Evoluzione GT: nel 2016 il primo esemplare della Delta Concept

Angelo Granata ci ha confermato l'arrivo di una prima Evoluzione GT, vettura ispirata alla Delta e con piattaforma ibrida ad alte prestazioni. La vedremo nel 2016.

Ci eravamo salutati con l’augurio di trovare un investitore, un appassionato disposto a realizzarla per se o per metterla a disposizione di altri collezionisti. Nel giugno scorso la Evoluzione GT era ancora un progetto di supercar. “Vorrei che l’auto fosse facilmente traducibile in serie – ci raccontava Angelo Granata, 25enne designer emiliano –. Ho continuato ad aggiornarla e modificarla, tenendo conto di tutti quegli aspetti che sarebbero stati determinanti in fase di un'ipotetica produzione”. Per questo motivo Angelo ha introdotto il restyling del 2014, aggiustando il corpo vettura e riducendo l’altezza complessiva.

Evoluzione GT

Sarà proprio quest’ultima versione ad essere trasformata in modello reale. Accadrà nel 2016, quando un’azienda brindisina terminerà il prototipo e renderà la GT una vettura marciante. Angelo ci ha raccontato gli ultimi sviluppi. “Ho avuto la fortuna di conoscere le persone giuste – esordisce –. Fra queste c’è Enrico Cerfeda, meccanico specializzato ed autore di tutti gli studi relativi alla parte tecnica. Dobbiamo ancora superare mille difficoltà, ma tutti insieme stiamo cercando di portare a termine questa piccola grande avventura”. Il risultato sarà una vettura che Angelo definisce “innovativa dal punto di vista stilistico e molto performante sotto l'aspetto tecnico”, come una vera Lancia Delta dev’essere.

Evoluzione GT

Il motore ad esempio sarà un cinque cilindri di produzione Fiat, potenziato fino a circa 350 CV. Lavorerà in simbiosi con due motori elettrici, da 100 CV l’uno, collocati al posteriore ed utili per scegliere in quale maniera ripartire la coppia. Il telaio sarà anch’esso di provenienza Fiat, mentre la trasmissione dev’essere ancora scelta: ad oggi non è ancora certo se avrà cinque o sei rapporti. “La Evoluzione GT sarà pressoché identica alle ricostruzioni. Cambieranno solo i fanali ed i cerchi – conclude Angelo –. Abbiamo raggiunto un accordo per costruirne un esemplare, non omologato su strada. C’è la possibilità di costruire una serie speciale, ma solo qualora le richieste siano sufficienti”.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 5246 voti.  

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO