Lamborghini: l'Aventador sarà sostituita da una ibrida

Lamborghini ha annunciato che la vettura che sostituirà l'Aventador avrà come base un motore V12 e un'unità ibrida. Anche il costruttore sportivo di Sant'Agata Bolognese guarda così al futuro della mobilità, che sembra ormai essere sempre più orientato verso soluzioni a zero emissioni anche per le vetture più esclusive

Salone di Ginevra 2019 Lamborghini

La rivoluzione della mobilità sembra ormai sempre più inesorabilmente muoversi verso un futuro a zero emissioni, con le automobili elettriche che saranno la prossima sfida dei grandi costruttori. Tra questi, anche i grandi marchi sportivi hanno deciso di abbracciare questa nuova esigenza annunciando nel prossimo futuro veicoli dalle prestazioni esaltanti con un occhio di riguardo verso le necessità ambientali.

A questi si è recentemente aggiunta Lamborghini, uno dei brand più conosciuti e apprezzati al mondo, che ha annunciato che l'erede della sua super car di punta, la Aventador, sarà una ibrida. Secondo le prime indiscrezioni, il nuovo veicolo dovrebbe arrivare intorno al 2021; una rivoluzione, ma senza stravolgere la grande tradizione del toro di Sant'Agata Bolognese:" il nostro lavoro consiste nel creare la fusione perfetta tra le due tipologie di propulsione, termica ed elettrica, e per l’Aventador, pensiamo che il V12 aspirato naturalmente sia la scelta migliore", queste le parole di Maurizio Reggiani, responsabile tecnico del marchio.

Una perfetta sinergia tra passato e futuro dunque, senza rinunciare alle proprie radici e alla propria tradizione, Lamborghini produrrà una vera super car in grado di far entusiasmare migliaia di appassionati con la inebriante e armoniosa melodia del V12, stando però anche attenta alla prossima sfida del futuro: le emissioni inquinanti.

  • shares
  • Mail