Mercedes-AMG GT: primo contatto su strada e in pista a Laguna Seca

Mercedes AMG GT: il nostro primo contatto su strada con la supercar sulle strade della California e tra i cordoli di Laguna Seca

Mercedes-AMG GT Prova su strada ed in pista a Laguna Seca

In queste ore siamo in America a provare le nuove Mercedes-AMG GT e Mercedes–AMG GT S. Dopo un lungo viaggio sulle strade della California a bordo della nuova sportiva della Stella siamo arrivati alla pista di Laguna Seca dove abbiamo potuto sfruttare appieno tutta la potenza del nuovo otto cilindri biturbo sviluppato da AMG, portando al limite la nuova Mercedes-AMG GT. Proprio la prova sul famoso circuito americano ci ha permesso di capire meglio quali siano le differenze tra le modalità di guida selezionabili e quali siano le effettive capacità della sportiva tedesca.

Nell’utilizzo su strada la modalità Comfort della Mercedes-AMG GT rende il viaggio piacevole, dimostrando un setup ideale anche per l’utilizzo su strada. In Comfort la sportiva di Affalterbach risulta davvero facile da guidare ma basta spostare il selettore sul tunnel centrale in modalità Sport per godere appieno di un’esperienza davvero appagante, da vera supercar. In Sport Mode la Mercedes-AMG GT modifica numerosi parametri come la risposta di motore ed acceleratore, lo sterzo, l’assetto ed anche la tonalità di scarico diventando un’altra auto. Proprio il suono cupo, da baritono, esprime tutta la potenza del propulsore, rendendo ancor più coinvolgente la vettura senza dover ricorrere ad aiuti elettronici per migliorare l’esperienza sonora dell’auto: il suono è il puro frutto del sound di scarico della sportiva.

La Mercedes-AMG GT si rivela davvero precisa su strada grazie ad uno sterzo reattivo che la rende facile da guidare e dona molta confidenza al guidatore. Vista la facilità di guida è facile farsi prendere dalla tentazione di schiacciare a fondo il pedale del gas anche quando effettivamente non è possibile. Proprio in questi casi l’elettronica della coupé sorveglia le manovre del guidatore, correggendole nel caso ve ne fosse bisogno per migliorare la sicurezza di guida. L’otto cilindri invoglia molto ad esagerare, sia per le sue doti canore, sia per la coppia che caratterizza entrambe le varianti da 462 e 510 cavalli.

Tutta questa potenza può essere sfruttata appieno anche una pista visto che Mercedes ha pensato la nuova Mercedes-AMG GT anche per correre tra i cordoli dei più importanti circuiti del Mondo. Qui a Laguna Seca la Mercedes-AMG GT si è dimostrata molto più facile da guidare rispetto alla Mercedes C 63 AMG Black Series che avevamo provato sempre sulla pista californiana. Il livello di precisione di guida appare molto migliore sulla nuova Supercar, che denota anche un assetto ideale sia in pista sia su strada. Prendere il giusto feeling con la vettura è veramente facile, con la Mercedes AMG GT che si è rivelata un’auto ideale nella guida su strada, dove denota un comfort degno di una vera Mercedes, ma anche adatta alla guida in pista dove si lascia spingere al limite senza diventare scorbutica e permette di divertirsi anche se non si è dei piloti esperti.








Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 397 voti.  
33 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO