Gp Giappone F1 2017: trionfa Hamilton! Mondiale vicinissimo.

Lewis Hamilton vince a Suzuka davanti a Vertappen e Ricciardo allungando in maniera decisiva nel Mondiale piloti grazie ai guai di Vettel.

Lewis Hamilton vince il GP del Giappone ed allunga probabilmente in maniera decisiva nel Mondiale 2017 grazie ai guai di Vettel, rimasto a piedi per un problema ad una candela emerso nel giro di ricognizione. Max Verstappen conferma l’ottimo momento suo e della Red Bull chiudendo al secondo posto una gara che l’ha visto sempre molto vicino al pilota inglese, ma mai abbastanza per metterne in discussione la vittoria. Terzo posto per Ricciardo, più veloce in tutto il weekend di Bottas, quarto.

Dopo una difficile partenza dalla sesta fila Raikkonen riesce a salire fino alla quinta posizione, non abbastanza per risollevare gli animi dei ferraristi dalla delusione vissuta con Vettel. A punti chiudono anche le due Force India con Ocon davanti a Perez e Magnussen, che si è guadagnato l’ottava posizione con un gran sorpasso ai danni di Massa, decimo, poi superato anche da Grosjean. Oltre a Vettel, si sono dovuti ritirare Sainz, Ericsson, Hulkenberg e Stroll. L’appuntamento è per il 22 ottobre ad Austin, dove Hamilton potrà giocarsi il primo dei quattro match point nella corsa al titolo.

Gp Giappone F1 2017: ordine d’arrivo

gp-giappone-f1-2017-arrivo.jpg

Mondiale F1 2017: classifica piloti dopo 16 gare

1 Lewis Hamilton GBR MERCEDES 306 punti
2 Sebastian Vettel GER FERRARI 247
3 Valtteri Bottas FIN MERCEDES 234
4 Daniel Ricciardo AUS RED BULL RACING TAG HEUER 192
5 Kimi Räikkönen FIN FERRARI 148
6 Max Verstappen NED RED BULL RACING TAG HEUER 111
7 Sergio Perez MEX FORCE INDIA MERCEDES 82
8 Esteban Ocon FRA FORCE INDIA MERCEDES 65
9 Carlos Sainz ESP TORO ROSSO 48
10 Nico Hulkenberg GER RENAULT 34
11 Felipe Massa BRA WILLIAMS MERCEDES 34
12 Lance Stroll CAN WILLIAMS MERCEDES 32
13 Romain Grosjean FRA HAAS FERRARI 26
14 Stoffel Vandoorne BEL MCLAREN HONDA 13
15 Kevin Magnussen DEN HAAS FERRARI 11
16 Fernando Alonso ESP MCLAREN HONDA 10
17 Jolyon Palmer GBR RENAULT 8
18 Pascal Wehrlein GER SAUBER FERRARI 5
19 Daniil Kvyat RUS TORO ROSSO 4

F1 2017: classifica costruttori dopo 16 gare

1 MERCEDES 540 punti
2 FERRARI 395
3 RED BULL RACING TAG HEUER 303
4 FORCE INDIA MERCEDES 147
5 WILLIAMS MERCEDES 66
6 TORO ROSSO 52
7 HAAS FERRARI 43
8 RENAULT 42
9 MCLAREN HONDA 23
10 SAUBER FERRARI 5

  • Ore 06.55

    Qualche momento di apprensioni per controlli sulla monoposto di Vettel. Problema superato.

  • Ore 07.00

    Le monoposto hanno iniziato il giro di formazione. Tutte le vetture regolarmente schierate.

  • START!

    Buono lo spunto di Hamilton che riesce a difendere la posizione su Vettel. Male invece Ricciardo che viene superato da Verstappen e Ocon.

  • Giro 1

    Vettel in difficoltà viene superato da Verstappen, come Raikkonen attualmente 14°. Safety Car dentro per il fuori pista di Sainz.

  • Giro 3

    Safety car ancora in pista, Vettel attualmente in sesta posizione dopo essere stato superato al primo giro da Verstappen, Ocon, Ricciardo e Bottas

  • Giro 4

    Gara ripartita ma proseguono i problemi per Vettel, ora superato da Perez. Raikkonen risale al decimo posto dopo aver superato Gasly e Grosjean

  • Giro 5

    Ritiro per Vettel! Il tedesco viene richiamato ai box per problemi alla power unit. Raikkonen sale al nono posto dopo aver superato Magnussen.

  • Giro 6

    Hamilton allunga leggermente su Verstappen, mentre Raikkonen ora punta l’ottava posizione di Hulkenberg.

  • Giro 8

    Prime fasi della gara difficili anche per Stroll, che si ritrova in penultima posizione davanti a Wehrlein. Fuori pista per Marcuss Ericsson.

  • Giro 9

    Raikkonen supera Hulkenberg per l’ottava posizione. Virtual Safety Car per l’incidente di Ericsson in curva 9.

  • Giro 10

    Vandoorne si ferma per il cambio gomme. Gara ancora in regime di Virtual Safety Car.

  • Giro 11

    La gara riparte con il gran sorpasso di Ricciardo ai danni di Ocon per la terza posizione.

  • Giro 12

    Anche Bottas supera Ocon e sale al quarto posto. Raikkonen insidia Massa per la settima posizione.

  • Giro 13

    Dietro Hamilton seguono Verstappen, Ricciardo, Bottas e le due Force India con Ocon in quinta posizione. Raikkonen supera Massa in rettilineo, ora è settimo.

  • Giro 15

    Hamilton allunga leggermente su Verstappen. L’inglese ora conduce con oltre 4 secondi sulla Red Bull dell’olandese.

  • Giro 16

    Raikkonen vicinissimo a Perez, sesto, mentre Bottas per la prima volta è più veloce di Ricciardo.

  • Giro 18

    Pit stop per Felipe Massa che monta le soft gialle e rientra in quattordicesima posizione davanti a Stroll.

  • Giro 19

    Raikkonen in scia a Perez prova a prendersi la sesta posizione, con il pilota messicano che al momento resiste.

  • Giro 20

    Raikkonen supera Perez in rettilineo. Pit Stop per Magnussen che rientra in quattordicesima posizione davanti a Stroll.

  • Giro 21

    Pit stop per Ocon che monta le soft gialle e rientra dodicesimo alle spalle di Alonso. Raikkonen sale in quinta posizione, preceduto da Bottas.

  • Giro 22

    Pit stop per Verstappen che rientra per un soffio davanti a Raikkonen. La Mercedes richiama ai box Hamilton.

  • Giro 23

    Pit stop per Hamilton che monta le soft gialle e riparte in seconda posizione, dietro Ricciardo che ancora deve effettuare la sosta.

  • Giro 24

    In testa c’è Ricciardo seguito da Bottas. Ocon passa Palmer guadagnandosi la settima posizione. Verstappen fa segnare il giro veloce in 1.33.813

  • Giro 25

    Anche Perez supera Palmer salendo in ottava posizione. Verstappen segue a meno di due secondi Hamilton.

  • Giro 26

    Pit Stop per Ricciardo che rientra in quinta posizione. Escursione fuori pista per Hulkenberg senza conseguenze. La monoposto di Vettel ko per il problema ad una candela.

  • Giro 27

    In testa ora c’è Bottas che ancora deve fermarsi per il pit stop. Seguono Hamilton e Verstappen.

  • Giro 28

    Si avvicina Verstappen che approfitta di alcune difficoltà di Hamilton emerse dopo il pit stop. Bottas rimane in pista, mentre Raikkonen si ferma ai box e monta gomma rossa.

  • Giro 29

    Raikkonen rientra in sesta posizione preceduto da Hulkenberg, mentre Bottas lascia passare Hamilton.

  • Giro 30

    Verstappen mette pressione a Bottas che sta facendo da scudo ad Hamilton in seconda posizione.

  • Giro 31

    Rientra per il pit stop Bottas. Hamilton ora ha 3 secondi di vantaggio su Verstappen.

  • Giro 32

    Magnussen va in cerca di punti mondiali insidiando la decima posizione di Massa, che al momento resiste. Raikkonen sorpassa Hulkenberg che non ha ancora sostituito le gomme.

  • Giro 34

    Bel duello per la quattordicesima posizione tra Alonso e Stroll, che al momento resiste agli attacchi portati dallo spagnolo.

  • Giro 35

    Ricciardo e Bottas al momento i più veloci in pista. Hamilton leggermente più lento di Verstappen, mentre Raikkonen si trova ora a 4 secondi dalla quarta posizione di Bottas.

  • Giro 36

    Massa resiste in decima posizione davanti a Magnussen, Grosjean e Gasly che seguono sempre più da vicino.

  • Giro 38

    Hamilton conduce con 2.3 secondi di vantaggio su Verstappen che non molla. Terzo Ricciardo che precede Bottas e Raikkonen. Seguono Hulkenberg, Ocon e Perez.

  • Giro 39

    Pit Stop per Hulkenberg che monta le super soft rosse e rientra in tredicesima posizione dietro il trenino formato da Massa, Magnussen, Gosjean e Gasly.

  • Giro 40

    Hulkenberg sale subito in dodicesima posizione approfittando di un errore in staccata di Gasly, che rientra ai box insieme a Palmer.

  • Giro 41

    Contatto tra Grosjean ed Hulkenberg, che viene richiamato ai box per un problema al DRS.

  • Giro 42

    Ritiro per Hulkenberg a causa dei problemi sull’ala posteriore.

  • Giro 43

    Gran sorpasso di Magnussen ai danni di Massa. Il pilota danese ora è ottavo. Anche Grosjean ha colto l’opportunità di infilare Massa guadagnandosi la nona posizione

  • Giro 44

    Cede leggermente il passo Verstappen che ora segue Hamilton con un distacco di 2.7 secondi. Terzo Ricciardo che ora gira più lento di Bottas, quarto.

  • Giro 46

    Continua l’elastico tra Hamilton e Verstappen, che ora è staccato di 2.4 secondi.

  • Giro 47

    Bandiere gialle e Virtual Safety Car per il fuori pista di Stroll, causato da un cedimento meccanico.

  • Giro 49

    Gara ancora in regime di Virtual Safety Car, posizioni in pista congelate con Verstappen che segue Hamilton staccato di 2.5 secondi.

  • Giro 50

    Riprende la corsa con Hamilton, Verstappen, Ricciardo, Bottas e Raikkonen nelle prime cinque posizioni. In lotta per entrare in zona punti ci sono Massa, decimo, seguito da Alonso, Palmer, Gasly, Vandoorne e Wehrlein.

  • Giro 51

    Accesa pure la lotta per il podio con Bottas e Raikkkonen che girano più veloci di Ricciardo. Come Verstappen che ha guadagnato 7 decimi su Hamilton.

  • Giro 52

    Verstappen attaccato ad Hamilton subisce l’ostruzione di Alonso in fase di doppiaggio.

  • Giro 53

    Hamilton approfitta dei doppiaggi di Alonso e Massa per mettere un po’ di margine tra lui e Verstappen. Alonso, sotto investigazione, sempre in lotta con Massa per la decima posizione.

Ore 06.55 – Buongiorno da Suzuka! Mancano 5 minuti all’inizio della gara. C’è il sole e non è prevista pioggia la temperatura atmosferica è di 24° mentre quella dell’asfalto è di 42°.

GP Giappone F1 2017: la griglia di partenza

Prima fila:
Lewis Hamilton (Gb/Mercedes) 1″27″319
Sebastian Vettel (Ger/Ferrari) 1’27″791
Seconda fila:
Daniel Ricciardo (Aus/Red Bull) 1’28″306
Max Verstappen (Ola/Red Bull) 1’28″332
Terza fila:
Esteban Ocon (Fra/Force India) 1’29″111
Sergio Perez (Mex/Force India) 1’29″260
Quarta fila:
Valtteri Bottas (Fin/Mercedes) 1’27″652
Felipe Massa (Bra-Williams) 1’29″480
Quinta fila:
Stoffel Vandoorne (Bel/McLaren) 1’29″778
Nico Hulkenberg (Ger/Renault) 1’29″879
Sesta fila:
Kimi Raikkonen (Fin/Ferrari) 1’28″498
Kevin Magnussen (Dan/Haas) 1″29’972
Settima fila:
Jolyon Palmer (Gb/Renault) 1’30″022
Romain Grosjean (Svi/Haas) 1’30″849
Ottava fila:
Pierre Gasly (Fra/Toro Rosso) 1’31″317
Lance Stroll (Can/Williams) 1’31″409
Nona fila:
Marcus Ericsson (Sve/Sauber) 1’31″597
Pascal Wehrlein (Ger/Sauber) 1’31″855
Decima fila:
Carlos Sainz (Spa/Toro Rosso) 1’30″413
Fernando Alonso (Spa/McLaren) 1’30″687

Gp Giappone F1 2017: Hamilton vola ed è in pole, Vettel in agguato

Hamilton a Spa

Un marziano a Suzuka: Lewis Hamilton. L’inglese conquista la sua prima pole position sul circuito giapponese, la numero 71 in carriera, dominando le qualifiche. La sua Mercedes è volata ed ha fatto più volte il record della pista, chiudendo alla fine il suo miglior giro in 1’27”319. Un crono assolutamente irraggiungibile per tutti gli avversari, compreso il compagno di squadra Valtteri Bottas, in seconda piazza e staccato di oltre tre decimi dal poleman di giornata.

Però il finlandese sarà penalizzato di cinque posizioni per la sostituzione del cambio e, così, sarà Sebastian Vettel a partire al fianco del suo grande rivale per il Mondiale 2017. Un duello diretto e molto atteso, visto che la Ferrari è apparsa molto competitiva nella simulazione del passo gara, dove è stata al livello, se non più veloce, delle frecce d’argento. Il tedesco, visti i 34 punti di ritardo in classifica, non può far altro che vincere per tenere aperta la lotta per il titolo iridato.

Le Red Bull, rispetto alle ultime gare, sono apparse un po’ più in difficoltà ed hanno preso un secondo da Hamilton, ma anche oltre cinque decimi dal ferrarista. Ma attenzione alla partenza, dove Daniel Ricciardo e (soprattutto) Max Verstappen sono sempre clienti pericolosi, partendo subito alle spalle dei due duellanti. Giornata difficile per Kimi Raikkonen: ha chiuso con il sesto tempo, ma partirà decimo per aver sostituito il cambio, dopo un botto nelle libere 3, che aveva rischiato di tenerlo fuori dalle qualifiche. Ma l’attesa sarà tutta per la prima fila.

Gp Giappone F1 2017: classifica delle qualifiche

Qualifiche Giappone 2017

Gp Giappone F1 2017: la diretta delle qualifiche

HAMILTON IN POLE L’inglese domina le qualifiche e conquista la sua prima pole a Suzuka, davanti a Bottas e Vettel. Il finlandese, tuttavia, sarà penalizzato per la sostituzione del cambio e, quindi, il ferrarista partirà di fianco al rivale in prima fila.

Ore 09.06 Si migliora Vettel, ma resta in terza posizione. La pole è di Hamilton

Ore 09.05 Hamilton si migliora ulteriormente e fa 1’27″319, Bottas sorpassa Vettel e si porta in seconda posizione

Ore 09.02 Tornano i pista i piloti protagonisti del Q3, l’ultimo giro lanciato per definire la griglia di partenza.

Ore 09.01 Tutti ai box, aspettando di scendere in pista per il tentativo finale.

Ore 08.59 La classifica, dopo il primo tentativo: Hamilton, Vettel, Bottas, Ricciardo, Verstappen, Ocon, Perez, Massa, Raikkonen e Alonso. Quest’ultimi due senza tempo.

Ore 08.58 Vettel si porta in seconda posizione (1’27″797), mentre le Red Bull sono in quarta e quinta posizione con Ricciardo e Verstappen

Ore 08.57 Hamilton show (1’27″345) è in pole provvisoria, Bottas a sei decimi. Mentre è rientrato ai box Raikkonen

Ore 08.54 In pista anche Vettel e le Red Bull, solo Alonso è al momento ancora fermo ai box.

Ore 08.53 Semaforo verde a Suzuka, inizia il Q3. E’ caccia alla pole position in Giappone. Subito in pista le Mercedes e Raikkonen.

Ore 08.47 Saranno Hamilton, Vettel, Bottas, Verstappen, Ricciardo, Raikkonen, Perez, Ocon, Massa e Alonso a giocarsi la pole position. Anche se Bottas, Raikkonen e Alonso avranno delle penalità in griglia di partenza.

Ore 08.46 Gli esclusi sono Vandoorne, Hulkenberg, Magnussen, Palmer e Sainz.

Ore 08.45 Hamilton rientra ai box, mentre stava migliorando ulteriormente il suo giro, mentre riesce a qualificarsi Alonso in decima posizione.

Ore 08.43 Si rianima la pista, rientrano in pista quasi tutti, anche chi è apparentemente sicuro della qualificazione. Restano ai box solo le due Red Bull e Raikkonen.

Ore 08.40 Tutti sono rientrati ai box, prima dell’assalto finale al Q3

Ore 08.37 Mancano sette minuti, al momento gli esclusi sarebbero Alonso, Hulkenberg, Palmer, Magnussen e Sainz

Ore 08.35 Vettel taglia il traguardo a sei decimi da Hamilton, Bottas, Verstappen e Ricciardo alle spalle del tedesco.

Ore 08.34 Record della pista per Lewis Hamilton (1’27″819), Raikkonen secondo in 1’29″079. Buon tempo per il ferrarista con gomma gialla.

Ore 08.31 Si anima la pista: Hamilton e Vettel con gomma rossa, Raikkonen con gomma gialla, così come Bottas.

Ore 08.30 Semaforo verde a Suzuki, è iniziato il Q2. Per ora non c’è nessuno in pista.

Ore 08.25 Il Q2 inizierà alle 15.30 locali, le 08.30 italiane.

Ore 08.17 Grosjean va a muro, senza conseguenze per il pilota, e viene messa la bandiera rossa in pista. Siccome manca 1’18” il Q1 non riprenderà e gli eliminati sono così proprio il francese, Gasly, Stroll, Ericsson e Wehrlein.

Ore 08.15 I primi sette restano ai box e si sentono già sicuri del loro crono per andare al Q2, tutti in pista gli altri per evitare l’eliminazione.

Ore 08.13 Raikkonen sale in seconda posizione (1’29″163), a poco più di un decimo da Hamilton, mentre quasi tutti sono ora tornati ai box. Gli esclusi al momento sarebbero Grosjean, Gasly, Stroll, Ericsson e Wehrlein.

Ore 08.11 Hamilton riprende la prima piazza (1’29″047), ma sono tutti davvero molto vicini.

Ore 08.09 Verstappen si mette davanti a tutti (1’29″181), con le gomme rosse, Raikkonen chiude al sesto posto il suo primo giro cronometrato, a cinque decimi dal leader.

Ore 08.08 Migliorano i loro crono i big: Hamilton in testa (1’29″325), Bottas a sette millesimi, Vettel a 30 millesimi

Ore 08.06 Gran lavoro completato in casa Ferrari: Raikkonen scende in pista, dopo l’incidente nel Q3 di questa mattina.

Ore 08.05 Bottas rischia di finire contro le barriere, ma si salva di un soffio e torna in pista, pur compromettendo il suo giro (era quattro decimi più veloce di Hamilton).

Ore 08.04 Hamilton piazza il miglior tempo (1’29″507), secondo crono per Vettel a 265 millesimi dall’inglese.

Ore 08.02 In pista anche Vettel, con la gomma gialla, così come il suo grande rivale inglese. A breve vedremo i primi tempi.

Ore 08.00 Inizia il Q1, mentre Raikkonen è salito in macchina e, dunque, dovrebbe farcela a scendere in pista negli ultimi minuti della prima parte di qualifiche. Intanto c’è già in pista Hamilton.

Ore 07.56 Quattro minuti al via delle qualifiche: il cielo su Suzuka è poco nuvoloso e non c’è rischio pioggia, la temperatura dell’aria è di 23°C e quella della pista di 27°C. Filtra un po’ di ottimismo da casa Ferrari per quanto riguarda Raikkonen, ma la partecipazione del finlandese alle qualifiche è sempre in bilico.

Ore 07.50 Mentre i tecnici Ferrari proseguono il loro lavoro all’interno del box sulla vettura di Raikkonen, questa mattina, nella terza sessione di libere, sono state le Mercedes a segnare i migliori tempi: Bottas davanti ad Hamilton di soli 14 millesimi, mentre Vettel ha chiuso in terza posizione staccato di tre decimi dai piloti delle frecce d’argento. Più distanti le Red Bull di Ricciardo e Verstappen.

Ore 07.45 Buongiorno da Suzuka! Caccia alla pole position nel Gp Giappone 2017 subito con un possibile colpo di scena: Raikkonen potrebbe non partecipare alle qualifiche, dopo l’incidente avuto nel corso della terza sessione di prove libere. I tecnici Ferrari stanno lavorando il più velocemente possibile per riuscire a riparare la vettura, ma è una vera lotta contro il tempo per la rossa. Il finlandese, comunque, verrà penalizzato di 5 posizioni in griglia, così come Bottas, per la sostituzione del cambio.

Gp Giappone F1 2017: le prove libere

Vettel in Giappone 2017

Un venerdì a metà, quello trascorso a Suzuka con le due sessioni di prove libere. La mattina i piloti hanno potuto girare normalmente e Sebastian Vettel ha fatto segnare il miglior crono (1’29”166), piazzandosi davanti al grande rivale Lewis Hamilton ed a Daniel Ricciardo. Una sessione caratterizzata anche dal grande botto, per fortuna senza conseguenze, di Carlos Sainz alla curva 11.

Un buon risultato per la Ferrari, ma le indicazioni sono decisamente parziali, perché nel pomeriggio non si è praticamente girato, a causa del violento acquazzone che si è abbattuto sul tracciato, rendendolo completamente bagnato. Solo cinque piloti hanno fatto segnare un tempo (Hamilton, Ocon, Perez, Massa e Stroll), mentre le altre vetture sono state ferme ai box per l’intera ora e mezza.

Un peccato per il pubblico presente e per lo spettacolo, che non ha potuto vedere girare i piloti. Così si arriverà al sabato, dove c’è ancora un po’ di rischio pioggia, ed alla domenica senza particolari indicazioni e con molti punti interrogativi sui rapporti di forza in campo. Solamente domani potremo capire se la rossa può mettere ancora in difficoltà l’inglese o il sogno titolo ormai è svanito.

Gp Giappone F1 2017: tempi libere 1

Libere 1 Giappone 2017

Gp Giappone F1 2017: orari e dirette tv

Gp Giappone F1

Si torna subito in pista per il Mondiale 2017 di Formula 1. Dopo i rimpianti della Malesia, la Ferrari prova a tenere in vita i sogni iridati a Suzuka, su un tracciato dove però appare a suo agio la Mercedes. Visti i punti persi nelle ultime due gare, però, a Sebastian Vettel servirà vincere praticamente tutte le restanti cinque gare oppure sperare in qualche problema a Lewis Hamilton.

Come dicevamo, però, la pista giapponese è favorevole al team anglo-tedesco, che vanta una striscia di tre vittorie consecutive aperta (due Hamilton, una Rosberg) e potrebbe mettere l’ipoteca definitiva al titolo, con un successo. Il weekend nipponico sarà visibile in diretta tv solamente agli abbonati a Sky Sport F1 HD, mentre gli altri dovranno attendere la differita Rai delle ore 14.

Il fuso orario, infatti, costringerà tutti a fare una levataccia per seguire live il weekend: a notte fonda si correranno le tre sessioni di prove libere, mentre le qualifiche inizieranno alle 8 italiane e la gara domenica alle 7. Il meteo prevede pioggia per venerdì e per sabato mattina, mentre per le qualifiche e la gara dovrebbe tornare a splendere il sole, con una temperatura attorno ai 26/27 gradi.

Gp Giappone F1 2017: orari e dirette tv

Venerdì 6 ottobre
Ore 03.00 Prove libere 1 (diretta Sky Sport F1 HD, differita ore 08.45 Rai Sport +)
Ore 07.00 Prove libere 2 (diretta Sky Sport F1 HD, differita ore 11.45 Rai Sport +)

Sabato 7 ottobre
Ore 05.00 Prove libere 3 (diretta Sky Sport F1 HD, differita ore 09.15 Rai Sport +)
Ore 08.00 Qualifiche (diretta Sky Sport F1 HD, differita ore 14.00 Rai 2)

Domenica 8 ottobre
Ore 07.00 Gara (diretta Sky Sport F1 HD, differita ore 14.00 Rai 1)

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Motorsport

Tutto su Motorsport →