area circostante troviamo ora due schermi da 10''  sui montanti, sempre attivi e collegati alle videocamere.

L'introduzione delle Mirror Cam permette inoltre una diminuzione dei consumi, grazie all'aerodinamica migliorata dalla guida senza specchietti, da sola questa innovazione permette di ridurre il consumo dell'1,5% a una velocità di 70 km/h rispetto a una cabina con specchi tradizionali, a parità di condizioni.

A bordo del nuovo Actros cambia totalmente la plancia, ridisegnata per far spazio al digitale, diminuiscono i pulsanti analogici per far spazio a due nuovi schermi che portano a bordo tanta tecnologia grazie al sistema MBUX. Dalla Mercedes-Benz Classe A all'Actros il nuovo sistema di infotainment dotato di intelligenza artificiale è cresciuto, il sistema infatti, che troveremo anche a bordo dei nuovi Sprinter, è integrato coi precedenti servizi dedicati ai veicoli commerciali: Fleetboard e Uptime. Non mancano inoltre le possibilità per poterlo collegare ad Android Auto ed Apple CarPlay.

Migliora nel complesso la riduzione dei consumi del nuovo camion della stella: merito di alcuni accorgimenti tecnici e aerodinamici, di un nuovo rapporto al ponte e del sistema Predictive Powertrain Control che ora è attivo anche in curva grazie all’interazione con il navigatore.

La sicurezza è il fiore all'occhiello del nuovo Actros, testato con tante soluzioni funzionali e innovative che permettono una guida più sicura. Tra le principali novità troviamo infatti il nuovo sistema di frenata grazie all'Active Brake Assist 5 che è ora in grado di monitorare la presenza di pedoni e attivare la frenata  fino a 50 km/h eseguendo un arresto di emergenza.

Simile nel nome ma differente nel funzionamento l'Active Drive Assist, che anticipa alcune funzioni  dei camion del futuro verso la guida autonoma, come il mantenimento della distanza.

Grazie all'Active Drive Assist infatti, l'Actros riesce ad accelerare e frenare in relazione anche agli ostacoli o ai veicoli che lo precedono, aiutando nelle traiettorie e nel mantenimento della corsia, portando il veicolo anche ad una frenata completa se le auto che lo precedono si fermano.

Migliora anche il sistema anti-ribaltamento: lo Stability Control Assist, che ora analizza  anche i dati provenienti dal semirimorchio per mantenere una migliore stabilità.

Mercedes ha apportato inoltre notevoli miglioramenti alla catena cinematica, per diminuire i consumi. I cambiamenti  più importanti sono relativi al Predictive Powertrain Control del cambio automatizzato. Grazie all'eliminazione degli specchietti retrovisori, Mercedes afferma infatti che la nuova generazione di Actros può offrire una diminuzione dei consumi fino al 3% rispetto alla generazione precedente, che può arrivare fino al 5% nella marcia su strade urbane ed extraurbane, grazie al Predictive Powertrain Control, che ora considera limiti di velocità, rotatorie e il raggio delle curve per impostare il miglior rapporto del cambio.

Per celebrare il lancio dei nuovi Actros Mercedes ha portato ad Hannover un'edizione limitata: l'Edition 1, che oltre alle innovazioni tecnologiche prevede numerosi equipaggiamenti speciali premium.

Oltre all'Actros le novità sui Trucks passano anche dal nuovo Mercedes-Benz Arocs, il Truck da Cava/Cantiere che permette di avere come optional tutti gli accorgimenti che sull'actros sono talvolta anche di serie, dalla Mirror Cam all'Active Brake Assist 5, fino alla nuova plancia multimediale e il Predictive Powertrain Control.

Ancora in sviluppo invece il Mercedes-Benz eActros, presentato lo scorso IAA come novità assoluta del settore dei truck con una trazione 100% elettrica. Oggi, il veicolo elettrico è già in fase di pretest con 10 eActros utilizzati da alcuni clienti di Mercedes-Benz Trucks costantemente monitorati.

Il Truck elettrico potrebbe essere presto realtà, pronto all'introduzione sul mercato probabilmente per il 2021, grazie ad una motrice a due motori elettrici da 126 kw, alimentati da 11 pacchi batterie all'interno del telaio che permettono una capacità energetica utile di 240 kwh, per un'autonomia dichiarata di circa 200 km  in ogni condizione di sforzo. L'ostacolo principale riguarda sicuramente le infrastrutture, per permettere la ricarica di camion di queste dimensioni.

Salone di Hannover 2018  - Il nuovo Mercedes Sprinter


Un Salone di Hannover pieno di novità per la casa tedesca che ha presentato in questi giorni anche il nuovo van di punta: il Mercedes-Benz Sprinter, che si conferma uno dei migliori veicoli commerciali in circolazione. Uno Sprinter sempre più versatile e customizzato secondo le esigenze e le richieste dei clienti disponibile in oltre 1700 combinazioni, variando: pesi, motorizzazioni, carico, numero di passeggeri...

La trazione prima solo posteriore, da oggi diventa anche anteriore, per permettere agli allestitori di camper di poter utilizzare come base anche lo stesso Sprinter.

Le motorizzazioni disponibili avranno potenze comprese tra  114 e 190 cv, da 2.1 o 3 litri di cilindrata.

Il nuovo Van tedesco è stato presentato anche in modalità completamente elettrica: l'eSprinter infatti è gia pronto per coprire tutte le esigenze di consegna dell'ultimo miglio con un'autonomia massima di 150 km.

Le novità a bordo del nuovo Mercedes Sprinter riguardano anche gli interni, ora totalmente rivisti per renderlo interconnesso. Il nuovo Sprinter infatti non guadagna soltanto i vantaggi derivanti dall'intelligenza artificiale, ma può usufrire anche dei servizi di Mercedes PRO connect.

Il Mercedes PRO Connect infatti offre molte funzionalità avanzate specifiche per un'utente commerciale, aiutando il monitoraggio, la gestione degli interventi di assistenza e manutenzione, e la gestione del parco veicoli.

Il nuovo Sprinter tedesco è stato presentato al salone in diverse varianti: con motore diesel o elettrico, ma anche nello speciale concept F-Cell, con propulsione a celle di combustibile, disponibile come furgone, tourer, scuolabus o autotelaio, con trazione anteriore o posteriore o integrale.

Salone di Hannover 2018  - Mercedes eCitaro


Il rinnovamento in casa Mercedes ha toccato tutti i principali veicoli del gruppo, il Citaro Hybrid è stato eletto proprio al salone autobus dell'anno, ma ne è stata presentata anche una versione completamente Elettrica: l'eCitaro. Questo nuovo bus elettrico nasce sulla base del Citaro classico, ma risponde sempre meglio alle necessità di diminuire le emissioni nei centri urbani, garantendo un'adeguata mobilità ai cittadini.

Il pianale del Citaro rimane lo stesso ma ora la trazione è elettrica, con due motori  da 125 kilowatt integrati nei semiassi, per una coppia totale di oltre 970 Newtonmetri.

Il Pacco batterie raggiunge i 243 kWh ed è in grado di spostare agilmente gli 88 passeggeri a libretto. Il nuovo eCitaro è stato testato a lungo anche nei mesi invernali, garantendo un'autonomia di marcia minima di 150 km, in ogni condizione stradale anche alle basse temperature e con i riscaldamenti accesi per l'abitacolo. In condizioni ottimali l'autobus elettrico della stella può arrivare a raggiungere i 250 km di autonomia.

Importanti passi sono stati fatti anche dal lato sicurezza. A bordo del nuovo Mercedes-Benz eCitaro possiamo trovare i sistemi: Preventive Brake Assist e Sideguard Assist.

Abbiamo avuto modo di provarli in prima persona nella zona adibita da Mercedes per i test drive nell'aeroporto di Hannover e il risultato è stato impressionante. Il nuovo Preventive Brake Assist è il fratello dell'Active Brake Assist, pensato per un'uso cittadino, con passeggeri prevalentemente in piedi, e permette di monitorare e rilevare gli ostacoli in movimento, attivando in autonomia una frenata parziale e avvisando il conducente del pericolo imminente.

Il Sideguard Assist invece permette di monitorare meglio il lato destro del veicolo, solitamente difficile da controllare perchè opposto alla posizione di guida, avvisando il conducente in caso di rischio di collisione, prevalentemente con ciclisti e motociclisti.

L'eCitaro si presenta già come una grande certezza, secondo le stime di Daimler Buses è già in grado di coprire circa il 30% delle attuali tratte dei bus urbani.

Salone di Hannover 2018  - Driving Tomorrow


Al salone di Hannover 2018 inoltre, Mercedes ha svelato la sua idea di mobilità del futuro, presentando il claim Driving Tomorrow, con molte idee su come potrebbe essere la mobilità del futuro, elettrica, a guida autonoma e condivisa.

Il salone è stata anche l'occasione per presentare alla stampa un  nuovo prototipo: il Vision URBANETIC Concept, un Van elettrico e a guida autonoma declinato in due varianti.

Grazie all'eliminazione dello spazio per il conducente, il Vision URBANETIC Concept può ospitare più passeggeri e più merci, lungo 5,14 metri, nella variante Cargo può ospitare merci per un volume di carico di 10 m3 e  può trasportare fino a 10 pallet EPAL, nella modalità Ride Sharing può ospitare 12 passeggeri: 8 seduti e 4 in piedi.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 9 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail