Seat Arona: il SUV compatto nel nostro primo video

Seat ha presentato a Barcellona la nuova Arona: ecco com'è il nuovo SUV compatto.

Il primo SUV compatto spagnolo, la Seat Arona, è stato presentato nelle scorse settimane a Barcellona dove abbiamo girato un video per mostrarvi tutte le caratteristiche principali della Sport Utility. La Seat Arona è indubbiamente la novità dell’anno per la casa spagnola che ha deciso di giocare in casa per la presentazione in anteprima mondiale. Qui a Barcellona, nello stesso padiglione della Fira dove nel 1991 è stata presentata la prima Seat Toledo, ho assistito alla premiere del nuovo SUV compatto o, come piace chiamarlo a Seat, del nuovo Crossover. La Arona nasce sulla piattaforma modulare MQB A0, la stessa appena introdotta dalla nuova Seat Ibiza e già utilizzata anche dalla nuova Volkswagen Polo. Proprio per via della base costruttiva tutte le Arona nasceranno nello stabilimento di Martorell dove il Gruppo ha investito per allestire le nuove linee produttive per le vetture basate sulla nuova generazione del Modular Querbaukasten.

Non solo la Arona è la prima crossover compatta di Seat, ma anche dell’intero Gruppo Volkswagen. Con i suoi 4.138 millimetri è la Sport Utility più piccola dell’offerta tedesca ma, nonostante questo, non mette da parte comodità e spazio a bordo. La Seat Arona è di 79 millimetri più lunga della Seat Ibiza ma il dato più importante è la differenza d’altezza, ben 99 millimetri in più della cinque porte. Questo a tutto vantaggio dell’abitabilità dei passeggeri e della guida in fuoristrada. Per la testa si hanno quasi quattro centimetri di spazio in più in altezza nonostante i sedili siano più alti di 62 millimetri.

Trattandosi di un’auto pensata anche per i lunghi viaggi la Arona propone un bagagliaio con una volumetria minima di ben 400 litri e una soglia di accesso non eccessivamente alta nonostante l’altezza da terra della vettura. L’assetto è stato rialzato di 15 millimetri ma la trazione rimarrà solo anteriore: per dare l’idea di una vera offroad c’è però l’estetica con paraurti dal look massiccio e protezioni in plastica che si abbinano alla targa posizionata sul portellone, una soluzione che, visivamente, innalza la vettura. Derivato da Ibiza e Ateca è invece il frontale con fanali con led design immediatamente riconoscibile e soluzioni estetiche da vera offroad.

In Italia la Seat Arona arriverà nei prossimi mesi con divere motorizzazioni benzina e diesel. La gamma diesel sarà composta dalle Seat Arona 1.6 TDI da 95 o 115 cavalli. La prima versione disporrà di un cambio manuale a cinque marce o di un automatico doppia frizione DSG a sette rapporti mentre la seconda avrà un manuale a sei velocità. Le stesse potenze sono disponibili anche per la Seat Arona 1.0 TSI con il tre cilindri turbo da 95 cavalli con cambio manuale a 5 marce e la versione da 115 cavalli con trasmissione sempre manuale ma a sei rapporti.

Il top di gamma, inizialmente, sarà la Seat Arona 1.5 TSI FR con il quattro cilindri turbo benzina da 150 cavalli con sistema di disattivazione selettiva dei cilindri. Nei mesi successivi al lancio arriverà poi anche la Seat Arona a Metano con il 1.0 TSI da 90 cavalli già visto sulla Volkswagen Polo di nuova generazione.

Tra le particolarità della nuova Seat Arona c’è la possibilità di avere una verniciatura bicolore della carrozzeria. Tra le nuove tonalità debutta l’Eclipse Orange combinabile, così come gli altri colori, con il tetto nero, grigio, arancione o in tinta per un totale di 68 combinazioni cromatiche disponibili per gli esteni. Dentro all’abitacolo saranno disponibili diversi accessori tra cui un impianto di infotainment con schermo da 8 pollici e compatibilità Apple CarPlay e Android Auto oltre al climatizzatore bizona e ad altre dotazioni che spaziano dal sistema di carica induttiva per smartphone all’accesso keyless; presto arriverà anche il quadro strumenti digitale con schermo da 12.3 pollici. Dal punto di vista della sicurezza non mancano, infine, dotazioni come la frenata autonoma in caso di emergenza, il cruise control adattivo e il rilevamento della stanchezza del guidatore.

  • shares
  • Mail