Range Rover 2022: dimensioni, interni, motori, uscita, prezzi

Tutta nuova, nell’estetica, nei contenuti e nelle tecnologie: la quinta serie del modello “di punta” di Solihull viene proposta in due configurazioni di passo, fino a sette posti, adotta propulsori elettrificati (nel 2024 sarà anche 100% elettrica).

Fa la modernista, tuttavia resta se stessa. In buona sostanza: porta in dote un ampio ventaglio di novità, volte ad alzare ulteriormente il livello di contenuti e di immagine della propria fascia di appartenenza, e punta con decisione sull’elevata elettrificazione, anche – più avanti, come vedremo – in chiave “zero emission”.

Ecco, in estrema sintesi, la carta d’identità di Range Rover 2022, quinta generazione del modello di punta di Solihull per comfort, lusso e benessere a bordo, che superato il mezzo secolo dall’esordio della storica prima serie (1970) si rinnova con l’obiettivo di mettere a disposizione del mercato il livello più elevato di caratteristiche e dotazioni fra le proposte del marchio di oltremanica.

Range Rover 2022: uscita e prezzo

La nuova quinta generazione di Range Rover (declinata, come nella precedente serie, in due differenti configurazioni: “corta” e “lunga”, con quest’ultima che per la prima volta viene offerta anche in versione a sette posti, con i due sedili della terza fila ripiegabili a comando elettrico) è già disponibile alle ordinazioni: i prezzi partono da 124.300 euro. Più avanti saranno resi noti tutti i dettagli relativi al debutto nelle concessionarie.

Corpo vettura

All’esterno, l’evoluzione adottata dagli stilisti Land Rover (oggetto di una prima recente anticipazione), guidati dal responsabile del Centro Stile Gerry McGovern, è corrispondente al rinnovamento generale della “stirpe” Range Rover. Vale a dire, attentissimo ai minimi dettagli: lo dimostrano le linee elegantemente “pulite” – e volutamente libere da inutili “preziosismi” – che da una parte richiamano le origini del modello, e dall’altra conferiscono alla nuova serie di Range Rover una piacevole allure di understatement, elemento quest’ultimo più che mai necessario tenuto conto delle dimensioni “in pianta”, non certo minimal (la lunghezza supera 5 metri). Alcuni particolari curati nella curvatura (come lo “scudo” anteriore), l’assenza di qualsiasi elemento sporgente e delle cornici inferiori ai finestrini contribuisce a conferire alla quinta generazione di Land Rover un favorevole coefficiente aerodinamico.

Le misure esterne

  • Lunghezza: 5,05 m (passo corto), 5,25 m (passo lungo);
  • Larghezza: 2,21 m;
  • Altezza: 1,87 m;
  • Passo: 2.997 mm (passo corto), 3.200 mm (passo lungo);
  • Altezza libera da terra: 290 mm;
  • Angolo di attacco: 34°7;
  • Angolo di dosso: 27°7 (passo corto), 25°2 (passo lungo);
  • Angolo di uscita: 29°;
  • Capacità di guado: 900 mm.

Fa il pieno di tecnologie

Gli atout “new gen” adottati per la quinta serie di Range Rover si concretizzano anche in chiave hi-tech. Si segnalano, fra gli altri:

  • i gruppi ottici (“ovviamente” a Led) a sistema Dynamic Light Projection che sfruttano le rilevazioni del navigatore per modulare il fascio luminoso in funzione delle istantanee condizioni di guida e della strada e che oscurano in automatico fino a 16 oggetti presenti sulla strada, in modo da favorire la visibilità per il conducente e nello stesso tempo eliminare qualsiasi rischio di abbagliamento negli altri utenti;
  • l’adozione della nuova piattaforma MLA-Flex, che dota il nuovo modello del sistema di retrotreno direzionale;
  • il sistema Dynamic Response Pro: si tratta del dispositivo di controllo attivo del rollio azionato elettronicamente mediante sistema parallelo a 48V, e che offre otto modalità di guida – Dynamic, Eco, Grass-Gravel-Snow, Mud & Ruts, Sand, Rock Crawl e Wade – azionabili manualmente oppure tramite il sistema Terrain Response Pro 2;
  • il modulo Adaptive Dynamics che, per mezzo di una serie di sensori, consente alla vettura di “sentire” in anticipo la presenza di asperità del fondo stradale e regola le sospensioni a tutto vantaggio del comfort per gli occupanti;
  • la trasmissione sfrutta il sistema Intelligent Driveline Dynamics che controlla in maniera costante, ed elabora 100 volte al secondo, l’aderenza delle ruote ed i comandi del conducente in modo da distribuire la coppia motrice ottimale fra gli assali e fra le ruote posteriori;
  • il cambio è automatico ZF ad otto rapporti.

Abitacolo: fa sfoggio di eleganza

L’impostazione “semplice” degli esterni si riflette anche all’interno: una volta aperte le porte (a comando servoassistito), l’osservatore incontra la consueta cura nella scelta e nell’esecuzione dei materiali. Numerose le possibilità di personalizzazione delle finiture, compresi dettagli in legno pregiato per il tunnel centrale. Da segnalare il mantenimento di alcuni comandi “fisici” (è il caso, ad esempio, del climatizzatore, le cui manopole a rotella sono collocate al di sotto del display centrale).

L’attenzione al benessere per conducente e passeggeri si definisce nel ricorso al sistema Cabin Air Purification Pro, e nel debutto della terza generazione dell’Active Noise Cancellation, che si avvale di ben 35 altoparlanti (compresi quelli integrati nei poggiatesta dei sedili anteriori e della seconda fila di sedili) e tiene sotto controllo le vibrazioni che provengono dalle ruote, il rumore generato dagli pneumatici ed il “sound” dal vano motore verso l’abitacolo, e produce un suono in controfase in grado di annullarne gli effetti.

La digitalizzazione prevede il quadro strumenti da 13.1” ed il display centrale da 13.7” (dedicato alle funzionalità infotainment) con un sostanzioso aggiornamento al dispositivo Pivi Pro, che offre, oltre ai nuovi comandi “a sfioramento”, l’assistente vocale Alexa e gli upgrade Over-the-air.

Motorizzazioni

Sotto al cofano, Range Rover 5 viene equipaggiata con una gamma di unità motrici benzina, mild-hybrid benzina e turbodiesel e Plug-in Hybrid Extended Range:

  • P350 Twin Turbo V8 a benzina;
  • P360 e P400 mild-hybrid a benzina che fanno parte della “famiglia” Ingenium;
  • D250, D300 e D350 mild-hybrid turbodiesel;
  • P440e e P510e Plug-in Hybrid, con motorizzazione benzina Ingenium 3.0 sei cilindri in linea (da rispettivamente 440 CV e 510 CV) abbinata ad un motore elettrico da 105 kW-143 CV integrato nella trasmissione ed alimentato da una batteria agli ioni di litio da 31,8 kWh di capacità utile (posizionata sotto il veicolo e tra i due assali, per assicurare che sia lo spazio per i bagagli sia la capacità all-terrain non vengano compromessi), che offre fino a 100 km di autonomia in elettrico a 140 km/h di velocità massima, ed emissioni di CO2 inferiori a 30 g/km.

Sarà anche 100% elettrica

Non subito, ma a breve-medio termine, Range Rover si aprirà anche alla completa elettrificazione: in piena corrispondenza con i programmi strategici “Reimagine” resi noti di recente, nel 2024 debutterà la versione “zero emission”.

Ultime notizie su SUV

Il termine SUV (Sport Utility Vehicle) indica una tipologia d’automobile ad assetto rialzato, generalmente a quattro ruote motrici e dalla vocazione fuoristradistica limitata, senza ridotte e con finiture interne non meno cur [...]

Tutto su SUV →