Autodromo di Monza e FollowYourPassion per la solidarietà

Gare di bici, podistiche, e tanta solidarietà all’Autodromo di Monza grazie a FollowYourPassion.

L’Autodromo di Monza è stato teatro di un evento che ha unito agonismo e divertimento nella manifestazione sportiva denominata FollowYourPassion. Il sabato è stata la volta della Ganten Monza 12H Cycling Marathon che ha visto al via 230 atleti impegnati nella gara individuale o a squadre, tra cui l’infaticabile pilota Gian Maria Gabbiani, già impegnato nel campionato RX Italia di Rallycross. La domenica è stata destinata podismo con la Ganten Monza21 che ha visto presentarsi allo striscione di partenza più di 1500 runner in gara nelle quattro distanze previste, 30, 21, 10 e 5 km.

Nell’autodromo di Monza pedalando dalle 12 alle 24

Questa maratona ciclistica, giunta alla settima edizione, ha visto i protagonisti pedalare dalle 12 a mezzanotte nell’autodromo di Monza. Particolare la possibilità di esprimersi in un contesto unico al mondo, in piena sicurezza e con le condizioni ideali per andare al massimo. Nella prova individuale, vince Simone Surace (486,61 km) davanti a Simone Bertini (480,82 km) e Giovanni Rossi (463,44 km); tra le donne, successo per Michela Ottria (393,92 km). Nella categoria individuale a scatto fisso, vince Diego Zorzan (98,48 km).

Team Breviario 2 trionfa nei Team da 2 uomini con 509,78 km, davanti a Team Dindola (480,82 km) e Swatt Club (457,65 km). Nella gara riservata ai Team da 2 misti, vincono Bonnie & Clyde (463,44 km) di un soffio su Ciuffo Team (stesso chilometraggio, un secondo di distacco); terzo posto per Merati/Bosis (335,99 km). Team Room (527,16 km), Zero Watt Cicli Montanini (521,37 e Gio’N’Dent (509,78 km) salgono sul podio della categoria Team da 4 uomini, XSport Challenge (di Jury Chechi e Max Lelli – 509,78 km), SBK (492,41 km) e Lety & Friends (480,82 km) compongono il podio della categoria Team da 4 mista. Infine, la prova femminile dei Team da 8 è andata alla squadra delle Alfonsine, il podio del Team da 8 uomini è stato composto da Asd Melato (527,16 km), Team Colorificio S. Eufemia (527,16 km) e TT Deda Team (515,58 km), mentre le prime tre squadra nella graduatoria dei Team da 8 misti sono state Team Rock No War (515,58 km), Team 115 (503,99 km), Tapatriathlon Team (469,23 km).

Jury Chechi protagonista all’autodromo di Monza anche nella solidarietà

Sempre pronto a competere, Jury Chechi ha primeggiato nella classifica della categoria di appartenenza tra i cordoli dell’autodromo di Monza. Il suo team per il progetto XSPORT Challenge ha offerto un grande spettacolo e ha sostenuto una nobile causa. Infatti, il Signore degli Anelli, è stato promotore dell’iniziativa benefica che ha coinvolto diversi atleti tra cui Max Lelli in favore della Onlus Dynamo Camp di Pistoia, organizzazione che offre gratuitamente programmi ricreativi a bambini e adolescenti affetti da malattie croniche in terapia o nel periodo di post ospedalizzazione, coinvolgendo anche i loro fratelli sani e le loro famiglie. Prima della partenza della 12 ore, il team ha consegnato a Dynamo Camp i 10.000 euro raccolti.

Tra coloro che si sono distinti nell’evento segnaliamo  anche i componenti della squadra dell’associazione Parkinson&Sport, guidata dal presidente Stefano Ghidotti, il cui scopo è quello di promuovere lo sport come mezzo per rallentare lo sviluppo dei sintomi del Parkinson. In gara anche il team dell’Associazione UNA che ha raccolto donazioni per finanziare FORTEe, un progetto di ricerca sull’esercizio fisico di precisione che si svolge in tutta Europa.

La domenica è un affare da runner

Domenica mattina è stata la volta dei runner nell’autodromo di Monza, che si sono misurati in 4 distanze, 30, 21, 10 e 5 km. L’asfalto perfetto, la location immersa nella natura e l’altimetria favorevole rappresentano le condizioni ideali per sfidare il cronometro. Nella 10 km, è stato Matteo Bonzi il più veloce: il crono di 31’42” gli è valso questo prestigioso successo davanti Nicola Mostacchetti (31’42”) e Nicolò Petrin (31’48”). Dominio assoluto per Maria Righetti nella prova femminile, capace di staccare le rivali sin dai primi metri e festeggiare la vittoria in 37’17”; secondo gradino del podio per Alice Tambini (38’22”), terza piazza per Miriam Beghi (40’00”).

Il trionfatore della 30 km è stato Andrea Soffientini, a segno in 1h42’54”; completano il podio Loris Mandelli (1h46’27”) e Luca Filipas (1h52’24”). In ambito femminile, non ha avuto rivali Monica Cagliani, prima in 2h07’43” con un clamoroso distacco sulle due atlete che le tengono compagnia su questo podio, Annalisa Bombelli 2h25’47” e Monica Giacometti (2h26’37”).

FollowYourPassion è sempre un successo

Nell’evento all’autodromo di Monza  i grandi vincitori sono stati i ragazzi di Sport Senza Frontiere, Charity Partner dell’intero circuito di eventi FollowYourPassion impegnato da anni nell’integrazione di bambini e adolescenti svantaggiati usando come strumento proprio lo sport e tutti i runner e i ciclisti che hanno trascorso due giorni nel tempio della velocità tra tanti sorrisi e momenti di grande sport.

“Numeri che fanno impressione e mi fanno emozionare – ha detto in chiusura della manifestazione Luca Lamera, responsabile eventi di FollowYourPassion – sono stati con noi all’autodromo di Monza quasi 2000 atleti in gara nella divertentissima 12 ore di ciclismo e nelle quattro distanze, competitive e non, delle prove di corse. Che dire, sono stati due giorni intensi, ma davvero entusiasmanti per tutti. Voglio ringraziare in maniera sentita Comune di Monza, l’Autodromo, il Parco e la Reggia di Monza che ci hanno ospitato e hanno dunque reso possibile questa magnifica due giorni di sport”.

Ultime notizie su Curiosità

Abbiamo raccolto le notizie le più strane, i video i più divertenti e le auto più originali: scopri con noi le curiosità del mondo automobile e condividi con noi i tuoi aneddoti insoliti.

Tutto su Curiosità →