Suzuki Jimny Street: arriva la serie limitata da 100 esemplari

Il Jimny indossa l'abito bicolore e sfida i SUV di segmento A. Non avrà i contenuti tecnologici ed estetici di molte avversarie, ma quante vanno in fuoristrada con tale facilità?

La parola marciapiede è una delle primissime che associamo al concetto di SUV. Il collegamento ha assunto ormai le proporzioni di uno stereotipo, giustificato in realtà da abitudini non sempre cristalline: le vetture a ruote alte si rivelano assai più facili da parcheggiare rispetto ad utilitarie o berline, ragion per cui molti proprietari le abbandonano in malo modo e con poche attenzioni nei confronti dei passanti. Suzuki è consapevole di questa realtà. Ha un veicolo capace in qualche modo di sovvertirla, perché in realtà i SUV non vanno oltre il marciapiede stesso: il loro comportamento in fuoristrada è talmente limitato da mandarli in difficoltà non appena si presenti un ostacolo più impegnativo, come altri inseriti nel contesto urbano (una scalinata oppure una serie di marciapiede posizionati a formare twist).

Per questo motivo la casa di Hammamatsu ha realizzato con tono quasi di provocazione una serie limitata su base Jimny, denominata Street, utile per rivendicare l’appartenenza solitaria alla nicchia dei fuoristrada urbani, quelli che non vanno in difficoltà – ed il video nel tweet lo dimostra – nemmeno davanti ad ostacoli ben più minacciosi di un semplice marciapiede: altri modelli saranno più accattivanti e modaioli, altri offriranno maggiori contenuti in termini di equipaggiamento interno, ma nessun’altra vettura della categoria si muove con tale agilità e padronanza lungo un percorso altrettanto impegnativo.

La Street mantiene i punti di forza del Jimny: restano quindi il telaio a traliccio, il cambio con riduttore ed il motore 1.3, disposto in senso longitudinale, per cui vengono dichiarati valori all’apparenza miseri (85 CV, 110 Nm) ma in realtà più che sufficienti per assicurare un validissimo comportamento in offroad. Le novità influiscono solo a livello di estetica ed equipaggiamento interno: l’allestimento si caratterizza per i cerchi bruniti, per il copriruota specifico e per una serie di elementi a contrasto, nella tinta arancio graffiti (la base è di colore pearl white). Nell’abitacolo sono previste le stesse finiture color arancio, sedili in ecopelle ed un impianto multimediale con schermo touch da 7 pollici, connettività Bluetooth e presa USB. Il modello sarà realizzato in 100 esemplari, ciascuno in vendita a 19.900 euro.


  • shares
  • Mail