Concorso d’Eleganza Pininfarina: a Torino si festeggiano gli 85 anni

Le vetture parteciperanno domenica alla sfilata conclusiva. Ci saranno anche James Glickenhaus e la sua Ferrari P4/5.

Osservate la fotografia qui sopra e scegliete una vettura. Una sola. Quella che a vostro giudizio esprime la bellezza senza tempo tipica della firma Pininfarina. Chiunque di noi andrebbe nel panico: già non è facile indicare un oggetto fra cinquanta, ma diventa impossibile decretare una vincitrice quando le partecipanti al concorso sono cinquanta vetture fra le più affascinanti e significative nella storia dell’automobile. Tutte, per di più, disegnate da Pininfarina.

L’ardua decisione è maturata poche ore fa, quando una giuria di esperti ha premiato la Lancia Florida I (1955) con il titolo Best in Show al Concorso d’Eleganza Pininfarina, organizzato nel pomeriggio di sabato 13 giugno a margine di Parco Valentino. La giuria – composta fra gli altri da Karim Habib, ex responsabile dello stile per il marchio BMW – ha premiato anche la Cisitalia 202 (1947), assegnandole il premio di vettura più elegante. Paolo Pininfarina ha scelto invece la Ferrari 212 Inter Cabriolet (1952) quale modello a cui assegnare il Chairman’s Award. Il Concorso d’Eleganza ha sancito il culmine dei festeggiamenti per l’85° anniversario dell’azienda torinese, che espone a Parco Valentino anche i prototipi Cambiano e Sergio.

Noi eravamo presenti. C’era anche James Glickenhaus, al volante della sua meravigliosa Ferrari P4/5: l’imprenditore statunitense si trova a Torino in quanto prima tappa di un lungo viaggio europeo, che lo porterà fra due settimane anche al Festival of Speed di Goodwood. Raggiungerà il West Sussex insieme alla sua one off, che nel frattempo ha già superato il traguardo delle 30.000 miglia (!) e che domenica 14 giugno parteciperà alla sfilata conclusiva di Parco Valentino, lungo un percorso di 14 chilometri dalla città fino alla Reggia di Venaria.

  • shares
  • Mail