Nuova Audi Q7: il SUV più tecnologico, sportivo e digitale di sempre

La seconda generazione di Audi Q7 presente sul mercato da quattro anni si rinnova radicalmente e si aggiorna grazie a un profondo restyling tecnico ed estetico…

Audi Q7, il grande SUV dei quattro anelli si rinnova con un importante restyling tecnico ed estetico ispirato ai nuovi stilemi ispirati al coupé Q8 e che caratterizzano i nuovi sport utility di Audi.

Colpisce subito il nuovo frontale single frame ottagonale composto da sei listelli verticali cromati insieme alle prese d’aria laterali suddivise in due parti. Nuovi i proiettori a LED che accentuano l’impronta a terra della vettura sottolineandone l’aspetto muscoloso. Rinnovate le zone sottoporta che evidenziano l’altezza da terra nonché l’indole off-road con i passaruota pronunciati a sottolineare la trazione quattro di serie.

Il posteriore, completamente ridisegnato, si distingue per i sottili gruppi ottici uniti da un listello cromato. Spiccano poi l’estrattore, le protezioni sottoscocca e la fascia inferiore che raccoglie alle due estremità i terminali di scarico. In più, degne di nota la finitura antracite dello spoiler, il rivestimento degli archi passaruota e i rinnovati sottoporta, elementi che rafforzano la vocazione all terrain.

Novità importanti dal punto di vista dell’assetto. Il nuovo Audi Q7 dispone per la prima volta del sistema di stabilizzazione antirollio attiva in abbinamento allo sterzo integrale per una maggiore maneggevolezza e agilità insieme alle sospensioni pneumatiche adattive. Una versatilità confermata dal sistema di gestione della dinamica di marcia Audi drive select con il quale è possibile scegliere diversi setting che influiscono sulla servoassistenza dello sterzo, sull’erogazione del motore, sulla mappatura del cambio e, se presenti, sulle sospensioni pneumatiche adattive. In particolare: auto, comfort, dynamic, efficiency, individual, allroad e offroad.

In autostrada la nuova Audi Q7 è in grado di abbassarsi automaticamente fino ad un massimo di 30 mm in funzione della velocità migliorando la resistenza aerodinamica e, di conseguenza, l’efficienza. In fuoristrada, agendo sempre sull’Audi drive select, è possibile aumentare fino a 60 mm la luce da terra, in modalità offroad il controllo della stabilità offre maggiore trazione insieme ad interventi frenanti ottimizzati, in più, la funzione HDC nei tratti in discesa dalla forte pendenza limita automaticamente la velocità dell’auto.

Le sospensioni pneumatiche adattive sono presenti sulle versioni a sette posti della nuova Audi Q7, mentre il pacchetto S line include l’adaptive sospensioni sport con una taratura più rigida che ribassa l’assetto di 15 mm rispetto alle sospensioni pneumatiche standard. Nuova Audi Q7 è anche dotata dello sterzo elettromeccanico a servoassistenza variabile in funzione della velocità. Previsti di serie i cerchi in lega da 20 pollici, da 22 su richiesta con coperture 285/35. Dischi freno all’avantreno del diametro massimo di 375 mm, 350 mm al retrotreno, sempre su richiesta le pinze freno di colore rosso.

Nuova Audi Q7: tecnologia mild-hybrid di serie


Nuova Audi Q7: il SUV più tecnologico, sportivo e digitale di sempre

Nuova Audi Q7 presenta due motori diesel e un propulsore a benzina che condividono il frazionamento, 6 cilindri, l’architettura a V e la cubatura a 3 litri. Nel caso di Audi Q7 45 TDI, il 3.0 TDI è in grado di sviluppare una potenza di 231 CV e 500 nm di coppia accelerando da 0 a 100 Km/h in soli 7,1 secondi con una velocità massima di 229 Km/h. La versione Q7 50 TDI è la più potente, ben 286 CV per 241 Km/h, mentre il top di gamma è il nuovo 3 litri a benzina della Q7 55 TFSI capace di erogare 340 CV e 500 nm di coppia con uno 0-100 Km/h in meno di 6 secondi e una velocità massima autolimitata di 250 Km/h. Il propulsore 3.0 TFSI debutterà in un secondo momento con una versione plug-in hybrid.

Tutti i propulsori sono dotati di serie della tecnologia mild-hybrid MHEV a 48 Volt che riduce i consumi di 0,7 litri ogni 100 Km. Il sistema è composto da un alternatore-starter azionato a cinghia e collegato all’albero motore in grado di recuperare fino a 8 kW di potenza nelle fasi di decelerazione e di immagazzinare questa energia in una specifica batteria agli ioni di litio. Rilasciando il pedale dell’acceleratore, Audi Q7, a velocità comprese tra i 55 e i 160 Km/h è in grado di avanzare per inerzia in folle per un massimo di 40 secondi, infine la modalità start/stop è attiva già a partire da 22 Km/h. Cambio automatico triptonic a otto rapporti che interagisce con la tecnologia MHEV. La trazione integrale permanente quattro presenta un differenziale centrale autobloccante con la ripartizione della coppia tra assale anteriore e posteriore con un rapporto 40:60, ma a seconda della necessità è in grado di ripartirla sulle ruote con maggiore motricità.

Nuova Audi Q7: gli interni


Nuova Audi Q7: il SUV più tecnologico, sportivo e digitale di sempre

Audi Q7 è disponibile a 5 o 7 posti. Cresce in lunghezza il SUV tedesco, 11 mm, raggiungendo così la misura di 5.063 mm, mentre il passo rimane invariato, 2.994 mm. Comodo e versatile, la versione da 5 posti presenta un bagagliaio con una capacità di carico di 865 litri espandibile fino a 2.050 abbattendo i sedili posteriori. Il portellone elettrico è di serie, disponibile a richiesta anche con l’apertura mediante movimento del piede. Lussuoso l’abitacolo che adotta il concept di gestione dei comandi MMI touch response composto da due grandi touch screen. Infine sedili anatomici ai quali è possibile abbinare regolazioni di climatizzazione e funzioni di massaggio. Le funzioni della nuova Audi Q7 possono essere governate tramite feedback acustici o tattili. Il sistema di infotainment MMI plus con MMI touch response utilizza lo standard LTE per il trasferimento dei dati e include l’assistente vocale Amazon Alexa basato su cloud.

Nuova Audi Q7: sistemi di assistenza alla guida


Nuova Audi Q7: il SUV più tecnologico, sportivo e digitale di sempre

Ricca la gamma dei sistemi di assistenza alla guida sulla nuova Audi Q7. In particolare il sistema di assistenza alla guida adattivo integra le funzioni dell’adaptive cruise contro, del traffic jam assist e dell’active lane assist. Il sistema è poi in grado adottare uno stile di guida adeguato al programma di marcia selezionato favorendo lo sfruttamento ottimale fornito dalla tecnologia mild-hybrid. Ancora, sistema di assistenza agli incroci, assistente traffico trasversale e assistente alle manovre grazie alle telecamere perimetrali e alla visualizzazione 3D. Tutte le dotazioni di assistenza alla guida sono gestite dal modulo hi-tech di Audi, ovvero una centralina dei sistemi di assistenza alla guida centrale denominata zFAS, di serie, che riceve i dati da cinque sensori radar, cinque telecamere e dodici sensori ad ultrasuoni.

  • shares
  • Mail