Uber: taxi e Ncc chiedono il blocco della app

Uberblack è il nuovo oggetto del contendere tra Uber ed i tassisti, ma l'obiettivo è bloccare definitivamente la app

Uber Taxi

Taxi contro Uber, la battaglia è infinita. Il blocco di Uberpop non è stato sufficiente ai tassisti ed alle aziende di Ncc (noleggio con conducente) per sotterrare l’ascia di guerra nei confronti della discussa società californiana. Ora è stato presentato un nuovo ricorso d’urgenza presso il Tribunale di Roma per rendere illegale anche il servizio Uberblack e chiedere il blocco definitivo della app.

Come riporta il Corriere della Sera, infatti, per i tassisti non basta l’utilizzo di conducenti con regolare autorizzazione Ncc per differenziare il loro servizio da quello di Uberblack. In particolare, la discussione verte sulla prenotazione delle corse in autorimessa ed il divieto di stazionamento in pubblica via. Al momento, Uberblack è attivo nel nostro Paese a Milano ed a Roma.

La situazione è ormai fuori controllo”, dice Pietro Gagliardi dell’Unione artigiani provinciale, mentre Uber replica: “Operiamo solo con regolari autisti Ncc, offrendo loro un modo in più per raggiungere i clienti, con lo smartphone. Lavoreremo per difendere la nostra posizione”. Potrebbe essere l’inizio di un’ennesima e lunga battaglia legale tra le due parti.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail