Mercedes E 400 2013: la nostra prova su strada

Nuova Mercedes Classe E 2013, quattordici motori da 136 a 585 cavalli, prezzi da 39.980 euro ad oltre 100 mila euro, per la Mercedes più sicura e tecnologica di sempre.

Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect

L’estetica cambia, la tecnica pure, ma il succo è sempre lo stesso: qualità ai massimi livelli, comfort elevato e, perché no, anche sportività e performance. La nuova Mercedes Classe E si presenta nel suo facelift 2013 con importanti modifiche visive alla carrozzeria ed agli interni, nuove tecnologie per la sicurezza, inedite motorizzazioni e nuovi contenuti tecnici che hanno permesso alla Stella di migliorare ulteriormente la berlina per antonomasia marchiata Mercedes.

Il design, raffinato, moderno ed accattivante, ripropone i nuovi stilemi del marchio declinandoli a seconda del modello e dell’allestimento. L’eleganza e lo stile classici di Mercedes traspaiono su berlina e station wagon, che possono però essere incattivite dal kit estetico sportivo a seconda dei gusti del cliente. La Mercedes Classe E Coupé, così come la Cabriolet, presenta invece un look più aggressivo, ma pur sempre elegante e distintivo, dedicato a chi cerca una vettura con ancor più carattere.

Durante la nostra prova su strada abbiamo testato la nuova Mercedes E 400 BlueDirect, l’inedita motorizzazione sei cilindri biturbo entrata in gamma con l’arrivo del facelift del modello. Veniamo ora alle sensazioni di guida ed analizziamo il comportamento su strada della nuova Mercedes Classe E.

Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect

Motore: Il 400 BlueDirect

Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect

Le aspettative erano tante, e non sono state disattese: progressivo, frizzante ma dolce, il nuovo V6 biturbo benzina della Stella sa far divertire ed al contempo consente di viaggiare in totale tranquillità, con dei consumi più che soddisfacenti. Stando alla carta le prestazioni sono di prim’ordine, così come l’erogazione della coppia, lineare e ben distribuita fin dai bassi regimi. La potenza di 333 cavalli è erogata un po’ in alto, a 5.500 giri ma la coppia motrice è disponibile fin dai bassi regimi, rendendo la nuova Mercedes Classe E perfettamente sfruttabile in ogni situazione, dai contesti cittadini fino alle aperte strade extraurbane.

I 480 Nm di coppia sono infatti disponibili con continuità tra i 1.400 ed i 4.000 giri, rendendo il motore adatto per ogni tipo di guida. Dolce e progressiva, la spinta dell’auto non è mai brutale nonostante i dati di potenza: chiunque può guidare questo motore ottenendone il massimo. Grazie alle sue sfumature ogni guidatore potrà infatti trovare quello che cerca: sportività agli alti regimi con un’erogazione più corposa ed aggressiva, tranquillità e progressività ai medi ed ai bassi, per una guida da tutti i giorni.

In autostrada il regime di rotazione rimane contenuto grazie alla rapportatura del cambio automatico, così come in città dove è possibile sfruttare appieno la coppia, apprezzando una progressività d’erogazione solitamente non riconducibile a motori turbo di questo genere. Lo spunto da fermo è eccellente, sia che si voglia partire in maniera grintosa, sia se il guidatore è in mezzo al traffico e cerca un po’ di agilità per districarsi tra le altre auto. Bruciante lo scatto da 0 a 100 km/h: schiacciando a fondo il pedale, l’auto si proietta in avanti con una cattiveria inimmaginabile pensando al suo comportamento durante la guida rilassata. Il tempo per raggiungere da fermi i cento chilometri orari è infatti di soli 5.3 secondi, un ottimo risultato pensando che la vettura pesa a secco 1.785 chilogrammi.

Gran parte del merito va però attribuita al cambio che, grazie alla sua rapportatura, consente di mantenere un rapporto perfetto in ogni momento. Rapido e reattivo nell’ingranare le marce, il 7G-Tronic Plus si presenta rinnovato sulla nuova Mercedes Classe E 2013. Il selettore del cambio Direct Select è posizionato dietro al volante: i paddles consentono di cambiare marcia manualmente, così da coinvolgere maggiormente il guidatore dando maggiore sensazione di controllo della vettura. Tra le novità introdotte sul nuovo modello della Mercedes Classe E, anche la rinnovata modalità di cambiata manuale temporanea. Il guidatore può scalare marcia in qualsiasi momento, controllando autonomamente le cambiate: dopo un intervallo predefinito di tempo però il cambio torna nella modalità automatica senza che il guidatore debba interagire con la vettura.

Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect

Su strada: comoda ma divertente

Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect

Le novità estetiche della nuova generazione della Mercedes Classe E sono state accompagnate da numerose innovazioni tecniche che hanno migliorato le prestazioni e la guidabilità della berlina della Stella. I tecnici di Stoccarda hanno effettuato un grande lavoro di setup dell’assetto, fornendo ai clienti quattro diverse scelte per quanto riguarda le sospensioni. Al momento dell’ordine sui modelli di ingresso è proposto l’assetto Direct Control, comodo e confortevole, ideale per chi cerca una vettura per i viaggi e per l’utilizzo quotidiano. Sugli allestimenti più completi Mercedes offre invece il Direct Control Sportivo che, grazie alle sospensioni ribassate di 15 millimetri, consente una guida più aggressiva, senza tuttavia rovinare il comfort della vettura.

Per chi scegliesse il pacchetto esterno AMG o il kit estetico sportivo, è invece disponibile un assetto sportivo ribassato, che, esaltando la dinamica di guida, migliora l’handling ed il feeling del guidatore con la nuova Mercedes Classe E. Infine la Stella propone ai propri clienti il sistema Airmatic di sospensioni pneumatiche, che equipaggiavano anche l’esemplare che abbiamo avuto modo di testare in maniera approfondita.

La taratura variabile dell’assetto consente di guidare in tranquillità, mantenendo un comfort elevato anche su strade molto sconnesse. Alla comodità si abbina però un comportamento estremamente sportivo e dinamico nella guida veloce: in curva il rollio è estremamente basso e la guidabilità è notevolmente migliorata rispetto alla precedente generazione.

L’inserimento in curva, grazie anche al nuovo sterzo, è molto più preciso ed accurato: nella guida veloce il volante diventa corposo, contrastato anche se non troppo comunicativo. Il guidatore può così divertirsi disegnando traiettorie e sfruttando tutta la sede stradale. Tuttavia in alcune situazioni, soprattutto quando non si carica a dovere l’avantreno in ingresso curva, il muso tende ad allargare un po’. Durante la nostra prova abbiamo guidato la nuova Mercedes Classe E sulle tortuose strade di montagna nell’entroterra spagnolo vicino a Barcellona, caratterizzate, oltre che da un asfalto molto omogeneo, da una sottile patina di polvere e terra che non consentiva allo pneumatico di grippare in maniera ottimale con l’asfalto, rendendo più difficile l’interazione gomma-suolo. Le sensazioni di scivolamento in curva sono sicuramente imputabili alla sottile patina di sporco che caratterizzava la strada, ci riserviamo quindi di testare maggiormente la vettura in futuro, provandola in condizioni migliori per saggiarne le qualità dinamiche nella guida sportiva.

Maneggevole ed agile, la nuova Mercedes Classe E si mostra estremamente disinvolta anche nelle situazioni più difficili: nonostante le sue dimensioni, la berlina se la cava molto bene anche nel traffico cittadino e nelle manovre. Merito della nuova scatola sterzo che, grazie alla servoassistenza variabile in funzione alla velocità ed all’angolo di sterzata. Così facendo il nuovo sterzo consente di avere l’assoluto controllo della vettura in ogni momento, cambiando radicalmente le sue caratteristiche a seconda della situazione. Diretto e preciso quando serve, leggero e demoltiplicato nelle manovre, lo sterzo della nuova Mercedes Classe E risulta estremamente migliorato rispetto al precedente, cambiando completamente il volto dell’auto.

Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect

Comfort e interni

Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect

Nella storia Mercedes la comodità d'utilizzo è sempre stata al primo posto, così come le finiture, la lussuosità e l'attenzione ai particolari. La nuova Mercedes Classe E mantiene le linee guida del marchio, non deludendo sotto nessuno di questi aspetti. Salendo in auto si entra nel lusso: svariati intarsi impreziosiscono la plancia, comodi sedili in pelle garantiscono il massimo comfort e moltissimi gadget rendono più sicuro e piacevole ogni viaggio. L'assemblaggio è, come sempre, ineccepibile, così come la scelta dei materiali, sempre curata ed elegante. Sugli esemplari che abbiamo avuto modo di testare però erano presenti alcuni inserti in legno che stonavano un po' con lo stile dell'abitacolo: ogni cliente può scegliere tra numerose finiture, tra cui, oltre ai vari tipi di radica, anche dei listelli in alluminio o, sulle versioni più sportive, in carbonio, molto eleganti ma al contempo sportivi e moderni.

La tecnologia è uno dei punti fondamentali di questa nuova generazione della Mercedes Classe E, sistemi di sicurezza, dotazioni per il comfort ed un impianto di infotainment aggiornato con le ultime tecnologie della sorella maggiore Classe S. Con il Comand Online è infatti possibile fare di tutto: connettersi a internet, sfruttare il nuovo Drive Kit Plus per connettere il proprio iPhone 4S ed utilizzare le funzionalità di Siri, oltre a poter far vedere un film ai passeggeri mentre il guidatore guarda la mappa del navigatore satellitare grazie alla tecnologia a led triangolari. L'unica pecca attribuibile al sistema è la dimensione dello schermo LCD: i 7" del Comand sono belli da vedere sulla plancia ma avremmo preferito un pannello di dimensioni maggiori. Fortunatamente però lo schermo è molto nitido e la risoluzione permette di vedere con facilità anche i particolari più piccoli, così come le strade durante la navigazione.

Il setup di guida risulta praticamente identico alla precedente generazione di Mercedes Classe E: tutto al posto giusto, seduta ampiamente regolabile per trovare una posizione comoda o contenitiva a seconda dell'occasione, volante con una larga escursione sia in altezza, sia in profondità e tasti facilmente raggiungibili. Mercedes propone svariate tipologie di sedili, oltre a quelli di serie è possibile ordinare i sedili attivi, che, gonfiando i fianchetti, migliorano il supporto in curva diventando più contenitivi, oppure con le stesse regolazioni ma manuali, con i quali si può modificare il sedile per adattarlo al nostro corpo, oltre ai consueti sedili massaggianti. Al posto di guida la visuale anteriore è chiara ed i montanti non sono per nulla invasivi. Solo in alcune posizioni si può essere ostacolati dalla carrozzeria ma un minimo spostamento della testa risolve tutto. Al posteriore la visibilità è buona, come sulla precedente Classe E, anche se è sempre meglio affidarsi alla videocamera di retromarcia con sistema di visualizzazione delle immagini a 360 gradi viste le dimensioni della vettura.

Non così chiaro l'ingombro del muso: bisogna farci l'abitudine ma anche i più alti faticano inizialmente ad intendere dove finisca effettivamente il frontale dell'auto. Lo spazio per la testa è davvero tanto, sia nelle versioni con tettuccio apribile, sia in quelle con vetro panoramico o con tetto in metallo. Al posteriore, lo spazio non manca: i sedili sono comodi, la seduta è leggermente inclinata e sono disponibili parecchi centimetri per le gambe, così come per la testa. Come ormai per tutte le nuove vetture, il quinto posto non è dei più comodi: in quattro si viaggia come se si fosse in salotto, mentre il quinto risulta rialzato rispetto alla seduta in una posizione non troppo confortevole. Tuttavia l'ampio bagagliaio da 540 litri consentirebbe il trasporto di valige anche per più di cinque persone, grazie al suo ampio volume, ampliabile anche grazie al doppio fondo ricavato dove una volta si sistemava la ruota di scorta, ora assente e rimpiazzata da un kit di riparazione degli pneumatici. Lo schienale sdoppiato e ribaltabile è solo un optional, che costa 526 euro e che consente di caricare oggetti davvero molto voluminosi all'interno della berlina.

Su strada l'assetto sportivo delle versioni Avantgarde risulta abbastanza confortevole, certo le buche più accentuate si sentono ma la comodità di marcia non viene affatto rovinata. Con il setup ancor più sportivo delle sospensioni questa percezione potrebbe però cambiare, ci riserviamo quindi di svolgere maggiori test in futuro. Durante la nostra prova su strada abbiamo però potuto apprezzare le sospensioni attive pneumatiche Airmatic, davvero ottime sia dal punto di vista del comfort, sia della sportività. Viaggiando in modalità Comfort, le sospensioni si ammorbidiscono, permettendo una guida rilassata e davvero confortevole: anche in curva il rollio non è eccessivo, così come la morbidezza, tarata al punto giusto per massimizzare la comodità di marcia senza però rovinare la guidabilità. Premendo il pulsante sul tunnel centrale e passando alla modalità Sport l'assetto si irrigidisce, lasciando maggior spazio alla guida dinamica ed alla precisione in curva. Anche con questo setup la vettura non diventa scomoda, lasciando però trasparire maggiormente le imperfezioni stradali, diminuendo però il rollio ed il beccheggio, che risulta presente solo nelle frenate più spinte. Tra i vantaggi offerti dalle sospensioni pneumatiche, anche la possibilità di alzare il corpo vettura per passare degli ostacoli, molto utile nel caso si utilizzi un box sotterraneo o quando ci troviamo davanti a dossi ed ostacoli vari.

Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect

Tecnologie: sicurezza prima di tutto

Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect

Con il facelift della Mercedes Classe E il marchio tedesco ha introdotto nuove tecnologie che migliorando la sicurezza ed il piacere di guida, sorvegliano in ogni istante il guidatore. I sistemi di Intelligent Drive infatti, non solo tutelano la sicurezza di guida, frenando la macchina quando necessario e rilevando eventuali veicoli che potrebbero causare incidenti, ma migliorano anche il piacere di guida, permettendo uno stile più rilassato e tranquillo, per i viaggi e per gli spostamenti di tutti i giorni.

Alcuni sistemi, per la prima volta presenti nell’intera gamma Mercedes, sono direttamente derivati dalle nuove tecnologie che verranno implementate sulla futura Mercedes Classe S. Nuovi sensori installati sulla vettura permettono alle varie centraline di controllare la strada e gli altri veicoli: una delle innovazioni più importanti è l’arrivo della nuova videocamera stereoscopica. Questa innovativa telecamera , situata sul parabrezza nella zona dello specchietto retrovisore, è composta da due diversi sensori checon un raggio di azione di 500 metri, grazie all’angolo di 45 gradi, fornisce un’infinità di dati sul percorso alle centraline della vettura. Alcuni complessi algoritmi elaborano i dati forniti dalla telecamera stereoscopica interpretano le condizioni della strada analizzando, oltre ai pedoni, i veicoli che procedono nella nostra stessa direzione, le vetture che viaggiano in senso opposto ed anche quelle che, agli incroci, marciano perpendicolarmente alla nostra vettura. Il sistema Pre-Safe, ora disponibile anche come Pre-Safe Plus, agisce di conseguenza, così come il Collision Prevention Assist, il Brake Assist Bas Plus e le altre tecnologie che governano la sicurezza della vettura.

Davvero impressionante la precisione di frenata quando la macchina rileva un ostacolo: viaggiando fino a 50 km/h la vettura è in grado di fermarsi da sola quando rileva un pedone, arrestandosi una ventina di centimetri prima della collisione con una frenata decisa attuata dal sistema Bas Plus. Altrettanto preciso, ma a volte un po' invasivo finché non ci si fa l'abitudine, il Lane Keeping che, frenando le ruote interne della Mercedes Classe E, ne corregge la traiettoria, evitando la fuoriuscita dalla propria corsia di marcia. Davvero notevole il nuovo sistema di abbaglianti adattivi che, tagliando letteralmente il fascio di luce, lascia in una zona d'ombra le vetture che ci precedono e quelle che provengono in senso opposto, evitando di abbagliarle, ed al contempo illuminano con un'ottimale intensità, tutto il resto della strada, consentendoci una guida notturna con una visibilità davvero di altissimo livello.

Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect

Listino Prezzi Mercedes Classe E 2013

Mercedes E 200 184 cavalli 42.360 euro
Mercedes E 350 306 cavalli 56.791 euro
Mercedes E 350 4MATIC 306 cavalli 59.450 euro
Mercedes E 500 408 cavalli 73.700 euro
Mercedes E 500 4MATIC 405 cavalli 76.491 euro
Mercedes E 63 AMG 557 cavalli 109.410 euro

Mercedes E 200CDI 136 cavalli 39.980 euro
Mercedes E 220CDI 170 cavalli 45.280 euro
Mercedes E 250CDI 204 cavalli 50.590 euro
Mercedes E 250CDI 4MATIC 204 cavalli 53.230 euro
Mercedes E 350 Bluetec 252 cavalli 57.460 euro
Mercedes E 350 Bluetec 4MATIC 252 cavalli 59.218 euro
Mercedes E Bluetec Hybrid 204+27 cavalli 53.090 euro

Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect
Mercedes Classe E: la nostra prova su strada della Mercedes E 400 BlueDirect

  • shares
  • +1
  • Mail
74 commenti Aggiorna
Ordina: