F1 Monza 2022: le pagelle

Max Verstappen è il dominatore del GP di F1 Monza 2022, ma vediamo le pagelle con i migliori e i peggiori del weekend di gara nel tempio della velocità.

Il GP di F1 Monza 2022 si è concluso nel peggiore dei modi, con lo spettacolo ucciso nel suo momento massimo. La Federazione Internazionale ha gestito malissimo l’operazione di rimozione della monoposto di Daniel Ricciardo, fermatosi a cinque giri dalla fine. La Safety Car ha ritardato l’ingresso in pista e dopo si sono susseguite una serie di errori e di pasticci che hanno compromesso il termine della gara, vinta con assoluto merito da Max Verstappen, sempre più dominatore della categoria. Vediamo dunque le pagelle del Gran Premio d’Italia disputato all’Autodromo Nazionale di Monza che compie 100 anni.

Voto 10: Max Verstappen

Cosa si può chiedere di più a un pilota che parte settimo e vince la gara in modo assolutamente perfetto? Niente di più, 10 e lode. Max Verstappen non commette mai un errore e mette in scena una gara fatta di assalti e ritmo, quest’ultimo indiavolato e costante. Un martello continuo. Un binomio tra l’olandese e la RB18 molto speciale, che nemmeno la Safety Car del finale di grand prix può mettere in discussione.

Voto 9: Carlos Sainz

Partire diciottesimo e terminare quarto. Un’altra grande gara dello spagnolo, un’ennesima dimostrazione di una F1 a due velocità. Carlos Sainz è stato bravissimo e capace di battagliare con tutti, sfoderando dei sorpassi nei duelli da grande pilota. Una condotta arrembante che poteva portarlo addirittura al podio, se non ci fosse stata la Safety Car finale. Un pilota in una giornata di grazia.

Voto 8: Charles Leclerc

Voto 8 come le sue pole position stagionali. Charles Leclerc ha ottenuto un record che in Ferrari mancava dal 2004, anno del settimo e ultimo titolo iridato di Michael Schumacher. Peccato che il monegasco non abbia la capacità – non sempre per demerito suo – di convertire la prima posizione della griglia di partenza in vittoria. Anche stavolta il numero 16 della Ferrari si deve accontentare di un secondo posto. Gara comunque brillante e senza sbavature.

F1 Monza 2022, voto 7: Nyck De Vries

Weekend assolutamente da incorniciare per Nyck De Vries, terzo pilota della Mercedes che ha debuttato in F1 proprio a Monza. Dopo aver provato l’Aston Martin è stato chiamato in Williams per sostituire Alexander Albon, operato per appendicite. Salito a bordo della nuova monoposto, ha abbassato la visiera e ha portato la vettura britannica a punti, conquistando il nono posto. Chapeau all’olandese, già protagonista in GP2 e Formula E.

Voto 6: Guanyu Zhou

Alfa Romeo se ci sei batti un colpo. Il colpo alla fine è arrivato, ma dal pilota che non ti aspetti. Dopo settimane di latitanza arriva un punticino per la squadra italo-elvetica e a portarlo a casa non è stato il capitano Valtteri Bottas, ma il cinese Guanyu Zhou bravo a tenere un ritmo costante e a restare in lotta con gli avversari di centro classifica. Sufficienza abbondante per lui.

F1 Monza 2022, voto 5: Alpine

Il ritiro di Fernando Alonso pesa come un macigno, perché il talento di Oviedo era stabilmente nelle posizioni della classifica che portano punti pesanti alla causa. Peccatoper problema alla power unit dell’Alpine, puntualmente segnalato in radio dal due volte campione del mondo e non recepito dagli uomini del box. Male la prestazione di Esteban Ocon, che non arriva nemmeno a punti, nonostante una monoposto che nei rettilinei era in grado di fare la differenza.

Voto 4: Aston Martin

Una scuderia anonima quest’anno, anzi forse anche qualcosa peggio, che termina il suo weekend italiano con due ritiri a referto. Prima Vettel e poi Stroll hanno chiuso anticipatamente la gara per problemi di affidabilità. Qualcosa su cui riflettere all’interno di un team in flessione.

Voto 3: Sergio Perez

Partiva dal fondo e ha tutte le scusanti del caso, come il principio di incendio all’anteriore destra dopo la sua prima sosta ai box. Però vedere una Red Bull al sesto posto, dopo che l’altra monoposto ha vinto e convinto, fa capire il peso specifico della prestazione di Sergio Perez, un pilota incostante troppo soggetto a momenti di alti e bassi. Nella sua stagione da montagne russe, Monza rappresenta certamente un picco verso il basso.

Voto 2: Kevin Magnussen

Mestamente ultimo il danese Kevin Magnussen, al netto dei vari ritiri che sono occorsi in gara. Qualche errore di troppo e prestazioni non convincenti, per un pilota che a inizio anno aveva stupito con delle ottime performance. Notte fonda per la Haas, in caduta libera anche a Monza.

F1 Monza 2022, voto 1: Federazione Internazionale

Una gara conclusa male e gestita in modo pessimo dalla Federazione Internazionale, che ha deciso con poca tempestività di mandare in pista una Safety Car a cinque giri dalla fine per togliere la vettura di Daniel Ricciardo dal tracciato. Il protocollo non è stato eseguito alla lettera, la vettura guidata da Bernd Mailander ha faticato a mettersi davanti a Verstappen e i piloti doppiati non sono riusciti a sdoppiarsi. Esito finale? Gara conclusa sotto alla bandiera a scacchi con la Safety Car sfuggita all’ultimo in pit lane per evitare i fotografi. Peccato. La vicenda poteva essere gestita meglio, forse sarebbe servita una bandiera rossa. Altra occasione mancata dalla FIA dopo il pasticcio di Abu Dhabi 2021.

Ultime notizie su Motorsport

Tutto su Motorsport →