BMW X1 2022: prova, prezzi, motori

Primo contatto con la nuova BMW X1 2022 rappresenta la terza generazione di un modello di successo. Prezzi da 39.700 euro.

Con la BMW X1 2022 il SUV compatto arriva alla terza generazione, forte di un successo globale con ben 2,7 milioni di esemplari venduti. Numeri che la rendono il modello più venduto della Casa tedesca, basti pensare che dal 2016 una BMW venduta su quattro è una X1 e, se si prende in considerazione la gamma X, cioè i veicoli a ruote alte, la X1 rappresenta ben il 50% delle vendite.

Cambiare un modello tanto apprezzato non era un compito facile, ma gli ingegneri della Casa dell’Elica sono riusciti nel loro compito: la nuova X1 si evolve all’insegna della modernità ed offre tanti contenuti in più, a partire da una inedita versione 100% elettrica.

Rinnovata all’insegna della modernità

Il nuovo modello è più grande del precedente e arriva ora ad una lunghezza di 4,5 metri, circa 6 centimetri più della versione precedente. Il design si rinnova seguendo le ultime tendenze di stile del costruttore: la calandra a doppio rene aumenta di dimensioni, ma meno di altri modelli recenti. Il frontale nell’insieme appare più moderno e al contempo equilibrato, grazie anche ai nuovi gruppi ottici con elementi a L che contribuiscono a definire la firma luminosa.

Nella fiancata si notano i passaruota squadrati e non più tondi, che conferiscono un look più da fuoristrada. Molta attenzione è riposta alla cura aerodinamica, come si vede anche in dettagli come le maniglie a filo con la carrozzeria: il risultato è un coefficiente di penetrazione aerodinamica (Cx) di appena 0,26, il migliore della sua categoria. Il motivo ad L, già visto nel frontale, viene riproposto anche nei gruppi ottici posteriori a sviluppo orizzontale.

BMW X1 2022: spazio e tecnologia

L’abitacolo è completamente rinnovato per essere ancora più comodo e tecnologico, seguendo una filosofia progettuale che punta alla pulizia delle linee e alla riduzione dei tasti fisici. Tutte le funzioni dell’auto vengono gestite attraverso i due schermi touch, di cui uno dedicato al guidatore da 10,25 pollici e uno a centro plancia da 10,7 pollici. Debutta inoltre il nuovo sistema operativo BMW OS8, che porta inedite funzionalità avanzate.

I sedili sono stati ridisegnati e sul tunnel centrale è presente un ampio portaoggetti, che ha però lo svantaggio di non essere celato alla vista (l’unico elemento chiuso, oltre al cassettino, è un vano sotto il bracciolo, che però è di dimensioni molto ridotte). Le finiture sono curate nella parte alta dell’abitacolo, mentre

Il divanetto posteriore accoglie comodamente due passeggeri ed è regolabile in altezza (solo sulle versioni benzina e diesel) e scorrevole: in questo modo è possibile aumentare in base alle esigenze l’abitabilità per i passeggeri o lo spazio per i bagagli, che raggiunge i 540 litri (abbattendo la seconda fila di sedili è possibile raggiungere i 1600 litri).

Motorizzazioni: nove già disponibili

Davvero molto ampia la possibilità di scelta per quanto riguarda le motorizzazioni, dato che sono nove quelle già disponibili alle ordinazioni. La grande novità della BMW X1 2022, come accennato, è la versione elettrica, che si aggiunge alle versioni plug-in hybrid, alle mild hybrid e alle motorizzazioni termiche a benzina e diesel. Ecco in dettaglio tutti i motori disponibili:

  • sDrive 18i benzina;
  • sDrive 20i benzina;
  • xDrive 23i benzina mild hybrid 48V;
  • sDrive 18d diesel;
  • xDrive 20d diesel;
  • xDrive 23d diesel mild hybrid 48V;
  • xDrive 25e ibrida plug-in;
  • xDrive 30e ibrida plug-in;
  • iX1 elettrica.

BMW X1 2022: come va su strada

Abbiamo provato su strada la versione d’ingresso a gasolio con trazione anteriore, che rappresenta la versione più interessante per chi fa tanti chilometri, nonostante le limitazioni che questo tipo di alimentazione sta incontrando a livello politico.

La BMW X1 sDrive 18d ovviamente non è una motorizzazione sportiva, ma per il tipo di vettura è più che sufficiente per l’utilizzo ordinario e permette di togliersi anche qualche soddisfazione. L’abbiamo guidata sui tornanti della Val Trebbia e la potenza di 150 CV si è dimostrata adatta alla massa della vettura anche in questo contesto, grazie alla coppia di 360 Nm già disponibile a 1500 giri. Lo sterzo è preciso e il cambio a doppia frizione a sette marce ha un funzionamento fluido. I consumi dichiarati si attestano tra i 4,9 e i 5,5 litri/100 km, ma il dato ci è apparso abbastanza in linea con le percorrenze reali: se non si esagera con il piede destro è possibile raggiungere i 20 km con un litro.

Le dimensioni non esagerate dell’auto la rendono agile in tutte le situazioni. Per chi vuole maggiori prestazioni sono disponibili altre due motorizzazioni a gasolio, di cui una con elettrificazione mild hybrid e trazione integrale.

La silenziosità è nel complesso buona ed il motore appare ben isolato dall’abitacolo: solo a velocità autostradali si avverte un po’ di rumore, ma è dovuto soprattutto al rotolamento degli pneumatici e ai fruscii aerodinamici.

Tecnologia di ultima generazione

Il pacchetto tecnologico della nuova BMW X1 2022 è estremamente completo: tutti i sistemi di assistenza alla guida permettono di raggiungere la guida autonoma di livello 2. Tra le novità di maggior rilievo c’è il Cruise Control con funziona di frenata e il sistema anticollisione che è in grado di rilevare il traffico in arrivo quando si svolta a sinistra e i veicoli come le biciclette quando si svolta a destra.

In opzione si possono avere sistemi come l’Assistente di sterzo e controllo della corsia, l’Active Cruise Control con funzione Stop&Go, l’Active Navigation, la funzione di avviso di uscita e il BMW Head-Up Display, il Surround View, il Remote 3D View, il BMW Drive Recorder ed il Remote Theft Recorder. Tutte le funzioni possono essere aggiornate tramite il sistema Remote Software Upgrades.

Il carattere della vettura, ma anche l’ambiente interno, possono essere modificati selezionando le nuove MyModes, molto più di semplici modalità di guida. Inoltre, tra gli optional per il sistema di navigazione è disponibile la funzione Augmented View.

BMW X1 2022: anche plug-in hybrid ed elettrica

A completare la corposa offerta della nuova BMW X1 ci sono le versioni plug-in e per la prima volta l’elettrica iX1. Entrambe le versioni si avvalgono della quinta generazione della tecnologia elettrica del costruttore, che commercializza veicoli ad elevata elettrificazione fin dal 2013 con il debutto della i3.

Le versioni plug-in sono due, la xDrive 25e da 245 CV e la xDrive 30e da 326 CV. Quest’ultima è la versione più sportiva della gamma e consente di accelerare da 0 a 100 km/h in 5,6 secondi. La 25e si distingue per l’autonomia che può raggiungere – secondo il costruttore – i 92 chilometri di autonomia nella modalità esclusivamente elettrica.

La versione elettrica iX1 è equipaggiata con due motori ed è abbinata alla trazione integrale xDrive. La versione disponibile al lancio è la iX1 xDrive30 da 313 CV di potenza complessiva e 494 Nm di coppia, numeri che consentono un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 5,7 secondi. L’autonomia dichiarata è di 440 chilometri.

Prezzi e allestimenti

Gli allestimenti della nuova BMW X1 sono tre: base, XLine e MSport. Il listino parte da 39.700 euro per la versione entry level a benzina sDrive 18i. La motorizzazione diesel della nostra prova, la sDrive 18d, ha un prezzo di 41.700 euro, optional esclusi.

Le motorizzazioni plug-in hybrid costano rispettivamente 49.900 euro e 52.300 euro, mentre l’elettrica iX1 ha un prezzo di 57.200 euro.

La versione che riteniamo più interessante è la xDrive 25e che con i suoi oltre 90 chilometri di autonomia elettrica – davvero molti nell’intero panorama di mercato – consente di coprire senza problemi gli spostanti quotidiani a zero emissioni e di entrare anche nelle sempre più diffuse aree riservate a veicoli elettrici.

Ultime notizie su Novità

Tutto su Novità →