Peugeot Rifter: il nuovo multispazio della Casa del Leone

Comodo, spazioso e dall'impostazione SUV: è il nuovo multispazio del brand transalpino...


Il nuovo Peugeot Rifter è un veicolo multispazio estroso dal look da crossover chic. Una vettura che incarna più anime: quella versatile per l’uso quotidiano, quella comoda e spaziosa per la famiglia, quella più avventurosa. Questo perché il Rifter è in grado di offrire volumi modulabili e adattabili alle diverse esigenze di spazio, senza dimenticare comfort di guida, tecnologia e sicurezza. Abbiamo messo alla prova il nuovo Peugeot Rifter sulle splendide strade dell’entroterra del Principato di Monaco, tra tornanti di montagna con vista mare, fino a Digne-les-Bains, lungo le strade solcate dal mitico Rally di Montecarlo. Il nuovo Peugeot Rifter, presentato in anteprima mondiale allo scorso Salone di Ginevra, sarà disponibile in Italia a partire dal prossimo settembre con prezzi che partono da 21.550 euro e arrivano a fino a 29.050 euro.

Nuovo Peugeot Rifter: come è fatto


Il multispazio della casa del Leone presenta tutte le caratteristiche stilistiche ed estetiche che oggi contraddistinguono tutti i veicoli Peugeot. Frontale moderno e robusto con il Leone al centro della calandra verticale impreziosita da una firma luminosa a LED al centro dei proiettori. Il cofano è corto e orizzontale con la luce a terra alta e gli sbalzi ridotti. Le barre del tetto oltre ad essere un elemento di design, permettono di ancorare saldamente degli oggetti.

Le forme arrotondate all'anteriore e al posteriore modellano le portiere e l'ampio portellone, mentre completamente nuove nella forma le superfici vetrate. Il carattere sportivo del multispazio è enfatizzato dalla modanatura in rilievo dei passaruota e dall'assetto. La parte posteriore propone un ampio portellone, che si apre su un bagagliaio dal volume generoso. Caratteristiche le luci a tre artigli, espressione tipica dello stile del brand francese. Il nuovo Peugeot Rifter prende in prestito alcuni elementi funzionali e di stile caratteristici dei SUV come la maggiore altezza dal suolo, le grandi ruote, le protezioni dei sottoporta, il sottoscocca, le protezioni per i passaruota e i paraurti, infine i deflettori anteriori e posteriori.

Due le versioni, a cinque e a sette posti, in ognuna delle due lunghezze disponibili, Standard da 4,40 m e Long 4,75 m. Sedili modulabili a seconda delle esigenze e con un bagagliaio con un volume di carico che va dai 775 litri espandibile fino a 3.500 litri per la variante a cinque posti con lunghezza standard e fino ai 4.000 litri a per la versione lunga con i sedili ripiegati. in più il caratteristico tetto Zenith presenta una zona vetrata dotata di una tendina elettrica ed è attraversato da un padiglione multifunzionale con dei vani portaoggetti. Illuminazione interna a LED. Porte laterali scorrevoli e un pratico lunotto apribile che permette di accedere al bagagliaio senza aprire il portellone.

Il Rifter è dotato dell'originale e moderno i-Cockpit con il volante piccolo e compatto per facilitarne la presa e la manovrabilità, touch screen capacitivo da 8”, quadro strumenti con Head up Display e 3D Connected Navigation che acquisisce le condizioni del traffico in tempo reale. L'adozione del freno di stazionamento elettrico, disponibile secondo le versioni, aumenta spazio sulla console centrale e lasciando il posto a grandi vani portaoggetti, il tutto in un abitacolo pratico ed elegante. Ancora più stilosa la versione la versione GT Line con dettagli specifici Nero Onyx sul profilo della calandra, sulla scocca dei retrovisori, sulle barre del tetto e sugli inserti nelle modanature laterali. Completano la dotazione i cerchi in lega da 17 pollici diamantati Aoraki, i monogrammi GT Line a effetto ramato. il volante in pelle, i dettagli della plancia verniciati, e, infine, i rivestimenti in Tessuto Casual.

Il nuovo Peugeot Rifter è proposto in due sole motorizzazioni, benzina o diesel, ma con diversi livelli di potenza. Il propulsore 1.2 PureTech Turbo a benzina declinato in due versioni: da 130 cavalli con Start&Stop e cambio automatico ad otto rapporti EAT8, disponibile però a partire dal 2019, e da 110 cavalli, sempre con Start&Stop, ma con cambio manuale a cinque rapporti. Il motore diesel è il 1.5 BlueHDi a sua volta con tre differenti potenze: 130 con Start&Stop e con cambio manuale a sei rapporti o cambio automatico otto rapporti EAT8, da 100 cavalli con cambio manuale a cinque rapporti e da 75 cavalli con cambio manuale a cinque marce.

Il Rifter è progettato sulla piattaforma EMP2 e sfrutta una serie di innovazioni specifiche nella parte posteriore per favorire la modularità ed il carico creando un’ottima combinazione tra comfort e comportamento su strada. La posizione di guida alta ed il raggio di sterzata di 10,9 m ne migliorano l’agilità. Indole da fuoristrada grazie alla maggiore altezza dal suolo e, su richiesta, l’Advanced Grip Control che, abbinata ai pneumatici M+S, agisce sullo slittamento delle ruote aumentandone la motricità su fondi scivolosi. Questa funzione è poi abbinata all’Hill Assist Descent Control (HADC) per mantenere automaticamente la velocità ottimale in presenza di forti pendenze. per chi invece è alla ricerca di un vero fuoristrada multispazio non deve far altro che aspettare la versione Dangel del Peugeot Rifter in versione 4 ruote motrici perfetto per soddisfare anche gli utilizzi più estremi.

Il Rifter è dotato delle ultime innovazioni tecnologiche introdotte dal brand transalpino. A seconda delle versioni adotta l'Adaptive Cruise Control che, in combinazione con il cambio automatico a otto rapporti è in grado anche di arrestare completamente il veicolo, lo Speed Limit Detection, l'Active Lane Departure Warning, il Driver Attention Alert. Ancora, insisteva di frenata automatica, il controllo della stabilità del gancio traino, un sistema che stabilizza l’eventuale rimorchio trainato per ridurre gli sbandamenti o rallentare il veicolo, se necessario, l'High Beam Assist, la videocamera per la retromarcia Visiopark 180°, il rilevamento dell’angolo cieco e, infine, il sistema di accesso alla vettura e di avviamento senza chiavi.

Nuovo Peugeot Rifter: come va



Abbiamo provato sulle strade dell'entroterra del Principato il nuovo multispazio della casa del Leone, in particolare, abbiamo testato la versione GT Line con motore 1.5 Blue Hdi da 130 CV e cambio automatico EAT8. La guida è comoda e rialzata, il volante dell'i-Cockpit garantisce veramente un'ottima presa insieme ad un controllo preciso e diretto. Il cambio è pronto e dolce negli innesti, la marcia è selezionata tramite una manopola nel tunnel o attraverso due palette poste dietro il volante se si preferisce la modalità manuale. Grande il raggio di sterzata e notevole il comportamento delle sospensioni che riescono ad assorbire bene le asperità del terreno. Il propulsore agile, silenzioso e scattante, unito alla guida estremamente maneggevole, rende il Peugeot Rifter un veicolo adatto per affrontare strade e percorsi più tortuosi sia il "normale" traffico cittadino.

Primo Contatto
8

Nuovo Peugeot Rifter: scheda tecnica


Dimensioni:

Lunghezza versione standard: 440 cm
Altezza: 187 cm
Passo: 279 cm
Bagagliaio: 775 litri - 3.500 litri
Motore:
Cilindrata: 1.499 cm3
N. cilindri: 4 in linea
Potenza: 131 Cv
Cambio: automatico 8 rapporti + retromarcia
Velocità massima: 184 Km/h
Accelerazione 0-100: 11 secondi
Prezzo della versione avuta in prova: 27.850 euro.

  • shares
  • Mail