Strosek Cayman S

Dopo 9ff, e mentre Porsche AG annuncia una versione “baby” della Cayman (pare proprio che la Casa ufficiale sia l’unica che si azzardi ad andare contro corrente), un altro tuner, vedendo nella Cayman S di serie esclusivamente una “buona base di partenza”, propone la sua variazione sul tema. Vittorio Strosek , vecchia conoscenza del settore,

di Ruggeri


Dopo 9ff, e mentre Porsche AG annuncia una versione “baby” della Cayman (pare proprio che la Casa ufficiale sia l’unica che si azzardi ad andare contro corrente), un altro tuner, vedendo nella Cayman S di serie esclusivamente una “buona base di partenza”, propone la sua variazione sul tema. Vittorio Strosek , vecchia conoscenza del settore, già nei primi anni Novanta truccava 964, 928 e Lamborghini Diablo. I risultati sono proseguiti con tutta la produzione Porsche degli ultimi anni (993, 996 e Cayenne) fino a giungere all’attuale coupé due posti.
Strosek Cayman
Le regole che hanno guidato il processo di ulteriore carica sportiva della Cayman hanno cercato di migliorare, oltreché le prestazioni del propulsore, l’aerodinamica (più precisione alla guida, minor sollevamento del muso alle alte velocità) e l’assetto. Il primo aspetto è stato particolarmente curato con l’applicazione di specifiche appendici aerodinamiche anteriori che hanno migliorato ulteriormente il percorso dei flussi durante il movimento. In coda spicca un nuovo spoiler posteriore che, affermano alla Strosek, oltre a migliorare la stabilità della coda dona maggiore aggressività (de gustibus…). L’impronta a terra è caratterizzata da nuove ruote da 19 e 20 pollici che incrementano i limiti di tenuta laterale. L’assetto, infine, viene adeguato alle nuove caratteristiche sportive che la Cayman deve poter esprimere: il corpo vettura viene abbassato di 35 mm contemporaneamente a una nuova regolazione di molle e ammortizzatori, ora più rigidi.

Il propulsore (boxer 6 cilindri di 3,4 litri) può essere modificato a misura del cliente: un primo “step” consiste in un nuovo filtro dell’aria, catalizzatore metallico, scarico sportivo e nuova mappatura dell’elettronica per un totale di 320 Cv. Per chi, invece, decidesse di dare più fiducia al lavoro della Strosek è disponibile l’aumento di cilindrata a 3,8 litri, 380 Cv e 415 Nm (velocità massima di 288 km/h e accelerazione da 0 a 100 km/h in 4″7).

Ultime notizie su Super Car

Ultime notizie sulle supercar più belle: foto e video, commenti.

Tutto su Super Car →