Premio Auto Europa 2023, ecco le 7 finaliste e come votare

L’annuale riconoscimento UIGA sarà aperto a tutti gli utenti con un voto elettronico: vediamo le modalità di voto e le vetture candidate al titolo.

Con la definizione delle sette vetture finaliste, è tutto pronto per l’assegnazione del titolo di Auto Europa 2023. L’importante riconoscimento, a cura dei soci di UIGA-Unione Italiana Giornalisti dell’Automotive che anche quest’anno saranno coadiuvati da una giuria di Opinion Leader e da una giuria popolare, verrà assegnato la sera di martedì 25 ottobre, nella cornice del MAUTO-Museo dell’Automobile di Torino.

Auto Europa 2023: anche il pubblico può votare

Il premio organizzato da UIGA, giunto alla trentasettesima edizione (si tiene ogni autunno dal 1987), è aperto a tutti gli utenti. Oltre al voto dei soci e degli Opinion Leader, il pubblico è chiamato ad esprimere la propria preferenza. Per farlo, è sufficiente collegarsi al sito Web www.premioautoeuropa.it, e stilare la classifica personale attraverso un meccanismo di ordinazione delle sette vetture che concorrono al titolo di Auto Europa 2023.

Auto Europa 2023: ecco le magnifiche sette

Dopo una prima selezione, i soci UIGA e la giuria Opinion Leader hanno effettuato una scrematura, che ha portato a definire l’elenco delle sette vetture finaliste al titolo di Auto Europa 2023.

Ampio spazio, come si vedrà più sotto, è andato alle auto di fascia “Sport Utility” (su tutte: le compact-SUV Alfa Romeo Tonale e Bmw X1, e le medium-SUV Kia Sportage e Suzuki S-Cross). Tuttavia, le più classiche berline hanno ricevuto parallele manifestazioni di interesse, seppure le preferenze siano andate a modelli di impostazione più sportiva e dinamica: Citroen C5 X e DS4 E-Tense, così come la novità 100% elettrica Renault Mégane E-Tech (ricordiamo che proprio ad un’auto elettrica era andato il titolo di Auto Europa 2022: ad esserselo aggiudicato, nell’edizione 2021 del premio UIGA, era stata Fiat Nuova 500).

Di seguito l’elenco delle auto finaliste ed una breve descrizione di ogni modello.

Alfa Romeo Tonale

Attualmente proposto in versioni diesel e mild-hybrid (le declinazioni Plug-in Hybrid sono di prossimo arrivo), il compact-SUV chiamato a giocare un ruolo essenziale per il rilancio del marchio del “Biscione” porta in dote un ampio equipaggiamento di elementi di ultima generazione (elevata digitalizzazione, e certificato digitale NFT-Non Fungible Token). I prezzi di listino partono da 35.500 euro;

Bmw X1

La terza generazione del compact-SUV bavarese, in vendita a partire da 42.250 euro, punta forte sull’assortimento di gamma: l’attuale lineup si compone di versioni benzina, turbodiesel, Mild-hybrid e Full hybrid. Più avanti, le proposte si completeranno con l’arrivo di declinazioni 100% elettriche.

Citroen C5 X

Nuova interpretazione dell’auto a cinque porte di gamma medio-alta che offre al mercato un ulteriore “quid” rispetto alla già rivoluzionaria “allure” del modello di riferimento, che era uscito di scena a metà 2017. Rispetto a C5, la novità Citroen C5 X mette in evidenza un disegno posteriore del corpo vettura più rialzato, mentre le caratteristiche di grande stradista – rappresentate dalla consueta cura al comfort ed alle dotazioni di bordo – confermano in pieno l’appartenenza dell’ultima nata alla tradizione del Double Chevron. Sotto il cofano, C5 X viene proposta in versioni benzina 1.2 e 1.6, e Plug-in Hybrid 1.6. I prezzi di Citroen C5 X partono da 33.250 euro.

DS4 E-Tense

Elegante, raffinata e spaziosa: la “due volumi” del marchio premium francese che fa capo all’orbita Stellantis gioca un importante ruolo in una fascia di mercato spesso appannaggio della produzione tedesca. DS4 E-Tense (alimentazione Plug-in Hybrid che offre fino a 54 km con un litro di benzina, a patto di prstare la dovuta attenzione alla ricarica delle batterie) viene proposta negli allestimenti Business, Performance Line, Trocadero, Cross Trocadero, Performance Line+, Rivoli e Cross Rivoli. I prezzi di vendita partono da 41.700 euro.

Kia Sportage

Con questo modello, il marchio coreano che appartiene al “colosso” Hyundai Motor Group ha sdoganato in Italia le vetture di fascia Sport Utility. La quinta generazione del medium-SUV di Kia, profondamente aggiornata, si caratterizza per l’ampio spazio a bordo, un elevato comfort, finiture di ottimo livello ed un notevole “capitolato” di dispositivi di ausilio attivo alla guida. La gamma dei motori è pressoché completa: ibrido benzina, ibrido turbodiesel, Plug-in Hybrid, GPL. I prezzi di Kia Sportage partono da 30.500 euro.

Renault Mégane E-Tech

Nome conosciutissimo, tecnologia up-to-date. Renault Mégane E-Tech rappresenta uno dei modelli-chiave dell’articolata strategia di sviluppo “Renaulution” annunciata da “numero uno” della Marque à Losanges Luca De Meo all’inizio del 2021. Linee gradevoli e tranquillizzanti tuttavia dinamiche nel complesso, ampio spazio a bordo e i due grandi display sulla plancia, Renault Mégane E-Tech è 100% elettrica. L’autonomia con una ricarica completa arriva a 470 km. I prezzi di listino partono da 36.800 euro.

Suzuki S-Cross

Pratica, razionale, robusta, spaziosa. E interamente elettrificata. Suzuki S-Cross è il SUV che risponde al “new deal” del marchio giapponese in fatto di ricerca tecnologica e attenzione alle emissioni allo scarico. Nello specifico, il medium-Crossover Suzuki S-Cross 2022 offre una ricca dotazione di equipaggiamenti in rapporto al prezzo, e viene declinata a trazione anteriore o 4×4, con motore a benzina coadiuvato da un sistema mild-hybrid a 48V (per una potenza di 129 CV) e Full-hybrid provvista di sistema a 140V e 115 Cv di potenza massima. I prezzi di vendita di Suzuki S-Cross partono da 29.090 euro.

Ultime notizie su Notizie

Tutto su Notizie →