Ford Transit 2019: le foto spia del facelift

Ritocco estetico molto leggero per il popolare veicolo commerciale americano costruito in Europa. Voci su una possibile trazione integrale

Quando si parla di veicoli commerciali leggeri, il Ford Transit è uno dei big assoluti, in America come in Europa. Queste foto spia mostrano un prototipo con carrozzeria a cassone del modello 2019, consistente in un leggero ritocco, oggi si dice facelift. Le differenze estetiche sono veramente minime. La più visibile è la calandra, la griglia centrale all'anteriore. Essa è più grande, inoltre la forma esagonale è più accentuata (i lati inferiori finiscono più in alto).

Ci sarà certamente qualche altra piccola differenza al paraurti, probabilmente alla presa d'aria. Novità quasi impercettibili anche ai proiettori principali e ai fendinebbia, data la pellicola che copre l'intera sezione. Tuttavia la firma luminosa delle luci diurne a LED appare invariata rispetto alla serie attualmente in vendita. Altre differenze non ce ne sono, anche perché il resto del muletto non ha coperture.

Non ci sono informazioni certe sulle caratteristiche tecniche, sebbene non siano ipotizzabili modifiche significative, se non i consueti aggiornamenti legati alle norme sulle emissioni. La Ford ha solo accennato che il nuovo Ford Transit arriverà nel 2019 e che disporrà della connettività 4G LTE.

Tuttavia circolano con insistenza voci secondo cui potrebbe entrare nella gamma di questo popolare furgone anche una versione a trazione integrale.

Il Ford Transit ha una storia lunga quasi quanto il pick-up F-Series, di cui F150 è il modello più famoso. Infatti la prima serie apparve nel 1953. Ma c'è una differenza sostanziale: se F-Series è una pura icona americana, Transit nasce in Europa per l'Europa; inizialmente prodotto in Germania, ben presto è arrivato in Belgio e, soprattutto, nel Regno Unito.

Dato il suo successo, negli anni la produzione è stata estesa all'Asia, dalla Turchia alla Cina, per arrivare in anni recenti alla casa "ancestrale", cioè gli Stati Uniti, a Louisville, nel Kentucky. La generazione attuale è l'ottava, entrata in circolazione nel 2014.

  • shares
  • Mail