Honda CR-V 1.6 i-DTEC: video, foto e primo contatto

Honda CR-V 2015 - Il SUV giapponese riceve una nuova versione di media gamma, con il riuscito 1.6 i-DTEC a gasolio.

Confesso di non apprezzare eccessivamente il corpo vettura dell'odierna Honda CR-V. In particolare non sono di mio gradimento la piega della vetratura sul montante C ed il portellone, che ritengo troppo massiccio. Queste mie considerazioni però non trovano riscontro nei dati di vendita, che raccontano un'altra verità: la CR-V è addirittura il SUV più venduto negli Stati Uniti, dove l'anno scorso si è posizionato ottavo assoluto (335,019 esemplari).

Honda CR-V 1.6 i-DTEC 2015


La casa giapponese introduce ora un aggiornamento di natura tecnica ed estetica, il cui elemento più interessante è senza dubbio l'abbinamento fra il 1.6 i-DTEC da 160 CV e la trasmissione automatica a nove rapporti.


Honda CR-V 1.6 i-DTEC: come va su strada

Honda CR-V 1.6 i-DTEC 2015

Il comportamento generale della vettura rimane identico alle varianti pre-aggiornamento, di cui potete leggere qui e qui. Vi sono alcune novità, ma non stravolgono il carattere di un modello nato per affrontare in tranquillità lunghe tirate autostradali (compito che svolge in maniera egregia). Mi ha stupito la taratura assegnata alla sterzo, piuttosto inusuale su una vettura di questa categoria: è bello corposo, consistente, più da sportiva che non da tranquillo SUV per la famiglia. Io l'ho apprezzato, ma ritengo che questa configurazione possa non piacere alle donne ed a chi vuole un'auto morbida in tutti i frangenti.

Honda CR-V 1.6 i-DTEC 2015

A questo obiettivo concorre il nuovo abbinamento motore-cambio. Il 1.6 ha sovralimentazione biturbo - le turbine sono di tipo sequenziale: lavorano in maniera alternata, tranne ai medi -, manda in pensione il vecchio 2.2 (150 CV) e si rivela di molto più leggero (-35 chili), pur offrendo lo stesso valore di coppia (350 Nm). In questo caso non mi sento di muovere critiche: l'i-DTEC non si rivela un fulmine e viene un po' tradito dalla potenza specifica - non è un motore sportivo, in estrema sintesi -, ma è silenzioso, offre un gran tiro ai medi regimi ed asseconda il carattere dell'auto. Percorre in media 18.9 km/l, secondo quanto dichiarato.

Il cambio mi è piaciuto ancora di più. Lo avevo già provato sulla Jeep Renegade, ma in quel caso non mi era perso così morbido e delicato. Si può comandare anche con le palette al volante, ma vi assicuro che non si sente l'esigenza di muoverle. L’automatico a 9 marce pesa 30 chili meno del vecchio 5 rapporti.


Honda CR-V 1.6 i-DTEC: com’è e cosa offre

Honda CR-V 1.6 i-DTEC 2015

Iniziamo con il dirvi che il CR-V 1.6 i-DTEC da 160 CV verrà offerto solo in abbinamento alla trazione integrale. Il prezzo definitivo non è stato ancora rivelato, ma dovrebbe aggirarsi intorno ai 27.000 euro. Sono necessari circa 2.000 euro per acquistare il cambio automatico. La gamma si compone del 2.0 benzina (155 CV) e del 1.6 i-DTEC in configurazione monoturbo (120 CV), abbinato al cambio manuale ed alla trazione anteriore. L’aggiornamento stilistico riguarda la mascherina anteriore, i fascioni paraurti ed i gruppi ottici. Nell’abitacolo sono previsti un bracciolo centrale di tipo scorrevole ed inediti listelli cromati.


La versione 2015 si caratterizza anche per i nuovi cerchi in lega da 17 e 18 pollici e per il divano posteriore abbattibile con un solo gesto, che genera un vano carico ampio un massimo di 1.689 litri (589 litri è la capacità minima). Il divanetto è frazionato nello schema 60/40. Debutta poi la colorazione Golden Brown, mentre i rivestimenti interni sono anch’essi in parte inediti. I tecnici Honda sono poi intervenuti sulle carreggiate (maggiorate di 15 mm sui due assi), hanno aumentato l’angolo di campanatura e rivisto la taratura dello sterzo (+8%). L’abitacolo si rivela del 6% più silenzioso.

Honda CR-V 1.6 i-DTEC 2015

I dispositivi in materia di sicurezza sono ovviamente moltissimi, ma vorrei segnalare il Cruise Control Adattivo intelligente (i-ACC): questo dispositivo prevede e reagisce prontamente all'eventuale invasione di corsia da parte di altri veicoli, lavorando tramite un algoritmo ed assicurandosi un margine d’anticipo fino a cinque secondi. Ne parliamo nel dettaglio qui. L’Honda CR-V introduce poi un nuovo sistema d’intrattenimento, nella figura di un monitor a colori ampio 7 pollici. Si chiama Honda Connect ed offre tutte le più moderne funzioni, come il MirrorLink, l’accesso ad internet, la gestione di applicazioni, la radio DAB e la telecamera posteriore di parcheggio.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: