ATS: il marchio italiano torna con la ATS 2500 GT e la ATS Sport 1000

ATS 2500 GT 2013

Dopo il ritorno in vita del marchio Ermini, sembra che anche l'italiana ATS sia in procinto di rientrare sul mercato. La ATS è una ditta di Bologna fondata negli anni '60 che creò la ATS 2500 GT che fu poi presentata al Salone di Ginevra del 1963. La ATS 2500 GT fu una delle prime vetture al mondo con motore centrale, un V8 da 2.5 litri capace di portare la vettura a 241 km/h grazie ai suoi 210 cavalli. Nel 1964 fu poi rilasciata una versione aggiornata da 260 cavalli chiamata 2500 GTS, ovvero superleggera. Due esemplari della ATS 2500 GTS parteciparono anche alla Targa Florio, senza però terminarla. Di questi due modelli solamente 5 vetture sono arrivate ai giorni nostri su un totale di esemplari prodotti che si aggira attorno alle dodici unità secondo alcune voci.

La nuova ATS 2500 GT, vettura che segnerà il ritorno sul mercato del marchio, avrà un telaio tubolare con carrozzeria in materiale composito e pannelli in fibra di carbonio che creeranno le sinuose e sportivissime linee della supercar. Il peso sarà estremamente contenuto, solo 1.000 kg a secco, con un motore quattro cilindri turbo di origine Cosworth da circa 550 cavalli. La coupé sportiva si richiama alla sua antenata di 50 anni fa con linee ispirate a questo modello: il look definitivo della vettura è stato scelto tra 80 diversi disegni che ne ipotizzavano lo stile.

Nei piani di ATS c'è anche un'altra vettura, la ATS Sport 1000, una vera e propria auto da corsa, omologata per l'utilizzo su strada: sarà disponibile sia come auto finita, sia in kit di montaggio, come già avviene per alcune sportive inglesi. L'impostazione è molto simile a quella già vista su vetture come la Radical SR3, con un telaio tubolare abbinato a pannelli carrozzeria estremamente leggeri con abbinato un propulsore di derivazione motociclistica, a scelta tra quello di Suzuki Hayabusa, Yamaha R1, Honda CBR o un 200 cavalli di origine MV Agusta.

ATS: il marchio italiano torna con la ATS 2500 GT e la ATS Sport 1000
ATS: il marchio italiano torna con la ATS 2500 GT e la ATS Sport 1000
ATS: il marchio italiano torna con la ATS 2500 GT e la ATS Sport 1000
ATS: il marchio italiano torna con la ATS 2500 GT e la ATS Sport 1000

ATS: il marchio italiano torna con la ATS 2500 GT e la ATS Sport 1000
ATS: il marchio italiano torna con la ATS 2500 GT e la ATS Sport 1000
ATS: il marchio italiano torna con la ATS 2500 GT e la ATS Sport 1000
ATS: il marchio italiano torna con la ATS 2500 GT e la ATS Sport 1000
ATS: il marchio italiano torna con la ATS 2500 GT e la ATS Sport 1000
ATS: il marchio italiano torna con la ATS 2500 GT e la ATS Sport 1000
ATS: il marchio italiano torna con la ATS 2500 GT e la ATS Sport 1000
ATS: il marchio italiano torna con la ATS 2500 GT e la ATS Sport 1000
ATS: il marchio italiano torna con la ATS 2500 GT e la ATS Sport 1000
ATS: il marchio italiano torna con la ATS 2500 GT e la ATS Sport 1000
ATS: il marchio italiano torna con la ATS 2500 GT e la ATS Sport 1000
ATS: il marchio italiano torna con la ATS 2500 GT e la ATS Sport 1000
ATS: il marchio italiano torna con la ATS 2500 GT e la ATS Sport 1000
ATS: il marchio italiano torna con la ATS 2500 GT e la ATS Sport 1000
ATS: il marchio italiano torna con la ATS 2500 GT e la ATS Sport 1000
ATS: il marchio italiano torna con la ATS 2500 GT e la ATS Sport 1000
Via | Allcarindex

  • shares
  • Mail